EMILIA ROMAGNA, BOLLETTINO CORONAVIRUS 30 APRILE/ Video: +39 morti, -2299 contagi

- Carmine Massimo Balsamo

Bollettino coronavirus Emilia Romagna, la conferenza stampa del commissario Sergio Venturi del 30 aprile: +39 morti e “boom” di contagi in meno (-2299)

nuovo dpcm
Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia Romagna (LaPresse, 2020)

Il bollettino dell’Emilia Romagna ha “contribuito” in maniera ingente alle ultime novità emerse a livello nazionale con il bollettino della Protezione Civile: nel numero “boom” sugli attualmente positivi in diminuzione (-3.106), più di 2mila arrivano dalla Regione emiliana per un motivo molto semplice, i ritardi nelle comunicazioni del report della provincia di Reggio Emilia. «Il dato molto forte è quello delle nuove guarigioni sono 2.519: un numero che risente di ritardi nelle comunicazioni anche di giorni precendenti soprattutto nella provincia di Reggio Emilia e quindi non sono tutti di ieri. Ma è comunque una notizia meravigliosa che ci posiziona 12.392 guarigioni e che corrisponde anche a 2.299 casi attivi in meno e che porta il numero totale dei malati a 9.573 (ieri erano 11.862)», spiega il bollettino dell’Emilia Romagna, sottolineando anche il numero di guariti (12.322) superiore a quello malati effettivi (9.563).

6mila test effettuati, nuovi 259 contagi e purtroppo ancora 39 morti (3.551) da registrare 5 a Picenza, 6 a Parma, 11 a Reggio Emilia, 4 a Modena, 4 a Bologna, 3 a Ferrara, 1 a Ravenna, 4 a Forlì-Cesena e 1 a Rimini. Nella conferenza stampa su Facebook Venturi ha spiegato «Vorremmo arrivare a riuscire a fare 10mila test al giorno entro il 18 maggio». (agg. di Niccolò Magnani)

I DATI DI IERI

Bollettino coronavirus in Emilia Romagna, alle ore 17.30 appuntamento con la conferenza stampa del commissario Sergio Venturi per gli ultimi aggiornamenti sull’emergenza sanitaria. Come vi abbiamo raccontato, ieri sono stati registrati +263 casi positivi e +40 morti (19 uomini e 21 donne), che hanno portato il totale a 25.177 contagiati e 3.512 decessi. Buone notizie per quanto riguarda i guariti, saliti a 9.803 (+263), con 2.762 clinicamente guariti e 7.041 guariti a tutti gli effetti. Continuano a scendere il numero dei ricoverati: -2 in terapia intensiva e -47 negli altri reparti Covid.

Questo il bilancio dei casi positivi per Provincia: 3.993 a Piacenza (75 in più rispetto a ieri), 3.144 a Parma (22 in più), 4.613 a Reggio Emilia (20 in più), 3.630 a Modena (21 in più), 3.977 a Bologna (80 in più), 375 le positività registrate a Imola (9 in più), 918 a Ferrara (9 in più). In Romagna sono complessivamente 4.527 (27 in più), di cui 981 a Ravenna (3 in più), 880 a Forlì (3 in più), 676 a Cesena (4 in più), 1.990 a Rimini (17 in più).

BOLLETTINO CORONAVIRUS EMILIA ROMAGNA: MASCHERINE OBBLIGATORIE DAL 4/5?

In attesa del bollettino coronavirus dell’Emilia Romagna di oggi, giovedì 30 aprile 2020, ci si interroga sulla Fase 2 ed in particolare sulle mascherine. Come riporta Il Resto del Carlino, non è da escludere che i dispositivi di protezione diventino obbligatori già a partire da lunedì. Anche se, evidenzia il giornale, a 50 centesimi non le vuole vendere nessuno. Notizia delle ultime ore è la richiesta da parte della Regione, in accordo con Veneto e Lombardia, di un fondo di 800 milioni di euro per le Fiere.

«La richiesta al Governo prende le mosse dal perdurare della crisi sanitaria determinato dal Covid-19, che ha colpito soprattutto le tre regioni italiane leader nel settore fieristico. Realtà queste che rappresentano da sole il 65% dell’attività fieristica in Italia e oltre il 75% delle manifestazioni internazionali e che a partire dal febbraio scorso hanno visto la totale cancellazione degli eventi programmati nel 2020, con un danno stimato per le solo tre realtà regionali di oltre 700 milioni di euro e di oltre un miliardo se si considera anche l’indotto», si legge nella nota.



© RIPRODUZIONE RISERVATA