LOMBARDIA, BOLLETTINO CORONAVIRUS 5 LUGLIO/ +6 morti, 98 nuovi contagi, +73 guariti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia, anche oggi, domenica 5 luglio, spazio all’aggiornamento quotidiano: +6 morti, +98 contagi (33 a Bergamo)

conferenza stampa lombardia
Attilio Fontana, Governatore Regione Lombardia (LaPresse, 2020)

Il bollettino della Regione Lombardia aggiornato al 5 luglio mostra un ulteriore calo delle vittime e dei contagi, sulla scia della situazione nazionale: sono 6 i decessi di persone positive al coronavirus nelle ultime 24 ore (7 quelli nazionali, ndr) con dato generale sui morti in Lombardia che sale così a 16.697. Sul fronte contagi, i nuovi positivi registrati sono 98 di cui 20 debolmente positivi e 43 a seguito di test sierologici (dunque asintomatici): l’aumento dei tamponi effettuati tra sabato e domenica si ferma a 8.772 sul 1.083.105 totali da inizio pandemia. Le persone contagiate dal Covid in Lombardia sono state fino ad oggi 94.416, di cui però solo 9445 attualmente malati di coronavirus: lato ospedali, da segnalare i 36 ricoverati in terapia intensiva (stabile rispetto a ieri) e i 230 in reparti Covid (-1). I guariti sono 65.997 da inizio emergenza, con 2,277 dimessi e il totale di 68.271 con +73 rispetto a ieri: gli incrementi dei casi per provincia vedono Bergamo con +33 sui 98 totali in Lombardia, +17 a Mantova, +16 a Milano (+7 in città), +6 a Brescia, +5 a Cremona. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Si terrà come di consueto nelle prossime ore la conferenza stampa in diretta video in cui verranno snocciolati i numeri circa l’epidemia di coronavirus, contenenti nel bollettino della Lombardia di oggi, domenica 5 luglio. Nella giornata di ieri, dati tutto sommato stabili rispetto alle ultime rilevazioni, con 95 nuovi casi di positività riscontrati in regione, su 10.160 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. 32 i casi individuati dopo test sierologici, e 21 di questi sono risultati essere debolmente positivi. Aumentano di 16 unità purtroppo i decessi, saliti a quota 16.691 da quando è scoppiata la pandemia, lo scorso 21 febbraio. 330 i nuovi guariti/dimessi, per un totale di 68.201, mentre in terapia intensiva il numero dei pazienti è sceso di 5 unità, e al momento troviamo solamente 36 posti letto in rianimazione occupati da casi di covid (231 invece quelli ricoverati in altri reparti, -10).

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, ZUCCHI “NESSUNA POLMONITE ANOMALA PRIMA DI FEBBRAIO”

La provincia di Bergamo è al momento quella maggiormente contagiata con 31 nuovi casi di coronavirus, seguita da Milano a quota 19, di cui solo 3 in città. Brescia e Mantova ne contano 13, mentre Lodi e Monza 4. A Como 3, 2 a Cremona e Sondrio, e infine 1 a Lecco, con Pavia e Varese covid free. Nel contempo si continua a studiare l’origine del virus per cercare di capire quando è iniziato a circolare in Italia: “I dati che abbiamo analizzato – le parole di Alberto Zucchi, direttore del servizio di epidemiologia dell’Ats Bergamo, in conferenza stampa dalla Regione – confrontando l’andamento dei ricoveri negli ultimi anni, dimostrano oltre ogni ragionevole dubbio, l’assenza di polmoniti anomale in Val Seriana e nella provincia di Bergamo prima dell’inizio dell’epidemia. Il risultato di questa indagine – ha aggiunto l’epidemiologo – dimostra chiaramente che, da gennaio 2017, il trend è sempre rimasto nella norma fino all’inizio della pandemia”. Zucchi ha concluso, invitando a mantenere alta l’attenzione: “Questo decremento, però non deve far abbassare la guardia. È comprensibile che i cittadini siano stanchi, ma è bene continuare a rispettare le distanze, utilizzare le mascherine all’esterno ed evitare assembramenti”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 4 LUGLIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA