BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 10 OTTOBRE/ Dati: 278 casi, 387 ricoverati

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia, dati 10 ottobre 2021: ecco il nuovo report della regione, il classico resoconto della pandemia di covid

Vaccini Lombardia
Vaccini Lombardia: Letizia Moratti, generale Figliuolo e Attilio Fontana (LaPresse, 2021)

È stato diramato anche quest’oggi, domenica 10 ottobre 2021, il nuovo bollettino Coronavirus Lombardia, contenente i dati aggiornati e distribuiti dal Ministero della Salute nazionale in riferimento all’incidenza del virus sulla regione avente come capoluogo Milano e sulla pressione esercitata sul tessuto nosocomiale territoriale dalla pandemia.

Stando a quanto si apprende dal report proveniente da Roma, nelle ultime 24 ore sono stati 278 i nuovi contagi rilevati, a fronte di 56.718 tamponi eseguiti, tra molecolari e antigenici. Sono altresì stati registrati due nuovi decessi (ieri erano stati 5). Per quanto riguarda invece la situazione negli ospedali lombardi, nei reparti di area medica, non critica, sono ricoverati 333 pazienti Covid (in calo, -6, rispetto a ieri, quando erano 339). Nelle terapie intensive sono ricoverati 54 degenti positivi al virus, 3 in meno rispetto a 24 ore fa. Infine, passando alla suddivisione dei casi per province, riferiamo che quella più colpita è stata quella di Milano (93 casi), seguita da Brescia (50), Varese (29), Monza e Brianza (22), Bergamo (18), Pavia (12), Lecco (11), Como e Cremona (entrambe a quota 10), Lodi (5), Sondrio (4) e Mantova (2). (aggiornamento di Alessandro Nidi)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: I DATI DI IERI, SABATO 9 OTTOBRE

Ecco il bollettino coronavirus della Lombardia con i dati di oggi, 10 ottobre 2021. Il report della regione verrà emanato dopo le 17:00, e chiuderà una nuova ennesima settimana positiva per questa zona d’Italia che da febbraio di un anno fa fino allo scorso mese di aprile è stata falcidiata da contagiati, ricoveri e purtroppo anche morti.

Il bollettino di ieri segnalava 284 nuovi casi di positività a fronte di 65.113 tamponi anti covid processati, sia molecolari che antigenici, mentre la situazione ospedaliera raccontava di 57 pazienti gravi, quelli al momento ricoverati in terapia intensiva (in calo di 3 unità), con altri 339 allettati nei reparti di degenza normale, dove si è invece verificata una crescita di 5 unità. Purtroppo anche ieri si sono registrati dei morti per covid, leggasi 5, mentre, a livello provinciale, segnaliamo 94 nuovi casi comunicati da Milano e zone limitrofe, quindi altri 39 in quel di Brescia, e infine i 34 contagi emersi a Varese.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 10 OTTOBRE: L’ATS BERGAMO SU TERZA DOSE

E nella giornata di ieri è uscita allo scoperto l’Ats Bergamo che ha reso noto attraverso un breve comunicato che per la terza dose di vaccino anti covid ai pazienti nelle Rsa e agli over 80, sarà utilizzato solamente il vaccino di Pfizer e non quello di Moderna, decisione presa sulla base delle indicazioni fornite dal Ministero della salute.

Ecco cosa ha fatto sapere il dottor Giuseppe Matozzo, direttore sociosanitario di Ats Bergamo: «Eravamo pronti per partire con la vaccinazione booster (richiamo) con vaccino Moderna nelle Rsa – si legge sull’Eco di Bergamo – come previsto dal Ministero con circolare del 27 settembre, e in settimana era stata effettuata la formazione nelle Rsa anche per l’utilizzo del sistema Poste per la prenotazione. Due Rsa avevano già ritirato dalle farmacie delle Asst i vaccini Moderna per avviare le somministrazioni a partire da lunedì. E settimana prossima era pronto il piano di consegna per tutte le altre strutture. Alla luce di quanto deciso dal Ministero della Salute in queste ore, le somministrazioni non verranno effettuate in attesa di ricevere nuove indicazioni».



© RIPRODUZIONE RISERVATA