BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA DATI 19 LUGLIO/ 208 nuovi casi, 1 morto

- Davide Giancristofaro Alberti

Facciamo il punto sulla pandemia di Covid in Lombardia con il bollettino Coronavirus di oggi, lunedì 19 luglio: situazione ospedaliera in fase di stallo

Fontana e Moratti
Regione Lombardia, Attilio Fontana e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

Anche oggi, lunedì 19 luglio 2021, si rinnova il quotidiano appuntamento con il bollettino Coronavirus Lombardia, in grado di fornire un’istantanea aggiornata in merito alla situazione connessa alla propagazione della pandemia sul territorio regionale e alla pressione sulla rete ospedaliera, che, al momento, rimane ancora calmierata, dal momento che in queste ultime ventiquattro ore i dati delle terapie intensive e degli altri reparti hanno vissuto sostanzialmente una fase di stallo.

In particolare, secondo i dati diramati dalla Regione, in Lombardia sono stati rilevati 208 nuovi casi di positività, a fronte di 11.621 tamponi eseguiti, tra molecolari e antigenici (16.755 in meno rispetto a quarantotto ore fa, ndr). Si è per contro registrato un unico decesso, che ha portato il totale delle morti dall’avvento del virus sul suolo lombardo a quota 33.810. Per quanto concerne la situazione nosocomiale, i ricoverati in terapia intensiva sono 30 (uno in meno rispetto alla giornata di domenica), mentre negli altri reparti 138 (aumento di tre unità). Concludendo con la ripartizione dei nuovi contagi per provincia, dietro a Milano (100, di cui 64 nel capoluogo meneghino) troviamo Varese (41). Cremona e Mantova (10 contagi a testa), Brescia (9), Como (5), Pavia (4), Lecco, Lodi e Monza e Brianza (tre contagi ciascuna), Bergamo (1) e Sondrio (0). (aggiornamento di Alessandro Nidi)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA DI IERI, DOMENICA 18 LUGLIO

Il bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, lunedì 19 luglio 2021, comunicherà come sempre l’evoluzione della pandemia di covid in regione, a cominciare dai contagi e dai ricoverati. Il report di ieri (che potete trovare qui al completo), ha confermato la curva in salita, con i casi che stanno aumentando ormai da una decina di giorni a questa parte, e precisamente nelle scorse 24 ore sono stati scoperti 369 nuovi positivi su 28.376 tamponi processati.

Il tasso di positività è stato dell’1.3%, più basso di 0.6 punti percentuali rispetto alla media nazionale di 1.9, mentre le vittime da covid sono state solo una, contro le 4 comunicate sabato (totale decessi dal 20 febbraio 2020 pari a 33.809). A livello ospedaliero, la situazione verso cui vi è la massima attenzione da parte degli esperti, i ricoveri sono stati pressochè stabili, con 31 casi gravi, quelli in terapia intensiva (uguali a sabato), e 135 invece in degenza normale, dato in decrescita di una unità. Infine la situazione nelle province, con 108 nuovi casi a Milano e dintorni, 43 a Monza e 36 a Varese.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 19 LUGLIO, IL PUNTO DEL PROF PREGLIASCO

Siamo di fronte ad una nuova “ondina” di covid, a conferma di come questo virus sia subdolo e soprattutto difficile da debellare: “Io credo – sono le parole del professor Alberto Pregliasco del Galeazzi di Milano e docente presso l’università degli studi meneghina – che la pandemia ci abbia insegnato che bisogna essere flessibili e dover convivere con questo virus. Serve una grande responsabilità individuale, l’opportunità che abbiamo è la vaccinazione che funziona nell’evitare le problematiche più gravi. Alla luce di questo ben venga una revisione dei parametri. che tenga conto di più di quello che ci interessa maggiormente, cioè della pressione sul Ssn, ma anche di un mantenimento della capacità di trattamento”.

Quindi, sempre sui nuovi parametri, ha aggiunto: “Vedrei l’esigenza di mantenere un minimo di tamponi pro quota dal punto di vista di ogni regione per garantire, finché sarà possibile un tracciamento dei focolai, per avere un’idea dell’evoluzione della trasmissione e mantenerne il controllo il più possibile. Per convivere col virus bisogna portare avanti un discorso sistematico sul nuovo galateo da utilizzare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA