BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 6 MAGGIO/ +2.151 contagiati, sale tasso positività

- Davide Giancristofaro Alberti

Alle ore 17:00 scopriremo il bollettino coronavirus della regione Lombardia di oggi, giovedì 6 maggio, con tutti i dati aggiornati

Fontana e Moratti
Regione Lombardia, Attilio Fontana e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

Il bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, giovedì 6 maggio 2021, segnala un aumento di casi positivi ma un calo di ricoverati. Come reso noto dalla Regione guidata da Attilio Fontana, nelle ultime 24 ore sono stati annotati 2.151 nuovi contagiati (103 debolmente positivi) su quasi 55 mila tamponi processati. In rialzo anche la percentuale dei positivi sui tamponi effettuati: dal 3% di mercoledì al 3,9% di oggi.

Le province più colpite sono quelle di Milano (622 nuovi casi), Varese (250 nuovi casi) e Bergamo (242 nuovi casi). Nelle ultime 24 ore sono stati annotati 35 nuovi decessi, bilancio di 33.081 vittime di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia, mentre il conto dei guariti ha raggiunto 732.612 persone. Infine, la situazione dei ricoverati negli ospedali della Lombardia: -6 pazienti in terapia intensiva (513) e -116 pazienti negli altri reparti Covid (3.072). (Aggiornamento di MB)

 

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, GLI AGGIORNAMENTI DI IERI

Il bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, giovedì 6 maggio 2021, verrà comunicato dalla Regione come sempre in serata, indicativamente attorno alle ore 17:00. Scopriremo quindi a breve come sta procedendo il contagio, con tutti gli ultimi aggiornamenti sui nuovi contagi, la situazione ospedaliera e i morti. La curva sta decrescendo sempre più in quella che resta la regione storicamente più colpita dal virus, e conferma ne è stato anche il bollettino comunicato ieri (qui il report completo), quando i contagi emersi sono stati 1.557 su 50.251 tamponi analizzati.

Le vittime da covid sono state invece 32 (totale da inizio pandemia pari a 33.046), mentre il tasso di positività, il rapporto fra i positivi emersi e il numero di tamponi processati, è sceso al 3%, leggermente in calo rispetto a 48 ore fa (3.4%). Per quanto riguarda la situazione ospedaliera, si registrano 6 posti letto occupati in meno nei reparti di terapia intensiva degli ospedali lombardi, totale 519, mentre in degenza normale il calo è stato pari a 75, per un totale di pazienti ricoverati con il covid pari a 3.188. Infine un breve excursus sulle province con più casi, con Milano che ovviamente è stata la zona più colpita con 369 nuovi casi emersi, seguita da Varese a quota 227 e da Brescia a 223.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 6 MAGGIO, MORATTI SULLE CARCERI

Intanto, in attesa di capire se la festa Inter provocherà o meno un aumento dei contagi, nelle scorse ore è uscita allo scoperto nuovamente la vicepresidente della regione Lombardia, Letizia Moratti, assessore al welfare, che rispondendo ad un’interrogazione del Movimento Cinque Stelle ha fatto chiarezza sulla variante indiana: “I soggetti a cui è stata genotipizzata una variante sono in totale 5.540: 5.423 per la variante inglese, 33 per la sudafricana, 50 per la giapponese-ex brasiliana, 34 per quella nigeriana”. La Moratti ha parlato anche della situazione carceri in Regione, spiegando che: “Regione Lombardia in ambito penitenziario ha utilizzato azioni di diagnosi e contact tracing molto avanzate. Esse hanno consentito un immediato avvio della campagna vaccinale”.

Più del 60% dei detenuti ha ricevuto la prima dose, con punte massime dell’80% in alcuni degli istituti principali come Opera, San Vittore, Bollate, Monza e Brescia: “Era importante porre la massima attenzione all’interno di strutture come le carceri – ha concluso Letizia Moratti – per evitare la diffusione del virus e l’insorgere di pericolosi focolai. Regione Lombardia l’ha fatto, da una parte attraverso un’azione di monitoraggio e di contact tracing con i tamponi; dall’altra procedendo alla vaccinazione del personale di Polizia penitenziaria e detenuti con percentuali significative”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 5 MAGGIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA