BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 28 SETTEMBRE/ Ministero Salute: +1.494 casi e 16 morti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia del 28 settembre 2020, i dati del Ministero della Salute: +1.494 casi e 16 morti, gli aggiornamenti sull’epidemia

Laboratori San Matteo Pavia
Laboratori ospedale (LaPresse, 2020)

Diminuisce il numero dei nuovi casi di coronavirus in Italia, ma a fronte di un numero di tamponi dimezzato rispetto al solito. Sono 51.109 quelli processati nelle ultime 24 ore, secondo il nuovo bollettino diffuso dal Ministero della Salute. I nuovi contagiati sono 1.494, 16 invece i morti e 773 le persone guarite-dimesse. Significativo anche il dato relativo alla pressione ospedaliera: ci sono 10 pazienti in più in terapia intensiva, inoltre si riscontrano 131 ricoveri in più in reparti Covid. Pertanto, il totale dei casi di coronavirus accertati in Italia dall’inizio dell’epidemia Covid sale a quota 311.364, mentre i decessi sono 35.851 e le persone dimesse-guarite 225.190. Quindi, le persone attualmente positive al coronavirus sono 50.323. Di queste, 47.082 sono in isolamento domiciliare, 264 in terapia intensiva e 2.977 in altri reparti Covid. La Regione Campania è ancora quella più colpita: sono 295 i nuovi casi. Poi il Lazio a 211, il Veneto a 183, in Lombardia 119. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI NUOVO BOLLETTINO

Il bollettino coronavirus del Ministero della Salute verrà emesso anche per la giornata odierna, lunedì 28 settembre, attorno alle ore 17:00. In attesa di scoprire tutti gli ultimi aggiornamenti su nuovi contagi, dimessi, e vittime, andiamo a dare una breve ripassata al bollettino coronavirus del Ministero della Salute della giornata di ieri. I dati sono stati leggermente in calo rispetto a sabato, visto che i nuovi casi scoperti sono stati 1.766 (contagiati totali 309.870) a fronte dei 1.869 della giornata precedente, ma con meno tamponi. 17 le vittime (in linea con il dato di sabato), per un totale di decessi dallo scorso 21 febbraio, giorno di inizio della pandemia, apri a 35.835. Continuano ad aumentare le persone attualmente positive in Italia, visto che ad oggi sono 49.618, 1.025 in più rispetto alla precedente rilevazione, mentre la situazione negli ospedali ci racconta di 254 pazienti in terapia intensiva (+7), con 2.846 ricoverati negli altri reparti (+100). Boom in isolamento domiciliare, +918, per un totale di 46.518.

CORONAVIRUS ITALIA, GUERRA PROMUOVE L’ITALIA

In attesa del bollettino coronavirus Ministero della Salute di questa sera, andiamo a leggere le dichiarazioni di Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Oms e membro del Comitato tecnico scientifico (Cts), che parlando nelle scorse ore con il Corriere della Sera ha confessato: «L’epidemia è sotto controllo in Italia. Non ci sono state esplosioni di casi, è una lenta risalita di persone positive che non porta per il momento a intasamenti in ospedale. Il sistema di monitoraggio dà la possibilità di controllare con precisione e tempestività la situazione e di capire se peggiora». La domanda sorge quindi spontanea: perchè l’Italia sta contenendo il virus a differenza invece dei vicini paesi europei?«Gli italiani, a differenza di quanto si dice, sono molto disciplinati, a parte qualche episodio isolato di mancato rispetto delle regole. La gente ha capito che non si può scherzare. Inoltre il sistema di ricerca dei contatti è stato rafforzato con risorse umane e strumentali da ministero e regioni. Siamo il primo Paese per numero di tamponi effettuati, con una logistica molto efficace disposta dal commissario straordinario». Di seguito il bollettino coronavirus Ministero della Salute di ieri

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 27 SETTEMBRE



© RIPRODUZIONE RISERVATA