BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 15 OTTOBRE/ Ministero: 2732 casi 42 morti, boom tamponi

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia, i dati del Ministero della Salute di oggi 15 ottobre 2021: 2.732 casi e 42 morti, boom tamponi per Green pass e crollo tasso positività allo 0,5%

coronavirus microscopio 2020 lapresse 640x300
Coronavirus al microscopio (LaPresse)

Il tasso di positività Covid scende allo 0,5%, evidenziando un calo dello 0,3% nel bollettino sul coronavirus diffuso dal Ministero della Salute, complice l’incremento di tamponi processati per via dell’introduzione dell’obbligatorietà del Green pass sul lavoro. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono infatti 506.043, dei quali solo 2.732 sono risultati positivi. Dall’inizio della pandemia Covid sono stati dunque certificati 4.712.482 casi di coronavirus. Per quanto riguarda invece i morti, ne sono stati registrati altri 42, che portano il totale a 131.503. Per quanto concerne i guariti, ne sono stati riscontrati altri 3.533, quindi nel complesso arrivano a quota 4.502.457. Di conseguenza, le persone attualmente positive al coronavirus sono 78.522, di cui 75.720 in isolamento domiciliare.

Analizziamo ora i dati relativi alla pressione ospedaliera, nelle aree mediche Covid sono ricoverate 2.445 persone (-34), invece i malati in terapia intensiva sono 357 (-2), di cui 20 sono ingessi giornalieri. Infine, la ripartizione dei casi per regione: 348 nel Lazio, 342 in Veneto, 288 in Lombardia, 279 invece in Campania. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI NUOVO BOLLETTINO MINISTERO SALUTE

Prosegue la settimana e anche per oggi, venerdì 15 ottobre 2021, è atteso il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, aggiornato con tutti i principali dati circa l’evoluzione delle curva epidemiologica in Italia. In attesa del report odierno, che verrà comunicato come sempre dopo le 17:00, diamo uno sguardo ai numeri contenuti nel bollettino di ieri, quando i nuovi contagiati emersi sono stati 2.668 su 324.614 tamponi processati fra antigenici e molecolari.

Il tasso di positività si mantiene su livelli tutto sommato stabili, pari allo 0.8 per cento, mentre le morti, purtroppo, non si azzerano, tenendo conto che anche ieri si sono registrati 40 decessi per covid, per un totale da inizio pandemia pari a 131.461. A livello ospedaliero si segnalano 2.479 ricoverati in degenza normale, in diminuzione di 73 unità, mentre in terapia intensiva il dato segnala 359 pazienti gravi, in calo invece di 8 unità. Infine, come sempre, segnaliamo i casi della Lombardia, 273 (qui il report completo).

CORONAVIRUS ITALIA: IL COMMENTO DI TOTI

Intanto oggi è il 15 ottobre, giorno in cui diverrà obbligatorio per tutti i lavoratori d’Italia, salvo gli esenti, il green pass, il passaporto verde. A riguardo si è espresso il governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, da sempre pro-vax, che come riferito da SkyTg24.it si è schierato contro l’eventuale introduzione del tampone gratuito. “Garantire il tampone gratuito vorrebbe dire inficiare il procedimento sul green pass – ha spiegato Toti – la gente deve rendersi conto che questo è un provvedimento che durera’ nel tempo. Infilarsi un tampone nel naso a 15 euro ogni 48 ore non può essere un modo di vita. Il vaccino e’ un obbligo civile, morale, etico e lavorativo”.

Quindi il cofondatore di Coraggio Italia ha aggiunto e ribadito il concetto: “Il tampone gratuito è contro la filosofia del procedimento sul green pass. C’è uno strumento di sanià pubblica che è totalmente gratuito a disposizione di tutti nel giro di poche ore e si chiama ‘vaccino’. Il tampone è il termometro che misura la febbre, il vaccino è la medicina che la cura, non possono essere messi sullo stesso piano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA