BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 6 MAGGIO/ Ministero Salute: 258 morti, 11.807 casi

- Davide Giancristofaro Alberti

Tutti i dati aggiornati sui contagi in Italia con il bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, giovedì 6 maggio 2021: 258 morti, 11.807 nuovi casi, -653 ricoveri

coronavirus covid italia 10 lapresse1280 640x300
Foto Claudio Furlan (LaPresse)

La curva del coronavirus prosegue nella propria lenta discesa verso un netto miglioramento a livello nazionale: il bollettino del Ministero della Salute aggiornato alle ultime 24 ore, registra ancora un numero di nuovi casi totali “ridotto”, inferiore ai guariti, con un calo drastico di alti 600 ricoverati circa nelle corsie d’ospedale. Resta ancora alto il numero dei morti – altri 258 tra ieri e oggi, 122.263 da inizio pandemia – anche se per la Ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini ha spiegato a Rai Radio1 come «in poche settimane avremo messo in sicurezza tutti gli over 80, buona parte degli over 70 e i fragili e dunque potremo passare alla campagna di massa. Previsto dunque sia il calo del numero dei ricoverati nei reparti ordinari e in terapia intensiva, sia il numero delle vittime avrà un drastico ridimensionamento».

Son 11.807 i nuovi casi totali, con 15.867 guariti e un tasso di positività che sale al 3,6% (+0,4%): con 324.640 tamponi processati nelle ultime 24 ore, in Italia sono ancora positivi al test Covid 402.802 persone (-4.327). Di questi, 383.627 sono ancora in isolamento domiciliare, 2.308 le terapie intensive occupate (-60 rispetto a mercoledì), 16.867 i ricoverati in ospedale con sintomi Covid, calo di 653 unità rispetto a ieri. Sopra quota 1000 contagi in Italia solo 4 Regioni oggi: la Lombardia (+2.151 nuovi casi con 54mila tamponi), Campania (+1.508 con 28mila tamponi), Lazio (+1.007 con 31mila tamponi), Sicilia (+1.202 con 26mil tamponi). (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI OGGI

E’ tempo di scoprire il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, il report contenente gli ultimi dati aggiornati ad oggi, giovedì 6 maggio 2021, circa la pandemia di covid in Italia. Puntuale come un orologio svizzero la nuova comunicazione giungerà fra le ore 17:00 e le 17:30 di questa sera, e ci permetterà di scoprire quanti sono stati i nuovi casi di covid, quindi le vittime, la situazione ospedaliera e tutti quegli indici che abbiamo imparato, purtroppo, a conoscere, in questi 13 mesi e passa di pandemia. In attesa del nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, andiamo a rivedere brevemente il report di ieri, quando sono emersi altri 10.585 contagi.

Da registrare, purtroppo, ancora dei morti da covid, leggasi 267, numero che sembra in decrescita, ma il computo di vittime da inizia pandemia resta altissimo, pari a 122.005. Bene gli ospedali, in cui si stanno continuando a liberare posti letto: in terapia intensiva sono al momento 2.368 i pazienti, 55 in meno rispetto a 24 ore fa, mentre negli altri reparti il calo è stato più marcato, ben 656 meno per un totale di 17.520. Infine, a livello regionale, la Lombardia è quella che ha fatto registrare più casi, 1.557 (qui il report completo di ieri).

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 6 MAGGIO, IL COMMENTO DI IPPOLITO

I dati fanno ben sperare in vista dell’estate, ma guai a pensare ad un liberi tutti, così come specificato ieri anche da Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani di Roma, nonché membro del Cts, il Comitato Tecnico Scientifico, che intervistato dai microfoni del Corriere della Sera in previsione della stagione calda ha specificato: “Innanzitutto dipenderà dall’andamento dell’epidemia e, in parte, anche dalla possibilità di possedere un’attestazione vaccinale”. Per Ippolito comunque è “giusto sognare un’estate libera”, ma che sia “responsabile”.

E ancora: “In vista dell’estate si sta cercando di garantire la mobilità all’interno dell’Italia e tra Paesi, il 29 aprile il Parlamento europeo ha votato il certificato Eu Covid-19. Non tutti i dettagli sono stati messi a punto, c’è bisogno del confronto tra i governi. Probabilmente servirà che una persona sia stata vaccinata o che sia guarita dall’infezione o che abbia eseguito un test con esito negativo. E’ un approccio simile a quello adottato dall’Italia nel decreto riaperture”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 5 MAGGIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA