Bollettino vaccini covid oggi 16 gennaio/ Superata quota 1 mln, Campania più virtuosa

- Davide Giancristofaro Alberti

Il bollettino vaccino covid di oggi, 16 gennaio: tutti i dettagli in merito alla situazione vaccinazione nel Belpaese con gli ultimi aggiornamenti

paduli vaccino anti-covid
Il vaccino Pfizer-Biontech (LaPresse)

E’ tempo di fare il punto sulla campagna di vaccinazione in Italia con il nuovo bollettino vaccini covid di oggi, sabato 16 gennaio 2021. Stando agli ultimi dati aggiornati dal governo attorno alle ore 22:00 di ieri sera, al momento il Belpaese ha già superato quota un milione di vaccinati (come del resto aveva sottolineato ieri il premier Giuseppe Conte), e nel dettaglio 1.039.366 su 1.445.925 che sono state totalmente consegnate al paese (sia di Pfizer-BioNTEch quanto di Moderna, in attesa dell’approvazione di AstraZeneca).

Per quanto riguarda le consegne, dal 30 dicembre al 7 gennaio sono state 908.700 le dosi arrivate in Italia, mentre nel periodo 11-13 sono state in totale 537.225, con l’aggiunta delle 9.750 dosi “simboliche” del V-Day, lo scorso 27 dicembre, interamente somministrate lo stesso giorno d’arrivo. Il bollettino vaccini covid sottolinea come siano pari al 68.7% le dosi di farmaco già iniettate, con la Campania che risulta essere la regione più virtuosa con il 90.1% (98.505 dosi su 109.345), seguita dall’Emilia Romagna a quota 78.6%, e sul gradino più basso del podio troviamo il Veneto a quota 78.3%.

BOLLETTINO VACCINI COVID 16 GENNAIO: LE REGIONI PIÙ VIRTUOSE

Sta lentamente risalendo la graduatoria la Lombardia, ripresasi dopo un inizio “diesel”, e attualmente a quota 69.3% con 163.230 dosi somministrate sulle 235.620 ricevute), mentre nel Lazio la percentuale è pari al 66.1%. Regioni meno virtuose, Basilicata e Calabria, rispettivamente a quota 52.8 e 43.3%. Per quanto riguarda la fascia d’età il bollettino vaccini covid sottolinea come il range 50-60 anni sia quello più vaccinato, circa 280mila persone, seguito dalla fascia 40-49 con 215mila. Ovviamente la fascia con meno vaccini è quella più giovane, di preciso quella 16-19 (il limite ricordiamo che è di 16 anni), con 2.814 dosi. Infine diamo uno sguardo alle categorie di coloro che hanno ricevuto la “cura” contro il coronavirus, leggasi 777.961 operatori sanitari fra medici, infermieri, oss e personale vario, mentre sono 169.703 le persone non dipendenti degli ospedali ad essersi già sottoposte al vaccino. Chiudono gli ospiti delle Rsa con 91.702 dosi.

QUI IL BOLLETTINO VACCINI COVID AGGIORNATO IN TEMPO REALE AL 16 GENNAIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA