Bonus asilo nido 2021, come fare domanda?/ Video tutorial: richieste fino a 3mila €

- Alessandro Nidi

Come richiedere il bonus asilo nido 2021? Lo spiega un video tutorial pubblicato sui canali ufficiali dell’INPS: ecco tutti i dettagli

Giochi da fare in casa con bambini
Immagine di repertorio (Pixabay, 2020)

Nelle scorse ore è diventato di stringente attualità il tema del bonus asilo nido 2021, in quanto in data 24 febbraio 2021 sono stati aperti ufficialmente i termini per presentare la richiesta online mediante la procedura dedicata e spiegata nei minimi dettagli nel video tutorial realizzato dall’INPS e caricato su YouTube (lo trovate al fondo del presente articolo, ndr). Il bonus sarà riconosciuto ai genitori di bambini nati dopo il 1° gennaio 2016.

Più dettagliatamente, per i bambini di età compresa fra 0 e 3 anni, è previsto un contributo alle spese connesse ad asili pubblici o privati autorizzati o, in alternativa, nel caso di minori affetti da gravi disabilità, un sostegno finanziario teso al supporto presso la loro abitazione. L’importo richiedibile varia a seconda della fascia di reddito: si arriva fino a 3mila euro per le famiglie con ISEE sino a 25mila euro, a 2.500 euro per le famiglie con ISEE da 25mila a 40mila euro e, infine, a 1.500 euro per le famiglie con ISEE da 40mila euro in su. Qualora i genitori del/dei minore/minori siano sposati e conviventi, l’ISEE ordinario coincide con l’ISEE minorenni.

BONUS ASILO NIDO 2021: COME FARE DOMANDA?

Come si può inoltrare la propria richiesta (entro e non oltre il prossimo 31 dicembre) per ottenere il bonus asilo nido 2021? Innanzitutto, si deve essere in possesso dell’identità digitale Spid o premunirsi di CIE, CNS o Pin dispositivo. In particolare, la fattura attestante i costi sostenuti dal nucleo familiare dovrà essere caricata in allegato utilizzando l’app “INPS mobile” o l’analoga procedura web. Nell’istanza dovranno essere indicati denominazione e partita Iva dell’asilo nido, codice fiscale del minore, mese di riferimento della retta, estremi del pagamento o quietanza di pagamento. Occorrerà poi anche specificare se si tratti di un asilo nido pubblico o privato e i mesi di frequenza per i quali richiedere il bonus (che non possono comunque essere superiori a undici). Per qualsiasi altro dubbio relativo alle modalità di presentazione della domanda per l’ottenimento del bonus asilo nido 2021, invitiamo la platea di lettori interessati all’argomento a visionare il video tutorial rilasciato dai canali ufficiali dell’INPS, che per comodità pubblichiamo qui di seguito sulle nostre colonne.



© RIPRODUZIONE RISERVATA