Borsa Italiana oggi/ Unicredit a -5,4%, Bper a +3,2% (7 agosto 2019)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari passa in rosso. Sul listino principale bene Banco Bpm e Bper. Male invece Unicredit e Saipem. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Trader-Borsa_Usa_Lapresse
Lapresse

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15.40

La Borsa italiana cede lo 0,7% e sul listino principale troviamo in rialzo A2A (+0,2%), Amplifon (+2,2%), Atlantia (+1,2%), Banco Bpm (+4,1%), Bper (+2,4%), Buzzi (+2,6%), Diasorin (+0,7%), Ferrari (+0,5%), Hera (+0,2%), Italgas (+0,1%), Juventus (+0,4%), Leonardo (+1%), Nexi (+2,3%), Pirelli (+0,1%), Poste Italiane (+1,5%), Prysmian (+0,4%), Recordati (+1,8%) e Stm (+0,7%). I ribassi più ampi sono quelli di Azimut (-0,8%), Campari (-0,7%), Cnh Industrial (-0,7%), Eni (-1%), Ferragamo (-0,7%), Fineco (-1%), Intesa Sanpaolo (-1,9%), Mediobanca (-1,9%), Saipem (-2,3%), Ubi Banca (-1,2%) e Unicredit (-5,4%). Fuori dal listino principale Biodue sale del 22,6%, mentre Digital Bros cede il 7,3%. Il cambio euro/dollaro sale sopra quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si trova sotto i 205 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:30

La Borsa italiana sale dello 0,5% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Campari (-0,4%), Ferragamo (-0,1%), Fineco (-0,7%), Mediobanca (-0,5%) e Unicredit (-3,4%). I rialzi più significativi sono quelli di Amplifon (+2,1%), Banco Bpm (+5,7%), Bper (+3,2%), Buzzi (+2,9%), Cnh Industrial (+0,8%), Diasorin (+1,1%), Exor (+0,8%), Fca (+1,4%), Ferrari (+1,7%), Generali (+0,6%), Juventus (+0,8%), Moncler (+0,9%), Nexi (+1,2%), Poste Italiane (+1,1%), Prysmian (+1,8%), Recordati (+1,6%), Snam (+0,9%), Stm (+1,6%), Tenaris (+1,2%), Ubi Banca (+1,1%), Unipol (+1%) e UnipolSai (+0,7%). Fuori dal listino principale Biodue sale del 21,5%, mentre Telesia cede l’8%. Il cambio euro/dollaro si trova appena sotto quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 204 punti base.

PIAZZA AFFARI PUNTA A TENERE QUOTA 20.500

Anche oggi sono pochi i dati macroeconomici rilevanti in agenda. Da segnalare alle 8:00 la produzione industriale tedesca nel mese di giugno, mentre alle 16:30 conosceremo l’ammontare delle scorte settimanali di petrolio negli Usa. In giornata è attesa anche l’emissione di Bund a cinque anni. L’attenzione sarà ancora puntata sulla guerra commerciale Usa-Cina. A Piazza Affari è ancora tempo di semestrali con quelle, tra le altre, di Bper, Ima e Tod’s. In programma anche la conference call a commento dei dati di Unicredit comunicati ieri. Attese anche le trimestrali di AIG e di Commerzbank.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,68% a 20.631 punti. Sul listino principale bene Fineco (+2,2%) e Buzzi (+2,2%). Raggiunge il rialzo di un punto percentuale anche Diasorin. Male invece Cnh Industrial (-2,4%), Campari (-2,1%), Ferrari (-2%), Amplifon (-2,1%),  Pirelli (-2,7%) e Tenaris (-2,3%). Superiori al punto percentuale anche i ribassi di Bper (-1,4%),  Intesa Sanpaolo (-1,2%), Leonardo (-1,7%), Poste Italiane (-1,6%), Snam (-1,2%), Telecom Italia (-1%), Ubi Banca (-1,4%), Unipol (-1,7%) e UnipolSai (-1,3%). Lo spread tra Btp e Bund è sceso sotto i 206 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA