CAGLIARI SALVO/ Il Crotone ferma il Benevento: Semplici può già festeggiare

- Fabio Belli

Il Cagliari è salvo: il pareggio del Crotone a Benevento sancisce l’aritmetico traguardo raggiunto dagli isolani prima ancora di giocare a San Siro, grande impresa per Leonardo Semplici.

Cagliari gruppo gol lapresse 2021 640x300
Il Cagliari è aritmeticamente salvo (Foto LaPresse)

CAGLIARI SALVO PRIMA ANCORA DI GIOCARE

Il Cagliari è aritmeticamente salvo. Prima ancora di scendere in campo contro il Milan arriva la notizia che il popolo rossoblu stava aspettando: Leonardo Semplici ce l’ha fatta, ha mantenuto la squadra in Serie A nonostante le premesse fossero totalmente contrarie. Merito del Crotone che, ampiamente retrocesso, ha fermato il Benevento: sotto di un gol al 13’ (marcatore il solito Gianluca Lapadula) e di un uomo 11 minuti più tardi – espulso Golemic – il Crotone ha comunque trovato l’orgoglio e al 93’, con il solito Simy che ha raggiunto i 20 gol in campionato, ha saputo pareggiare. Il Benevento ora vive un dramma, ma in Sardegna è festa grande: quando Eusebio Di Francesco è stato esonerato, erano in pochi a pensare che il Cagliari avrebbe potuto centrare la salvezza. Il traguardo è stato raggiunto con una giornata di anticipo: ora contro il Milan si potrà giocare con la testa sgombra e senza paure. Guardando il bicchiere mezzo vuoto, sicuramente il presidente Tommaso Giulini aspettava ben altro tipo di stagione dalla sua squadra, che era costruita per una classifica diversa: sarà ora compito suo e dello staff tecnico e dirigenziale provare a invertire la rotta per il prossimo campionato, che comunque sarà ancora in Serie A. (agg. di Claudio Franceschini)Il Cagliari si salva se riuscirà a compiere un ultimo sforzo rispetto a una rimonta che per la formazione allenata da Leonardo Semplici è stata davvero straordinaria. Nella lotta per non retrocedere la classifica recita: Cagliari 36 punti, Torino e Spezia 35, Benevento (terzultimo e al momento condannato alla retrocessione) 31.

IL CAGLIARI SI SALVA SE…

Il che significa che con un punto nella sfida col Milan i sardi saranno matematicamente salvi: questo perché il Cagliari è in vantaggio negli scontri diretti sia col Benevento terzultimo e sarebbe al sicuro anche in caso di parità a tre a 37 con Spezia e Benevento (per differenza reti nella classifica avulsa) o con Torino e Benevento, e anche in caso di arrivo a quattro squadre, non molto probabile ma comunque ancora magicamente possibile. Un quadro dunque blindato per una squadra che ha raccolto 14 punti nelle ultime 8 gare disputate in campionato, cambiando completamente il suo destino nelle ultime giornate: la rimonta nel recupero contro il Parma ha fatto scattare la scintilla che ha ribaltato una situazione quasi compromessa.

CAGLIARI SI SALVA SE… FESTA RIMANDATA CONTRO IL MILAN

Il Cagliari è a un solo punto dalla salvezza e anche se il traguardo è davvero vicino, la trasferta a San Siro contro il Milan potrebbe non coincidere con il raggiungimento della matematica permanenza in Serie A. Questo perché i rossoneri hanno bisogno di una vittoria per blindare definitivamente il ritorno in Champions League dopo 7 anni di assenza dalla massima competizione europea.

Il Cagliari è in ottima forma e sa che il cammino è in discesa, ma comunque anche perdendo col Milan e con una contemporanea vittoria del Benevento col Crotone, ci sarà comunque la possibilità di mettere al sicuro la salvezza nell’ultima sfida in casa contro un Genoa già salvo, festeggiando alla Sardegna Arena il lieto fine di una stagione particolarmente tribolata. Ovviamente questo quadro non tiene conto di possibili passi falsi delle avversarie: l’esito dello scontro diretto fra Torino e Spezia potrebbe tenere una delle due squadre indietro anche in caso di sconfitta del Cagliari e un passo falso del Benevento chiuderebbe definitivamente i conti per i rossoblu, anche se contro il Crotone già retrocesso i sanniti partono comprensibilmente favoriti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA