FINALmentE Inter: le pagelle di Barcellona Inter

L’Inter soffre ma vola in finale dove troverà il Bayern Monaco

28.04.2010 - La Redazione
mourinho_chivu_R375x255_28apr10

Marcatori: 84′ Piquè (B)

Barcellona 3-4-3: Victor Valdes; Milito (46′ Maxwell), Piquè, Tourè; Keita, Xavi, Busquets (63′ Suarez), Dani Alves; Pedro, Ibrahimovic, Messi. A disp: Pinto, Marquez, Maxwell, Alcantara, Suarez, Krkic, Henry. All. Guardiola.

Inter 4-3-1-2: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, J.Zanetti; Thiago Motta, Cambiasso, Chivu; Sneijder (66′ Muntari); Eto’o (85′ Mariga), D.Milito (81′ Cordoba). A disp: Toldo, Cordoba, Materazzi, Arnautovic, Muntari, Mariga, Balotelli. All. Mourinho.

Arbitro: De Bleeckere

Ammoniti: 10′ Thiago Motta, 27′ Pedro, 35′ Julio Cesar, 43′ Chivu, 82′ Muntari,

Espulsi: 28′ Thiago Motta

LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

Julio Cesar  7: una parata straordinaria su Messi nel primo tempo mentre nella ripresa controlla senza patemi gli assalti del Barcellona.

Maicon 6: non attacca perchè deve tamponare le accellerazioni di Pedro.

Lucio 7,5: Ibrahimovic viene annullato dal brasiliano ancora una volta impeccabile.

Samuel 7,5: anche lui monumentale, contro di lui rimbalzano gli attacchi di Messi e compagni.

J.Zanetti 7: altra grande prestazione del capitano che cerca di limitare le folate di Dani Alves.

Thiago Motta 4: assolutamente inutile la manata a Busquets (che accentua la caduta). Era già ammonito e lascia l’Inter per circa un’ora in dieci.

Chivu 7: gioca da centrocampista e deve faticare il doppio dopo l’espulsione di Thiago Motta.

 

Cambiasso 7,5: lotta e combatte come un indemoniato tallona e raddoppia su Messi.

 

Sneijder 6: non in perfette condizioni fisiche si limita a pressare per poi lasciare spazio a Muntari.

 

Eto’o 7: trovate una prima punta che si sacrifica andando a giocare da terzino per tutto il match. Gladiatore.

 

Milito 7: nel primo tempo si ritrova a fare l’unica punta in mezzo ai colossi del Barcellona e dopo il terzino per aiutare Maicon. Inesauribile.

 

Muntari 5,5: entra per fare "legna" in mezzo al campo ma spesso si lascia andare a troppi preziosismi inutili.

 

Cordoba 5,5: entra nel finale e cerca di evitare il gol di Piquè ma il difensore catalano lo salta con una pregevole finta.

 

Mariga s.v.

 

Mourinho 8: questa Inter è a sua immagine e somiglianza. Caparbia, attenta, pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Adesso il popolo nerazzurro gli chiede di riportare la Champions a Milano dopo molti decenni.

 

(Claudio Ruggieri)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori