INTER ROMA/ Totti ora rischia: esclusione dai Mondiali, multa salata e pesante squalifica

- La Redazione

Il capitano giallorosso potrebbe essere seriamente punito per il calcione a Balotelli

totti_inginocchio_R375x255_26apr10

INTER ROMA – Potrebbe costare carissimo a Totti il calcione rifilato a Balotelli nella finale di Coppa Italia. Oltre ad un’eventuale squalifica per la prossima stagione, si parla di tre turni come minimo, e di una multa salata, circa 50mila euro, il numero 10 giallorosso potrebbe infatti perdere l’aereo Mondiale che porta in Sud Africa. Secondo alcuni Lippi non potrà non tenere conto di quanto accaduto mercoledì sera, e di conseguenza, il Pupone verrebbe depennato dalla lista dei partenti. C’è chi però la pensa diversamente.

Sono infatti in molti a pensare che il ct toscano abbia già deciso da un pezzo quali saranno i convocati e che il calcione a Balotelli non influenzerà tali scelte. Intanto Totti si scusa: «È vero, ho sbagliato, ma la cosa brutta è che al gol di Parma tutti ti chiamano, poi passano 3 giorni e ti ritrovi solo con gli amici di sempre. Provo grande amarezza». Il romano avrebbe reagito ad una dura provocazione di Balotelli. «Sei finito, romano di m…», le parole del prodigio nerazzurro che avrebbero fatto andare su tutte le furie il numero 10 giallorosso.

C’è chi parla di accuse razziste. Nessuno può dirlo, ma c’è da sottolineare il fatto che nel 2002 Totti partecipò ad uno spot anti-razzista promosso dal comune, ricevendo poi in maniera ingrata uno striscione non bello dalla curva. Totti, che non si è ancora scusato con Balotelli, avrebbe fatto visita nell’anticamera dello spogliatoio nerazzurro per scusarsi con Zanetti e Materazzi. «Il primo a essere triste è proprio Francesco — ha detto Montali —, ma quando c’è agonismo può succedere. Questa però è una cosa che non è da Roma e a noi non deve capitare, manon mettiamoci dentro cose che non ci sono. Lui prima di tutto è un uomo di una generosità straordinaria, un grande campione».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori