CALCIO/ Bundesliga: giocatori del Colonia minacciati di morte

- La Redazione

“Il limite è stato chiaramente superato” ha detto il dirigente tedesco in riferimento alla frase “Vi picchieremo a morte in caso di retrocessione” apparse su un cartellone pubblicitario.

Colonia_r400
giocatori Colonia (foto Ansa)
Pubblicità

Genova e Colonia distano quasi mille chilometri, ma gli avvenimenti di questi ultimi giorni hanno avvicinato moltissimo le due città. I

L club tedesco ha presentato martedì una denuncia contro ignoti per le minacce di morte rivolte ad alcuni giocatori, dopo la sconfitta incassata dalla squadra nel week-end: l’amministratore delegato della società, Claus Horstmann, ha dichiarato in un comunicato che la denuncia è stata depositata presso la procura legale.

“Il limite è stato chiaramente superato” ha detto il dirigente tedesco in riferimento alla frase “Vi picchieremo a morte in caso di retrocessione” apparse su un cartellone pubblicitario posto di fronte al centro di allenamento del club.

Nel match della scorsa domenica, il Colonia ha perso 4-1 contro il Wolfsburg – una delle concorrenti dirette per la salvezza – e, a tre giornate dalla fine del campionato, si trova a soli tre punti dalla zona retrocessione.

Il campionato, poi, è tutt’altro che facile: domenica ci sarà lo scontro contro il Bayer Leverkusen secondo in classifica.

Il capitano della squadra, Lukas Podolski, è sicuro che le minacce arrivino da “non tifosi”, mentre mister Frank Schaefer si è detto “scioccato” per l’accaduto. Dopo il Bayer Leverkusen, il Colonia affronterà l’Eintracht Francoforte in trasferta e lo Schalke 04 in casa.
 
 

Pubblicità

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DELLE MINACCE RIVOLTE AI GIOCATORI DEL COLONIA

L’ultimissima ora vuole che il tecnico abbia presentato oggi le sue dimissioni con effetto immediato. Il direttore sportivo Volker Finke assumerà l’incarico fino alla fine della stagione della Bundesliga. Schaefer avrebbe informato la squadra prima dell’allenamento di questa mattina. Il tecnico 47enne aveva già comunicato in precedenza che avrebbe lasciato l’incarico a fine stagione per “motivi personali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori