Pagelle/ Chievo-Fiorentina (1-2): i voti e il tabellino della partita (Serie A, nona giornata)

- La Redazione

Chievo-Fiorentina, tra le gare di questa nona giornata di campionato, finisce 1-2: vantaggio clivense con Cesar, rimonta viola firmata dalla doppietta di Cuadrado. I voti della partita.

cuadrado_corsa
Juan Cuadrado, 25 anni, ala destra colombiana della Fiorentina (INFOPHOTO)

Chievo-Fiorentina finisce 1-2: vantaggio clivense con Cesar, rimonta viola firmata dalla doppietta di Cuadrado. In classifica Chievo ultimo a 4 punti, meno 2 dal terzultimo posto, Fiorentina invece a 18 alla pari con l’Inter. Nel prossimo turno Fiorentina-Napoli (mercoledì 30 ottobre, ore 20:54) e Roma-Chievo (giovedì 31, ore 20:45). Partita sempre aperta, entrambe le squadre hanno cercato la via del gol e di proteggere il proprio vantaggio. Il Chievo ci ha messo agonismo e impegno, la Fiorentina ha offerto anche qualche chicca tecnica. Nel complesso una gara con poche fasi noiose.

Arrembante nelle primissime battute ad interprete di un primo tempo positivo, il Chievo ha subito come una mazzata il pareggio di Cuadrado a pochi secondi dall’intervallo. Poi non è più riuscito a rendersi pericoloso al tiro, anche perché la Fiorentina ha fatto valere la maggiore qualità nella gestione del vantaggio. I gialloblù sono riusciti ad anestetizzare Pizarro ma non Cuadrado: sconfitta pesante ma onorevole. Resta l’impressione che la squadra abbia bisogno di qualcosa in più da centrocampo in sù: chissà che pescando tra le riserve (Acosty, Lazarevic, Improta) non si possa trovare qualche risorsa a sorpresa. Intanto la società conferma Sannino che nell’infrasettimanale è atteso al test più duro, sul campo della Roma.

Vittoria importante, la terza in una settimana affollata, che conferma la sanità mentale, e non solo tecnica, della formazione viola. Non era facile riaprire il Chievo dopo il gol di Cesar: merito di Cuadrado ma di tutta la squadra che non si è sfilacciata o depressa. Attacco perlopiù costante, qualche buco in fase difensiva e gestione lucida del vantaggio nell’ultima fetta del match. Peccato per il giallo a Gonzalo Rodriguez: salterà il match di mercoledì contro il Napoli.

Nervosismo in alcuni momenti della partita, che però non riserva casi da moviola: bene o male la gestisce con tutta la terna.

Chievo

Prestazione sicura, i gol non lo toccano.

Reattivo nel primo tempo, nel secondo soffre.

Una grande chiusura su Cuadrado, costringe Rossi a giocare di sponda. 

Un bel gol che poi difende con grinta; più in affanno nella ripresa ma mai domo.

Pasticcia in occasione dell’1-1, in attacco risulta impalpabile dal 25’st Entra in un momento molto viola: subito ammonito, porta un pò d’energia.

Tanto pressing, alla lunga si scarica e fluttua nel fraseggio viola.

Si batte ma globalmente riesce ad impostare poco, non solo per demeriti propri dal 43’st SAMASSA s.v.

Utile in fase difensiva, spesso si abbassa a coprire l’area; poco dalla cintola in su dal 33’st PELLISSIER 6 Riscalda ambiente e speranze, ma non ha molto modo di incidere. 

Due-tre cross di zucchero: uno è l’assist per Cesar. Uno dei più efficaci.

Tanto movimento ma pochi rifornimenti: copione già visto.

Come Paloschi è molto mobile ed infastidisce i difensori, in fase conclusiva si arrangia con quel che ha.

All.SANNINO 6 Il Chievo gioca un bel primo tempo, però conferma che quando deve recuperare fa molta fatica. Se Cuadrado è un fenomeno però non è colpa sua.

Fiorentina

Bucato senza colpe, attento sul resto che non è molto, più uscite che altro.

Mischia attimi d’esitazione e buone iniziative in attacco.

Un pò ruvido ma sempre efficace. In più manda in porta Pasqual da quaterback e si spinge all’attacco.

Cesar buca le sue zolle di competenza, lui riacquista sicurezza nella ripresa.

Sgroppate frequenti, cross morbidi.

In costante proiezione offensiva, si inserisce spesso in zona calda ma raccoglie poco dal 32’st J.VARGAS 6 Innesto positivo, tiene alta l’attenzione.

Pressato ai limiti dell’asfissia, si limita al passaggio più semplice.

Come sempre molto coinvolto e preciso, anche se meno incisivo del solito.

Si muove molto, meglio nei fraseggi di squadra che negli spunti personali dal 14’st MATOS 5,5 Non molto in evidenza, fa volume là davanti.

Braccato ma non per questo limitato: utile con sponde e assist, in area trova davvero poca aria dal 40’st VCINO s.v.

Doppietta decisiva, son grosse castagne tolte dal fuoco. Fosse sempre così concreto… 

All. La Fiorentina non si scompone dopo lo svantaggio, e pian piano si riassesta: bella prova di tenuta mentale.

Il tabellino

Marcatori: 13’Cesar (C), 45’Cuadrado (F), 64’Cuadrado (F)

Chievo (3-5-2): Puggioni; N.Frey, Claiton, Cesar; Estigarribia (25’st Sestu), P.Hetemaj, Radovanovic (43’st Samassa), Bentivoglio (33’st Pellissier), Dramè; Paloschi, Thereau (Silvestri, Squizzi, Papp, Bernardini, Pamic, Improta, Acosty, Lazarevic, Ardemagni). All.Sannino.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, G.Rodriguez, Savic, Pasqual; Aquilani (32’st J.Vargas), Pizarro, B.Valero; Joaquin (14’st Matos), G.Rossi (40’st Vecino), Cuadrado (Munua, Compper, Roncaglia, M.Alonso, Bakic, Wolski, M.Fernandez, Iakovenko, Rebic). All.Montella.

Arbitro: Banti di Livorno

Ammoniti: G.Rodriguez (F), Cesar (C), Sestu (C) per gioco scorretto, B.Valero (F), P.Hetemaj (C) per comportamento non regolamentare, Radovanovic (C), Cuadrado (F) per proteste.

(Carlo Necchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori