PROBABILI FORMAZIONI/ Francia-Spagna, ultime novità (qualificazioni mondiali)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Francia-Spagna, big-match di questa sera del turno di partite di qualificazione ai Mondiali 2014 (gruppo I), a Saint Denis in palio c’è il primato nel girone

jordialba_mvila
(INFOPHOTO)

Alle ore 21.00 allo Stade de France di Saint-Denis è in programma quella che certamente è la partita più importante tra quelle in programma oggi per le qualificazioni ai prossimi Mondiali di calcio. Francia-Spagna vale per il gruppo I della zona europea, ed è importante sia per motivi storici, ma anche e soprattutto per motivi di stretta attualità. Sicuramente si affrontano due formazioni che hanno scritto la storia, dal momento che assommano due Mondiali (uno per parte) e ben cinque Europei (tre la Spagna e due la Francia), ma è soprattutto la classifica del raggruppamento a dare sapore alla sfida. La Francia guida il gruppo con 10 punti, seguita dalla Spagna con 8, staccatasi dopo avere clamorosamente pareggiato in casa contro la Finlandia fanalino di coda. Dunque ora i padroni di casa hanno una grande occasione di mettere una ipoteca sul primato del girone, fondamentale perché solo la prima si qualifica direttamente per il Brasile. La Spagna deve invece scongiurare la concreta minaccia dei playoff, ai quali sarebbe destinata se arrivasse seconda (difficile ipotizzare scenari ancora peggiori con Georgia, Bielorussia e Finlandia), ma naturalmente se vincesse ribalterebbe la situazione. Dunque sarà una grande partita, da non perdere per tutti gli appassionati. Eccovi ora le ultime notizie sulle probabili formazioni a poche ore dalla partita.

I Bleus arrivano rinfrancati a questa sfida: tre vittorie e il pareggio a Madrid nella gara d’andata sono l’ottimo ruolino di marcia della squadra di Deschamps fino a questo momento. Ora c’è la prospettiva di ipotecare il primo posto che stuzzica l’orgoglio francese. Il c.t. ieri ha dichiarato: “Non giocheremo per il pareggio. Se arriverà lo prenderemo, ma scenderemo in campo come sempre per vincere. Prima del match d’andata la Spagna aveva molte più certezze di noi; ora li rispettiamo, ma non siamo intimiditi. Conosciamo la loro forza, ma sappiamo anche far valere le nostre. Sarà una battaglia”. Il rinnovamento è reso evidente dal fatto che saranno confermati tra i titolari i giovanissimi ma già affermati Varane e Pogba al centro rispettivamente della difesa e del centrocampo, mentre nell’offensivo 4-3-3 il tridente d’attacco sarà formato da Valbuena, Benzema e Ribery.

L’umore è meno positivo in casa Spagna. E’ bastato un pareggio contro la Finlandia per sollevare dubbi sulla squadra che dal 2008 ad oggi domina ininterrottamente l’Europa e il mondo. Sergio Ramos non ci sta: “Qui non si sta rompendo un bel niente. In questo gruppo c’è una grande varietà di giocatori ed è una ricchezza destinata a protrarsi nel tempo. Però nel calcio non c’è memoria, guai a pensare che i successi passati possano garantirti il presente”. Sulla formazione di stasera, ecco le parole di Vicente Del Bosque: “Xavi gioca soltanto se vuole lui. Arbeloa in crisi? Io ricordo che in marcatura su Ribery ha sempre fatto bene”. Dunque Xavi dovrebbe esserci, fiducia rinnovata ad Arbeloa, Nacho Monreal terzino sinistro al posto dell’assente Jordi Alba, mentre il tridente del 4-3-3 speculare a quello francese sarà tutto blaugrana, con Pedro e Iniesta al fianco di Villa. In totale saranno ben sette i giocatori del Barcellona titolari.

 

 

Lloris; Jallet, Varane, Koscielny, Evra; Cabaye, Pogba, Matuidi; Valbuena, Benzema, Ribery. All. Deschamps.

Valdes; Arbeloa, Piqué, Sergio Ramos, Nacho Monreal; Xavi, Busquets, Xabi Alonso; Pedro, Villa, Iniesta. All. Del Bosque.

 

Arbitro: Kassai (Ung).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori