INTER-JUVENTUS/ Verdelli: Strama, il tridente per superare la difesa di Conte (esclusiva)

- int. Corrado Verdelli

CORRADO VERDELLI ci presenta Inter-Juventus, il grande Derby d’Italia che caratterizzerà la trentesima giornata di serie A. Per i nerazzurri il tridente potrebbe essere un’idea…

rodrigo_palacio_inter_esulta
Rodrigo Palacio festeggia il gol dell'andata (Infophoto)

All’andata fu 3-1 per l’Inter allo Juventus Stadium, con i nerazzurri che fermarono il record di imbattibilità della Juventus. Ora, in questa trentesima giornata di serie A nel sabato di Pasqua, le due squadre si trovano in una posizione di classifica che le separa di molti punti, 18 per esattezza. I bianconeri sono primi con 65 punti, i nerazzurri quinti con 47 punti, anche se hanno una partita da recuperare, quella contro la Sampdoria a Genova. Inter-Juventus è il Derby d’Italia, un incontro tra due club divisi da grande rivalità. Si prevede quindi grande battaglia a San Siro, magari anche spettacolo e tanti gol. Per la squadra di Conte vincere vorrebbe avvicinarsi ancora di più allo scudetto, per quella di Stramaccioni dare un senso alla stagione e avere una carica in più per affrontare il finale di campionato tentando ancora l’inseguimento al terzo posto. I motivi d’interesse sono tanti: all’andata Stramaccioni fece saltare il banco con un tridente “spensierato”. Anche il match di ritorno ci riserverà qualche sorpresa? Per parlare del Derby d’Italia abbiamo sentito Corrado Verdelli. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Inter-Juventus che partita sarà? Credo proprio che sarà una partita molto combattuta, tra due squadre che vorranno fare risultato a tutti i costi. Sarà grande spettacolo tra Inter e Juventus.
Per i bianconeri un successo a San Siro vorrebbe dire scudetto? Un successo della Juventus darebbe molto morale ai bianconeri e nello stesso tempo diminuirebbe le speranze delle inseguitrici. Lo scudetto si avvicinerebbe di molto per la Juve, che potrebbe anche approfittare di un eventuale passo falso del Napoli a Torino o del Milan a Verona col Chievo.
L’Inter insegue ancora il terzo posto, vincere sarebbe molto importante… Una vittoria darebbe la carica all’Inter per il finale di campionato. Le darebbe convinzione, farebbe superare il periodo negativo iniziato proprio con la vittoria sul campo della Juventus all’andata. Farebbe dimenticare anche alcune delusioni di questa stagione, come l’eliminazione subita contro il Tottenham in Europa League.

Come si può scardinare la difesa della Juventus? Non sarà una cosa facile superare la difesa bianconera. E’ infatti il reparto più solido della squadra di Conte, aiutato anche dal centrocampo. Per superare la difesa a tre della Juve ci vorrà un sistema di gioco adeguato, probabilmente quello di schierare tre attaccanti contemporaneamente.
Cassano potrà essere il giocatore in più per l’Inter?

Il Cassano visto nella partita di ritorno contro il Tottenham a San Siro è capace di tutto. Quello visto all’andata sempre contro il Tottenham si è dimostrato un calciatore nullo, evanescente. Speriamo quindi che giochi nel migliore dei modi. In questo modo le speranze di vittoria dell’Inter aumenterebbero sicuramente.

Nella Juventus in attacco chi farebbe giocare? Per me la coppia ideale di attaccanti è quella formata da Vucinic e Giovinco. Farei giocare loro due a San Siro.

Conte-Stramaccioni: ci può fare un confronto? No, è un confronto che non si può assolutamente fare. Stramaccioni si è trovato ad allenare l’Inter senza avere alcuna esperienza calcistica importante. Conte ha fatto la gavetta, ha avuto anche le sue delusioni prima di affermarsi come un tecnico vincente a tutti i livelli.
Il suo pronostico? Preferirei non fare pronostici, ma voglio credere nella scaramanzia. Dico solo che magari vince la Juventus, così magari sarà l’Inter che riuscirà a portare a casa un successo che sarebbe molto importante per i nerazzurri.

 

(Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori