INTERNAZIONALI D’ITALIA 2013/ Tennis, Cecchini: Fognini e Starace, ora sarà dura. Tra gli italiani può fare strada… (esclusiva)

- int. Sandra Cecchini

SANDRA CECCHINI ha parlato in esclusiva della giornata agli Internazionali d’Italia, commentando le vittorie di Fognini e Starace e le possibilità dei nostri tennisti a Roma

Fognini_Acapulco
Fabio Fognini (Infophoto)

Giornata importate agli Internazionali d’Italia che ha visto al primo turno l’incontro tra i due azzurri Fabio Fognini ed Andreas Seppi. Fognini ha vinto in due set in 69 minuti, manifestando durante tutta la partita una grande superiorità. Ora però il secondo turno si annuncia molto difficile, visto che ci sarà sulla strada di Fognini il campione spagnolo Rafa Nadal: il sanremese dovrebbe fare la partita della vita per superare lo spagnolo. Anche Potito Starace si è qualificato per il secondo turno dopo aver sconfitto Stepanek, un grande risultato pur se centrato contro un giocatore che non ha nella terra il suo punto di forza. Per lui il secondo turno sarà altrettanto difficile: dovrà incontrare Roger Federer. Con lo svizzero visto a Madrid ci sarebbe qualche speranza, ma la differenza tecnica tra i due giocatori è notevole… Buona anche la qualificazione al secondo turno nel torneo femminile la qualificazione della Burnett, contro la numero 30 del ranking Alize Cornet. Le speranze delle nostre azzurre del tennis, a cominciare dalla stessa Sara a Roberta Vinci, sono affidate alla forma che potrebbero avere Serena Williams e Maria Sharapova. Se le due favorite del torneo non fossero al massimo della loro condizione chissà, potremmo assistere a una finale tutta italiana. Per parlare di questa giornata degli Internazionali d’Italia abbiamo sentito Sara Cecchini. Eccola in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Fognini vince in 69 minuti contro Seppi: esito a sorpresa per come è maturata la vittoria? No, penso che fosse un risultato che ci si poteva aspettare. Era un derby, e da un derby ci si può aspettare di tutto; tanto più che a Roma l’emozione gioca spesso brutti scherzi ai giocatori italiani. C’è troppa pressione, troppe aspettative da parte del pubblico, della stampa, degli addetti ai lavori. Io ho sempre fatto fatica agli Internazionali, proprio per questo elemento non trascurabile.

Fognini al secondo turno incontrerà Nadal, è un pronostico chiuso? Credo che non ci siano tante speranze per Fognini, contro il Nadal visto in questi giorni, trionfatore a Madrid. Sarebbe veramente una grande sorpresa se il sanremese vincesse.

Al di là di Rafa, a che punto è la carriera di Fabio? E’ pronto per il definitivo salto di qualità? Penso che Fabio sia arrivato a un momento cruciale della sua carriera. Deve solo cambiare alcuni atteggiamenti che ha in campo…

Starace ha vinto contro Stepanek: contro il Federer visto a Madrid ha qualche possibilità? La differenza tra i due giocatori è sempre notevole. Federer è sempre di un altro livello e sarà difficile per Starece batterlo.

Pronostici per gli altri italiani in gara: in particolare come vede Flavia Pennetta e Francesca Schiavone? 

Flavia ha avuto un’operazione al polso: per tornare a buoni livelli dovrà aspettare la fine dell’estate. Francesca potrebbe avere la possibilità di rientrare tra le prime 20, dovrà essere costante e crederci fino in fondo. Per gli Internazionali non so le due tenniste saranno in grado di esprimersi ad alti livelli.

Vinci ed Errani: possiamo sperare in una finale derby o in semifinale Williams e Sharapova saranno ostacoli insormontabili? Perchè no? Non mi meraviglierei di vedere Roberta Vinci e Sara Errani in finale. Sarebbe una cosa bellissima. Non è impossibile che possano battere Serena Williams e Maria Sharapova; se poi la Williiams non è in giornata tutto diventa ancora più facile.

Dimitrov potrebbe diventare il nuovo Federer e Sloane Stephens la nuova Serena Williams: è una possibilità concreta e ci sono altri nomi da tenere in considerazione? Dimitrov mi piace tantissimo, è veramente un giocatore di grandissimo talento e potrebbe veramente rappresentare il futuro del tennis. Invece, ho visto la Stephens giocare l’anno scorso a Roma e non mi è piaciuta come gioco.

Che tipo di gioco predilige? Mi piacciono i giocatori che vanno a rete, che sanno fare anche spettacolo, non quelli che sono soltanto dei pallettari. Purtroppo ormai ce ne sono tanti così, giocano tutti in questo mondo. John Mc Enroe in questo senso era un grandissimo tennista, che faceva spettacolo.

In ogni caso gli Internazionali 2013 sono un grande successo… Bisogna dirlo, sono un successo incredibile. Ci sono stati anni in cui questo torneo ha subito una crisi; ora gli Internazionali vedono la presenza di tanto pubblico, hanno la giusta attenzione dei media, c’è la presenza anche di sponsor importanti. Il successo del torneo del Foro Italico è veramente una cosa molto positiva per il tennis italiano.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori