Probabili formazioni / Italia-Spagna: ultime novità (Semifinale Confederations Cup 2013)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Italia-Spagna, semifinale della Confederations Cup 2013: azzurri verso il modulo 3-4-2-1, nella Ferie Rosse dovrebbe giocare ancora Soldado in attacco

marchisio_iniesta
(INFOPHOTO)
Pubblicità

Italia-Spagna è la seconda semifinale della Confederations Cup 2013. La partita si gioca alle 21 ora italiana allo Estadio Castelao di Fortaleza. L’arbitro sarà l’inglese Howard Webb, chi vince tra Italia e Spagna affronterà in finale il Brasile, che ha sconfitto l’Uruguay per 2-1. Vediamo le probabili formazioni di Italia-Spagna.

Per gli azzurri si è parlato di rivincita, dello 0-4 subito nella finale degli ultimi europei in Polonia e Ucraina. Non è così per Prandelli che sta studiando il modulo migliore per affrontare le Furie Rosse: “Non ho ancora deciso, perchè abbiamo provato diverse situazioni -ha dichiarato il ct in conferenza stampa- e poi devo vedere le risposte da parte di diversi giocatori. Comunque non esiste un modulo perfetto, con cui sai che batterai la Spagna. Dobbiamo metterci in testa che sarà una partita difficile, in cui il possesso palla sarà quasi sempre loro“. Prandelli punta su un determinato atteggiamento da parte dei giocatori italiani: “Noi dovremo mostrare coraggio e giocare come nel secondo tempo contro il Brasile, quando in uno stadio tutto giallo siamo andati all’attacco, fatto il gol del 3-2 e preso una traversa, mettendo paura alla Selecao. Quella è l’Italia che voglio, per rimanere sempre in partita. Contro la Spagna non cerco vendette, voglio solo crearle tanti problemi, e ai miei ho ricordato che siamo quelli che finora lo abbiamo fatto più di ogni altra squadra“. Quanto alla formazione titolare sicuramente ci sarà Alberto Gilardino: “Al posto di Balotelli giocherà lui. Alberto è uno che gioca per la squadra e per il quale parlano le doti realizzative. Non è qui solo perché lo avevo già avuto con me a Parma e mi è simpatico“. Dietro Gilardino previste due mezzepunte atipiche, come Candreva e Marchisio, che avranno anche il compito di aiutare il centrocampo a quattro. La linea centrale vedrà all’opera Maggio a destra, Giaccherini a sinistra e la coppia Pirlo-De Rossi in mezzo. La difesa sarà quella juventina, con Buffon in porta e Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa. 

A disposizione di Prandelli partiranno il secondo portiere Marchetti, i difensori Astori a De Sciglio, i centrocampisti Aquilani, Montolivo e Diamanti e gli attaccanti Cerci, Giovinco ed El Shaarawy.

Ignazio Abate e Mario Balotelli sono tornati in Italia per i rispettivi infortuni (spalla lussata per il terzino e distrazione al quadricipite sinistro per l’attaccante). Non sarà della partita anche il portiere Salvatore Sirigu, messo ko da un trauma distorsivo al ginocchio destro rimediato nell’allenamento di rifinitura.

Clicca qui per seguire la diretta di Italia-Spagna live: segui e commenta la partita in temporeale

Pubblicità

Vicente Del Bosque, allenatore della Spagna, non si fida di un’Italia che in molti ritengono inferiore sulla carta: “Dovremo stare attenti all’Italia -ha dichiarato nella conferenza stampa prepartita- perché come punto di riferimento prendiamo la partita di Danzica di un anno fa (1-1 all’esordio degli europei, ndr). In quella partita ci furono superiori, molti giocatori fecero una grande gara, su tutti Giaccherini“. “L’assenza di Balotelli è importante, è un giocatore titolare, potente e con grande qualità ma non credo che l’Italia ne farà un dramma. In una competizione così si può mettere in preventivo di fare a meno di un giocatore e nell’Italia ci sono tanti sostituti che giocano titolari in grandi squadre“. Quanto alla all’undici titolare Del Bosque non ha fatto nomi, ma ha confermato che l’assetto sarà quello tradizionale: “Noi non cambieremo molto, vedremo se i giocatori in dubbio recupereranno ma la nostra squadra è fatta di ottimi giocatori, se ci saranno degli assenti non ne faremo un dramma. Cercheremo di fare il nostro gioco: non per essere superbi, abbiamo rispetto dell’Italia ma sappiamo giocare solo così“. Si prospetta un 4-3-3 con Casillas in porta, e la difesa a quattro composta da Arbeloa a destra, Jordi Alba a sinistra, Piquè e Sergio Ramos in mezzo. A centrocampo il solito trio catalano Xavi-Busquets-Ineista, mentre in attacco dovrebbe giocare ancora Soldado nonostante l’ottima vena mostrata da Torres. Punte esterne saranno Pedro e probabilmente Fabregas, favorito su Silva e Villa.

In panchina assieme al ct Del Bosque partiranno i portieri Victor Valdes e Reina, i difensori Albiol, Azpilicueta e Monreal, i centrocampisti Javi Martinez, Cazorla, David Silva, Jesus Navas e Mata e gli attaccanti Villa e Torres.

Tutti a disposizione per la Spagna.

1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 2 Maggio, 16 De Rossi, 21 Pirlo, 22 Giaccherini; 6 Candreva, 8 Marchisio; 11 Gilardino.

In panchina: 13 Marchetti, 4 Astori, 5 De Sciglio, 7 Aquilani, 18 Montolivo, 23 Diamanti, 17 Cerci, 10 Giovinco, 14 El Shaarawy.

Allenatore: Cesare Prandelli

Squalificati: nessuno

Diffidati: nessuno

Indisponibili: Sirigu, Abate, Balotelli

Pubblicità

1 Casillas; 17 Arbeloa, 3 Piquè, 15 Sergio Ramos, 18 Jordi Alba; 8 Xavi, 16 Busquets, 6 Iniesta; 11 Pedro, 14 Soldado, 10 Fabregas.

In panchina: 12 V.Valdes, 23 Reina, 2 Albiol, 5 Azpilicueta, 19 Monreal, 4 J.Martinez, 20 Cazorla, 22 Jesus Navas, 21 D.Silva, 13 Mata, 7 Villa, 9 Torres.

Allenatore: Vicente Del Bosque

Squalificati: nessuno

Diffidati: Piquè, Arbeloa, Cazorla

Indisponibili: nessuno

 

Arbitro: Webb (Inghilterra)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori