Pagelle/ Parma-Torino (3-1): i voti della partita (Serie A, 18^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Parma Torino, i voti della partita: i migliori e i peggiori della sfida andata in scena al Tardini, valida per la diciottesima giornata del campionato di Serie A 2013-2014

lucarelli_ok
Alessandro Lucarelli - Infophoto

Finisce 3-1 al Tardini per il Parma in questa 18^ giornata di Serie A. Una vittoria assolutamente meritata da parte dei ragazzi di Donadoni che hanno mantenuto per tutti i 90 minuti il controllo del match. La partita però viene sbloccata da Immobile al 20°. Marchionni al 33° firma il pareggio ed apre alla rimonta dei ducali. A fine primo tempo capitano Lucarelli con una prodezza da fuoriclasse segna il vantaggio e Amauri nella ripresa chiude i conti. Partita piatta nei minuti iniziali con le due squadre che si sono studiate un po’ prima di cercare gli affondi. Il goal a sorpresa di Immobile ha sconvolto gli equilibri del match che si è fatto molto più spettacolare e avvincente con azioni da una parte e dall’altra. Bella vittoria per i ragazzi di Donadoni che oggi hanno espresso un bel calcio non soffrendo assolutamente la mancanza di Cassano fra i titolari. Ottima reazione dopo il goal. Certo non si può vincere sempre, ma l’atteggiamento di attesa anche quando si era passati in svantaggio ha fatto storcere il naso a qualche tifoso. Una partita diretta tutto sommato bene con poche sbavature..

Parma-Torino si  conclude sul parziale di  2-1 a fine primo tempo in favore dei padroni di casa. Donadoni per questa sfida sceglie  il 4-3-3. Al fianco di Lucarelli, in mezzo alla difesa, Mendes prende il posto di Paletta, non ancora al top dopo l’infortunio. Il tridente d’attacco è formato da Biabiany,  Amauri e Sansone. Ventura risponde confermando il 3-5-2. Sulle fasce agiscono Darmian e Pasquale. Al centro della difesa Glik affianca Maksimovic e Moretti, davanti, invece, le punte scelte dal tecnico granata sono Cerci e Immobile. Non convocato D’Ambrosio vicinissimo al trasferimento all’Inter. Arbitra il signor Russo. Parma dunque in vantaggio dopo un primo tempo molto combattuto fra le due formazioni. Minuti iniziali di studio per le due squadre e poco spettacolo condizionato dai numerosi falli in mezzo al campo. Il Toro alla prima vera occasione colpisce con Immobile al 20°. L’attaccante granata raccoglie tutto solo sul secondo palo in scivolata il cross basso di Darmian e infila Mirante. Il Parma non ci sta e insiste con numerosi attacchi per vie laterali. Al 33° il parma riacciuffa il pareggio. Su un cross di Cassani spunta Marchionni che al volo dal limite dell’area lascia partire un destro che con una deviazione va a segno. Sembrano finite l’emozioni in questa prima frazione. Ma non è così. Calcio d’angolo in favore dei padroni di casa nel finale. Cross di sansone, spunta Lucarelli che la colpisce con il tacco e il pallone con una stupenda traiettoria si infila sotto la traversa. Prodezza incredibile del capitano del Parma che porta in vantaggio la sua squadra. Vedremo se nella ripresa il Toro saprà reagire o se il Parma manterrà questo vantaggio preziosissimo…  CASSANI 6,5  FELIPE 5,5 DARMIAN 6 : PADELLI 5,5

Dà sicurezza a tutto il reparto. Sul goal non può nulla. s

Ottima prova. E’ sempre una spina nel fianco con le sue innumerevoli incursioni e i suoi cross.

Prende il posto di Paletta in campo e se la cava bene. Preso di sorpresa sul goal come tutta la difesa.

Strepitoso goal alla Mancini che impreziosisce una partita giocata attentamente per tutti i 90 minuti.

Donadoni sceglie di dirottarlo come terzino. Partita da alti e bassi.

Lotta in mezzo al campo e non concede nulla.

Aggiunge fantasia ed esperienza in mezzo al campo. Con un tiro al volo riporta la sua squadra in carreggiata.

Non riesce a incidere sul match, ma gioca comunque una prestazione sufficiente.

Buona partita del francese che spinge tantissimo e con la sua velocità è sempre pericoloso. (DAL 75’ OBI: S.V.)

1° goal in campionato e tanto lavoro sporco. Esce fra gli applausi. (DAL 77° CASSANO: S.V.)

Un po’ in ombra rispetto ai compagni di reparto.

Entra bene in partita.

All. DONADONI 7: La scelta di lasciare in panchina Cassano non viene approvata inizialmente dai tifosi, ma alla fine la ragione è tutta sua.

Salva tante volte i suoi compagni con interventi incredibili nella ripresa.

Soffre tantissimo la velocità di Biabiany sulla sua corsia.

Cade incredibilmente anche lui con il suo Toro. Non riesce a contenere la potenza di Amauri.

Ci mette la pezza in più occasioni e gioca una partita sufficiente.

Il migliore fra i suoi. Ottimo sia in tutte e due le fasi.  Bellissimo assist sul goal di Immobile.

Lotta come può in mezzo al campo. Meglio in fase difensiva.

Nei primi minuti è lui a far ragionare la squadra. Dopo un po’ si spegne e non si vede più. (DAL 78’ BELLOMO: S.V.)

Prova sufficiente sia in fase difensiva che offensiva.

Perde il duello con Biabiany sulla fascia, ma è sempre pericoloso quando si crea lo spazio per il cross.

Non sembra ispirato come al solito. Ma perché gioca solo 45 minuti?

Non riesce a cambiare le cose.

Segna il vantaggio del Toro e si mangia un goal già fatto. Anche lui come Cerci viene sostituito nell’intervallo.

DAL 46’ MEGGIORINI 5: Spreca i palloni buoni che gli arrivano sui piedi.

All. VENTURA 4: Inspiegabile la doppia sostituzione nell’intervallo di Cerci e Immobile.

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori