Pagelle/ Udinese-Verona (1-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 15^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Udinese-Verona, i voti della partita di Serie A valida per la quindicesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Friuli: tutti i giudizi per il Fantacalcio

guillermo_badu
(INFOPHOTO)

Vittoria esterna preziosa del Verona per 2-1 in casa dellUdinese e la squadra di Mandorlini torna a vincere in campionato dopo oltre due mesi a secco di successi. I padroni di casa riescono a portarsi in vantaggio al 31 con capitan Di Natale, 201 gol in Serie A per lattaccante campano, ma si fano prima recuperare e poi sorpassare tra la fine del primo tempo e linizio della ripresa. Toni riequilibra il match con un bel sinistro al 45pt, poi Lazaros nella ripresa al 46 minuto beffa con un tiro potente Karnezis. Il Verona sale a quota 17 punti e si allontana dalla zona rossa della classifica, mentre lUdinese resta a quota 21 punti, a -5 dallEuropa. E stata una gara molto equilibrata, con poche emozioni a parte i 3 gol segnati. Le due squadre si sono annullate per lunghi tratti del match e lo spettacolo ne ha risentito parecchio. La squadra di Stramaccioni non ha giocato tanto peggio rispetto al Verona, anzi ha creato un paio di occasioni in più rispetto agli avversari; ciò nonostante non è riuscita a giocare brillantemente, con poche idee in fase di costruzione del gioco e molti errori sia in fase difensiva che offensiva. Gli scaligeri tornano a vincere dopo troppo tempo senza successi e lo fanno in trasferta contro unottima squadra come lUdinese. Partita intelligente giocata a ritmi sostenuti da parte dei ragazzi di Mandorlini, che hanno approfittato degli errori degli avversari per punire senza pietà e concedendo pochissimi spazi in fase difensiva agli attaccanti bianconeri. Dirige bene la gara senza sbavature.

Udinese-Verona, gara valida per la 15^ giornata di Serie A, chiude il suo primo tempo sul parziale di 1-1. Le reti portano la firma degli immortali Di Natale e Toni. La banda di Stramaccioni vuole continuare a volare in alto, dopo la bella e inaspettata vittoria di una settimana fa contro lInter a San Siro. Lallenatore romano schiera la sua squadra con il 3-5-1-1.Karnezis tra i pali. In difesa Danilo è affiancato da Domizzi e Heurtaux. A centrocampo in cabina di regia gioca Allan a supporto di Badu e Guilherme, mentre Widmer e Pasquale occupano le fasce laterali. Di Natale agisce in attacco come unica punta, supportato alle spalle dal talentuoso Bruno Fernandes. Indisponibili per infortunio Muriel e Piris. Il Verona di Mandorlini non naviga in buone acque da un po di tempo e vuole riscattarsi dopo la sconfitta per 3-1 di lunedì sera in casa contro la Sampdoria. Il tecnico degli scaligeri per questa sfida sceglie un modulo a specchio rispetto ai padroni di casa. In porta gioca Benussi. Difesa a 3 composta da Marques, Moras e Rodriguez. Martic e Agostini occupano le fasce, con Lazaros che viene schierato a sorpresa a centrocampo insieme ad Halfredsson e Tachtsidis, mentre in attacco le punte scelte dal tecnico dei Butei sono Toni e Nico Lopez. Arbitra il sig. Peruzzo.  Si chiude in parità dunque il primo tempo fra Udinese e Verona, grazie ai gol firmati, prima al 31 dal capitano bianconero Totò Di Natale e poi allo scadere della prima frazione di gioco da Luca Toni. E stato un primo tempo davvero equilibrato e povero di emozioni a parte i due gol messi a segno dalle due squadre. La partita si è giocata a lunghi tratti a centrocampo e le due squadre si sono affidate perlopiù a conclusioni dalla distanza, con scarso successo. Al 31 i padroni di casa riescono a portarsi in vantaggio con Di Natale, che anticipa Rodriguez su un cross di Fernandes dalla sinistra e con un colpo di testa non lascia scampo a Benussi. La partita sembra mettersi in discesa per i ragazzi di Stramaccioni, ma nel finale il Verona cresce e allo scadere riesce a riacciufare il pareggio con un bellissimo sinistro di Toni, che servito in area da Lazaros, disorienta Danilo e con il sinistro beffa Karnezis. Vedremo se nella ripresa una delle due formazioni riuscirà ad imporsi nettamente sullaltra o se lequilibrio farà ancora da padrone a questa partita. DI NATALE 7 DANILO 5,5 TONI 6,5 GUI. RODRIGUEZ 5

Sul primo gol non può nulla, mentre sul secondo pesa tantissimo il suo errore. Per il resto partita da spettatore non pagante.

Si comporta bene in difesa e più di una volta tappa i buchi lasciati dai suoi compagni di squadra.

Concede poco agli attaccanti del Verona, ma l’errore difensivo con cui lascia Toni calciare sul primo gol non ce lo si aspetta da uno come lui.

Gioca una partita discreta senza commettere gravi errori. Appare poco convinto ed insicuro nei suoi interventi.

Macina chilometri sulla sua fascia e si concentra su entrambe le fasi. Oltre a questo concede ben poco.

Il pallone sanguinario che perde a centrocampo in occasione della seconda rete degli scaligeri incide negativamente sulla sua partita. Porta poche idee e tanta confusione in mezzo al campo.

La sua prestazione non prende mai il volo, risentendo tantissimo la scarsa forma dei suoi compagni di reparto.

Prestazione scarsa in entrambe le fasi di gioco. Viene saltato con troppa facilità da Lazaros in occasione del gol.

DAL 55’ THEREAU 5,5: Non riesce ad avere occasioni per rendersi pericoloso.

Pochi palloni buoni giocati per i compagni e fa tanta fatica nel duello con Martic.

DAL 72’ LUCAS EVANGELISTA 5,5: Aggiunge un po’ di brio in più sulla fascia sinistra, ma i suoi cross sono inguardabili.

Si inventa il  cross per Di Natale che porta avanti i suoi e prova ad impensierire Benussi con qualche conclusione dalla distanza. A parte qualche lampo non riesce ad incidere.

DAL 78’ P. KONE’ S.V. : Ha poco tempo per dimostrare il suo valore.

Porta in vantaggio i suoi con un gran colpo di testa e tocca quota 201 gol in Serie A. Si rende spesso pericoloso per gli avversari e da vero capitano è l’ultimo a mollare.

All. STRAMACCIONI 5: Prestazione poco convincente dei suoi, soprattutto da parte dei centrocampisti che non sono riusciti a fare filtro tra difesa e attacco e gli errori dei singoli sono stati pagati a caro prezzo.

Sul gol subito non può far nulla. Nella ripresa viene impegnato costantemente e  si fa trovare sempre pronto e reattivo.

Fatica la rapidità degli attaccanti friulani, ma se la cava tutto sommato bene. Prestazione sufficiente.

Comanda la difesa  in modo egregio e non sbaglia praticamente nulla.

Nell’azione del gol avversario poteva fare sicuramente di più, per il resto gioca una partita sufficiente.

L’ammonizione presa dopo pochi minuti incide sulla sua partita. Svolge il suo compitino e non si prende grossi rischi. (DALL’89’ FARES: S.V.)

Lotta tantissimo in fase difensiva e spesso indietreggia sulla linea dei difensori. Il suo sacrifico è preziosissimo per i suoi.

Prestazione non indimenticabile, ma comunque sufficiente in tutte e due le fasi.

Continua a pungere nel primo tempo ed è suo l’assit per Toni sul primo gol. Nella ripresa segna un gol assurdo facendo sembrare tutto facile. E’ la stella di questa squadra.

Si impegna tanto e dà una mano in entrambe le fasi di gioco ai suoi compagni. E’ costretto ad uscire anzitempo per un problema fisico.

DAL 73’ A.  Arriva in manforte della difesa scaligera e non delude.

Duetta poco con i compagni, ma è una spina nel fianco per i suoi vecchi compagni di squadra quando  trova spazi per esaltare le sue qualità. (DALL’80’ VALOTI: S.V.)

Continua a stupire ancora. Segna un gol fondamentale e gioca una partita di alto livello con tante lodi e poche infamie.

All. MANDORLINI 6,5: Partita convincente della sua squadra, giocata con grande determinazione e concentrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori