Probabili formazioni/ Atalanta-Livorno, le ultime novità (serie A, 30esima giornata)

- La Redazione

Probabili formazioni Atalanta-Livorno. Le ultime notizie sulla partita dell’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo (serie A, 30a giornata): le scelte e le dichiarazioni di Colantuono e Di Carlo

Bonaventura_R400
Giacomo Bonaventura, esterno Atalanta (Foto Infophoto)

La trentesima giornata di serie A caratterizzerà la serata di oggi nell’ultimo turno infrasettimanale di campionato. Si gioca anche Atalanta-Livorno, alle ore 20.45 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo. I padroni di casa sono la squadra del momento: quattro vittorie consecutive, di cui l’ultima a San Siro, salvezza raggiunta con ampio anticipo e ora si potrebbe anche sognare l’Europa League, magari se arrivasse il quinto successo di fila, come nella storia dell’Atalanta è successo una sola volta nel campionato 1990-91. Tuttavia, attenzione alla troppa euforia contro una squadra come il Livorno, che ha disperato bisogno di fare punti nella difficile lotta per la salvezza e quindi arriverà a Bergamo con il coltello tra i denti. Eccovi dunque ora le ultime notizie sulle due squadre e le probabili formazioni di Atalanta-Livorno, partita che sarà diretta dall’arbitro De Marco.

Così ha parlato l’allenatore Stefano Colantuono nella classica conferenza stampa alla vigilia della partita, rievocando anche il successo di domenica: “A San Siro nel primo tempo siamo stati superiori all’Inter. Poi con un pizzico di fortuna, che non guasta, abbiamo portato a casa 3 punti meritati. Adesso arriva un Livorno con problemi di classifica, e di solito chi li ha riesce a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Noi siamo capaci di grandi imprese quando siamo concentrati. Se abbassiamo il livello di guardia allora rischiamo. L’euforia non è un buon compagno di viaggio. Sarà necessario un turnover di 2-4 giocatori. Moralez dovrà stare fuori un paio di partite; l’infortunio non è grave, ma reca fastidio al polpaccio e per precauzione è meglio che stia fermo. La stagione è eccezionale e straordinaria, siamo salvi, ma non ci sediamo né pensiamo a particolari obiettivi, ma a raggiungere il più alto piazzamento possibile al pari di Verona e Torino”. Intoccabile Denis come punta centrale, vista l’assenza di Moralez è ballottaggio tra Brienza e De Luca per affiancarlo, con il primo leggermente favorito. Squalificato Benalouane, in difesa ci sarà posto per Nica al suo posto mentre a centrocampo c’è un dubbio tra Raimondi ed Estigarribia per il ruolo di esterno destro, con l’italiano favorito. Titolari certi invece Cigarini, Carmona e naturalmente Bonaventura, l’uomo copertina di domenica.

Oltre agli uomini ancora coinvolti nei possibili ballottaggi, spiccano le presenze di Lucchini e Bellini per la difesa, del regista Baselli e di Migliaccio per il centrocampo e di Livaja per l’attacco tra i giocatori che questa sera siederanno in panchina a disposizione di Colantuono.

Saranno tre i giocatori della Dea che non potranno prendere parte alla partita di questa sera. Gli orobici devono rinunciare allo squalificato Benalouane e agli infortunati Brivio e Moralez: tutti e tre teorici titolari, da questo punto di vista per Colantuono non è la situazione ideale.

Così l’allenatore Domenico Di Carlo ha presentato la partita nella conferenza stampa alla vigilia: “Siamo in lotta con altre quattro-cinque squadre e ce la giocheremo fino alla fine. Non dobbiamo essere preoccupati, ultimamente siamo stati sfortunati. Domani (oggi, ndR) con l’Atalanta faremo una buona prestazione: abbiamo rabbia e voglia di riscatto. Ho fiducia nei miei ragazzi: stiamo lavorando bene. L’Atalanta sta facendo un ottimo campionato”. Il mister si era detto fiducioso sul recupero di Emerson in difesa ma – salvo sorprese dell’ultima ora – così non dovrebbe essere, né per lui né per Coda. Ecco dunque che il trio di difensori sarà quasi obbligato, con Ceccherini, Valentini e Castellini. A centrocampo dovrebbe esserci un solo dubbio tra Greco (favorito) e Siligardi, le cui quotazioni sono di nuovo in crescita dopo il ritorno al gol contro il Torino, mentre dal ritiro di Cremona arrivano buone notizie su Benassi, che ha ormai smaltito l’attacco influenzale che lo aveva condizionato contro il Torino (partita iniziata in panchina). In attacco naturalmente intoccabile il bomber Paulinho, per affiancarlo c’è un ballottaggio fra Emeghara e Belfodil, che vede favorito lo svizzero di origini nigeriane.

Con tanti assenti, è emergenza in panchina per quanto riguarda la difesa. Più scelta negli altri reparti, dove dovrebbero spiccare Duncan come alternativa per le fasce e poi Siligardi e Belfodil, coinvolti ancora in ballottaggi per una maglia da titolare e dunque indiziati quanto meno ad entrare in campo a partita in corso.

L’elenco è decisamente lungo, ma soprattutto le assenze si concentrano in difesa, dove dovranno marcare visita a Bergamo lo squalificato Mesbah e poi Rinaudo, Coda ed Emerson. A centrocampo mancherà invece capitan Luci, per il quale purtroppo la stagione è già finita.

 

47 Consigli; 93 Nica, 2 Stendardo, 33 Yepes, 27 Del Grosso; 77 Raimondi, 21 Cigarini, 17 Carmona, 10 Bonaventura; 23 Brienza; 19 Denis. All. Colantuono.

A disp.: 37 Sportiello, 3 Lucchini, 6 Bellini, 5 Giorgi, 20 Estigarribia, 18 Baselli, 8 Migliaccio, 44 Cazzola, 90 Kone, 91 De Luca, 7 Livaja, 9 Bentancourt.

Squalificati: Benalouane (1).

Indisponibili: Brivio, Moralez.

1 Bardi; 17 Ceccherini, 33 Valentini, 7 Castellini; 15 Mbaye, 24 Benassi, 27 Biagianti, 19 Greco, 3 Gemiti; 9 Paulinho, 20 Emeghara. All. Di Carlo.

A disp.: 22 Anania, 37 Aldegani, 41 Duncan, 16 Bertolini, 2 Piccini, 29 Borja, 26 Siligardi, 14 Mosquera, 21 Belfodil.

Squalificati: Mesbah (1).

Indisponibili: Luci, Emerson, Coda, Rinaudo.

 

Arbitro: De Marco.

 – Dopo la grande vittoria di domenica contro l’Inter a San Siro, l’Atalanta di Stefano Colantuono torna fra le mura domestiche. A Bergamo, allo stadio Atleti Azzurri d’Italia, i nerazzurri ospiteranno il Livorno di Mimmo Di Carlo. I padroni di casa proveranno ad aumentare il bottino sin qui conquistato, ben 40 punti, ma i toscani cercano un successo per allontanarsi dalla zona retrocessione.

 – E’ sin qui ottimo il campionato dell’Atalanta. La squadra bergamasca è attualmente ottava, a quota 40 punti, e già virtualmente salva. L’11 allenato da Stefano Colantuono ha saputo far meglio di squadre ben più blasonate come la Sampdoria, l’Udinese, il Milan e il Genoa, e viene dallo splendido successo di domenica contro l’Inter a San Siro. Atalanta che domani sera alle ore 20.45 ospiterà il Livorno e proverà a sfruttare il fatto campo. Da agosto ad oggi, nelle 14 partite disputate fra le mura domestiche dell’Atleti Azzurri d’Italia, la squadra bergamasca ha vinto per 9 volte, perdendo 3 gare e pareggiandone due. Un bottino decisamente positivo che Colantuono proverà ad aumentare. Il tecnico della Dea farà sicuramente affidamento sul calciatore del momento, il talento Giacomo Bonaventura, reduce da tre reti nelle ultime due partite, tra cui la splendida doppietta che ha steso l’Inter allo stadio Giuseppe Meazza. Per quanto riguarda le probabili formazioni che scenderanno in campo domani, non ci sarà Benalouane, squalificato, mentre sono da valutare le condizioni fisiche di Moralez, uscito malconcio dalla sfida di domenica. In difesa confermato Nica mentre in attacco probabile inserimento dal primo minuto di De Luca o Brienza.

– Il Livorno è terz’ultimo in classifica a quota 24 punti. La salvezza non è impossibile, visto che il Chievo, quart’ultimo, ha gli stessi punti degli amaranto mentre poco più in su c’è il Bologna con 26 lunghezze. Sarà fondamentale vincere allo stadio di Bergamo, ma la sfida contro l’Atalanta è tutt’altro che semplice visto che l’Atleti Azzurri d’Italia è quasi una fortezza inespugnabile. Il Livorno ha vinto una sola gara delle ultime cinque uscite, quella contro il Bologna allo stadio Armando Picchi, perdendo le altre tre (Sampdoria, Torino, Hellas Verona), e pareggiando, un po’ a sorpresa, contro il Napoli in casa. Mimmo Di Carlo, allenatore del club toscano, farà come al solito affidamento sulla stella della squadra, Paulinho, miglior marcatore assoluto con 11 gol sin qui realizzati di cui due rigori. Per quanto riguarda i probabili schieramenti, bisognerà valutare le condizioni fisiche di Emerson, infortunatosi sabato sera contro il Torino. Out Mesbah per squalifica mentre tornano dopo la squalifica sia Mbaye quanto Emeghara. Ancora fuori Lucci per l’infortunio al ginocchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori