Probabili formazioni/ Genoa-Roma: le ultime novità (38esima giornata Serie A)

- La Redazione

Probabili formazioni Genoa-Roma. Alle ore 15.00 di oggi pomeriggio, in campo allo stadio Marassi, i padroni di casa del Genoa e gli ospiti della Roma: ecco le notizie alla vigilia

garcia_applauso
Garcia Foto: Infophoto

Genoa_Roma si gioca alle ore 15 di oggi e chiude la 38^ giornata del campionato di Serie A. Con entrambe le squadre già tranquille in classifica, la partita sarà un’occasione per salutare la stagione nel migliore dei modi. Gara che nei suoi precedenti ha spesso visto spettacolo e tanti gol; il Grifone vuole ottenere un’ultima vittoria casalinga (i tre punti mancano da tempo) mentre i giallorossi possono chiudere il loro torneo alla straordinaria cifra di 88 punti. Arbitra Irrati. 

Gian Piero Gasperini ha lasciato ampiamente intendere che questa partita è sì un’occasione per tornare a vincere (e contro una grande squadra) ma anche l’occasione per festeggiare la salvezza ampiamente anticipata con i tifosi e magari lanciare qualche giovane. “Siamo motivati e concentrati; vogliamo fare la nostra partita. In panchina ci saranno sei ragazzi della Primavera, non siamo riusciti a recuperare gli infortunati. Per la prossima stagione l’intento è quello di lavorare bene con elementi certi; non avremo giocatori in esubero”. Formazione dunque competitiva, perchè davanti c’è Calaiò insieme a Fetfatzidis e Sculli, a centrocampo la coppia Sturaro-Cabral (“si è sempre impegnato al massimo, come avvenuto con tanti altri”, ha detto il tecnico del capoverdiano con passaporto svizzero) e sulle corsie Motta e Vrsaljko, con il croato che cambia fascia rispetto alle abitudini. In difesa ci sono Burdisso e De Maio e si rivede titolare Antonini, in porta Perin che andrà in Brasile e dunque sta vivendo un momento magico. 

A disposizione per il Genoa ci sono dunque tanti giovani: gli unici elementi che fanno stabilmente parte della prima squadra sono i due portieri Bizzarri e Donnarumma, i difensori Marchese e Portanova, il centrocampista Centurion e l’attaccante Konate, dal quale ci si aspettava forse qualcosa di più in termini di contributo. Per quanto riguarda i Primavera, occhi puntati in particolar modo sul difensore centrale Allan Blaze, sul centrocampista Francesco Todisco e sull’altro giocatore di mediana Luca Tagliavacche, che in questa stagione ha segnato 6 reti con la squadra giovanile rossoblu. 

Lunga la lista dei giocatori che non prenderanno parte all’ultima gara stagionale, a cominciare dagli squalificati Antonelli e Gilardino che sono entrambi delusi per non essere stati chiamati da Prandelli nella lista dei preconvocati (in particolare si pensava che l’attaccante biellese ce l’avesse fatta). Fuori dai giochi per oggi anche gli indisponibili: Matuzalem, Cofie, De Ceglie, Bertolacci e Gamberini non hanno recuperato dai loro acciacchi e dunque non potranno dare il loro contributo. 

Rudi Garcias si è presentato in conferenza stampa insieme a buona parte del suo staff tecnico: un modo per presentarli e ringraziarli per l’ottimo lavoro svolto. Appena due parole per il tecnico francese, che ha rivolto una domanda ai suoi collaboratori chiedendo loro se lo spirito di squadra fosse valido anche per lo staff. Risposta unanime e affermativa da parte di tutti, ovvero il preparatore dei portieri Guido Nanni e i due assistenti Frederic Bombard e Claude Fichaux, che hanno posto l’accento sull’ottimo lavoro del tecnico. Importanti indicazioni anche in chiave mercato, mentre Fichaux ha detto che “con 85 punti saremmo stati campioni 10 volte su 15, la Juventus ha fatto un campionato straordinario e speriamo l’anno prossimo di avere ancora questo duello ma con la Roma davanti”. La formazione di oggi è rimaneggiata: vanno in campo giocatori che hanno giocato meno, alcuni no sono stati convocati (alcuni di loro andranno al Mondiale); Skorupski in porta come contro la Juventus, in difesa gioca finalmente Tin Jedvaj che è stato impegnato con la Primavera di Alberto De Rossi. A centrocampo prima da titolare per Mazzitelli, altro punto di forza della squadra giovanile, mentre davanti torna dal primo minuto Florenzi che cercherà di smaltire la delusione per la mancata convocazione di Cesare Prandelli. Con lui Totti e Adem Ljajic; il serbo non ha giocato una stagione indimenticabile ma per il prossimo anno dovrebbe essere confermato. 

Tanti i nomi e i volti nuovi: per esempio il centrocampista Adamo che è reduce dalla doppietta segnata contro l’Inter nella semifinale playoff del campionato Primavera, o Ferri che a sua volta è andato in gol (contro la Sampdoria). Federico Ricci non è una novità in prima squadra, lo sono invece il portiere Proietti Gaffi e il terzino sinistro Marin; tutti giocatori ai quali farà bene questa esperienza dal punto di vista dell’atmosfera, ed è anche un modo per segnalare la continuità tra prima squadra e settore giovanile. A disposizione ci sono anche Bastos e Mattia Destro; chissà che il marchigiano non trovi spazio per un ultimo gol in campionato.

Oltre ai lungodegenti Balzaretti e Strootman, Garcia deve fare a meno di Morgan De Sanctis e di Alessio Romagnoli; mentre concede il meritato riposo ad alcuni elementi della rosa che andranno poi al Mondiale come De Rossi, Torosidis, Gervinho e Pjanic, che dunque hanno qualche giorno in più di “stacco” prima di raggiungere le rispettive Nazionali.

 

1 Perin; 3 Antonini, 4 De Maio, 8 Burdisso; 21 M. Motta, 79 Cabral, 69 Sturaro, 20 Vrsaljko; 18 Fetfatzidis, 16 Calaiò, 10 Sculli. Allenatore: Gasperini

A dispoisizione: 53 Bizzarri, 32 A. Donnarumma, 94 Blaze, 90 Portanova, 15 Marchese, 36 Lucarini, 25 Hromada, 46 Todisco, 26 Centurion, 67 Tagliavacche, 71 Di Santantonio, 77 Konate

Squalificati: Gilardino, Antonelli

Indisponibili: Gamberini, De Ceglie, Matuzalem, Bertolacci, Cofie

28 Skorupski; 33 Jedvaj, 17 Benatia, 5 Leandro Castan, 3 Dodò; 11 Taddei, 44 Nainggolan, 95 Mazzitelli; 8 Ljajic, 10 Totti, 24 Florenzi. Allenatore: Rudi Garcia

A disposizione: 1 Lobont, 51 Proietti Gaffi, 91 Boldor, 92 Balasa, 98 Marin, 50 Adamo, 97 Battaglia, 77 Ferri, 20 Bastos, 94 F. Ricci, 22 Destro

Squalificati: –

Indisponibili: De Sanctis, A. Romagnoli, Balzaretti, Strootman

 

Arbitro: Irrati

– Alle ore 15.00 di domani pomeriggio, allo stadio Marassi di Genova, di scena la sfida fra i padroni di casa del Genoa e gli ospiti della Roma. Un match che avrà ben poco da raccontare visto che il club rossoblu è salvo ormai da diverse giornate e nel contempo i giallorossi hanno detto addio allo scudetto due weekend fa e sono saldamente al secondo posto, qualificatisi matematicamente alla prossima Champions League senza dover effettuare i preliminari di agosto. La partita dello stadio ligure sarà arbitrata da Massimiliano Irati di Pistoia, aiutato dai due assistenti Lo Cicero e Iannello. Il quarto uomo sarà Bianchi, infine Rocchi e Gervasoni i due addizionali di porta.

– Il Genoa occupa attualmente la quattordicesima posizione in classifica a quota 41 punti. Come dicevamo, il Grifone è ampiamente salvo, e la sfida di domani pomeriggio sarà la classica passerella di fine stagione per salutare i tifosi di casa e dar loro appuntamento al prossimo agosto. Un campionato sicuramente positivo quello dei rossoblu, che son riusciti nell’intento di rimanere nella massima serie dopo un inizio di stagione disastroso. A livello di statistiche di squadra il Genoa registra un 44% di possesso palla (un dato molto basso) ma anche un buon 61,3% di passaggi riusciti e un 51,9% di protezione area. A livello di numeri dei singoli spiccano le 15 marcature realizzate da Alberto Gilardino, forse uno dei giocatori che maggiormente è rimasto deluso dall’esclusione dei convocati per il Mondiale in Brasile di Prandelli. Gilardino è anche il miglior tiratore dei suoi con 58 tentativi nella porta, mentre negli assist primeggia il brasiliano Matuzalem con 4 passaggi vincenti da inizio stagione ad oggi. Per quanto riguarda le formazioni di domani, Gasperini manda in campo il classico 3-4-3 con tridente d’attacco inedito formato da Centurion, Fetfatzidis, Sculli. Assenti Gilardino e Antonelli per squalifica. Vrsaljko e Antonini saranno i due esterni di centrocampo, mentre in difesa toccherà al trio De Maio, Portanova, Burdisso. A completare l’11 titolare, Perin in porta, e la coppia Sturaro-Cabral in cabina di regia.

– La Roma si trova al secondo posto in classifica con 85 punti conquistati. Una stagione da urlo quella dei giallorossi nonostante sia mancato l’aggancio alla vetta, ma la Juventus di quest’anno è stata senza dubbio sensazionale ed inarrivabile per qualsiasi avversario. Un campionato fantastico come confermano le statistiche di squadra dei capitolini, con il 56% di possesso palla, il 73,7% nei passaggi riusciti, e il 63,7% nell’indice di pericolosità. Molto interessanti anche i numeri dei singoli componenti giallorossi, a cominciare dal capocannoniere Mattia Destro con 13 marcature. Totti e Gervinho sono invece i leader negli assist, con ben 10 passaggi vincenti a testa, mentre Pjanic è il miglior tiratore della squadra con 72 tentativi nella porta da agosto ad oggi. A livello di formazioni, out per infortunio Strootman, Benatia, Balzaretti. Probabile turnover per Garcia con Skorupski in porta, Torsodis sulla destra con Romagnoli al centro al fianco di Castan. A centrocampo tridente Florenzi, Nainggolan, Taddei, mentre in attacco Totti sarà la prima punta spalleggiato da Gervinho e Destro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori