MONDIALE BRASILE 2014/ Video, Cile-Australia (3-1), la radiocronaca del Trio

- La Redazione

Il trio dei Cervellini, con il supporto di Andrea Vignolini e con la presenza di ospiti in studio, commenta in diretta la partita dei Mondiali 2014 Cile-Australia. 

vargas_cile
Infophoto
Pubblicità

Sono i Cervellini in fuga a commentare la seconda partita del girone B, quello nel quale vi sono anche Spagna e Olanda: il trio scherza sul fatto che questa sarà una partita migliore di Spagna e Olanda. Andrea Vignolini sarà presente per aiutare il trio a commentare la partita, e sottolinea subito la presenza di Vidal in campo, e spiega che questo potrebbe essere il primo pareggio del Mondiale, visto che le due squadre si equivalgono parecchio. Gli altri ospiti sono Chris per l’Australia, che è da quattro mesi in Italia, e Diego per il Cile, corrispondente per un’emittente cilena, che promette di far festa se il Cile segnerà. 

Dopo una breve scheda sull’Australia, che viene definita seconda formazione dell’Inghilterra, visto che solo il due percento dei giocatori è originale dell’Australia, mentre gli altri sono immigrati, e quella del Cile, di cui vi è solo la base, la partita inizia con Diego che canta l’inno cileno, la parola passa dunque a Nicolò Carnesi, che sostiene abbia cantato benissimo, e il trio dei Cervellini fa leggere le formazioni agli ospiti.La linea viene passata a Paolo, nel deserto australiano per poter trovare un pub dove viene trasmessa la partita, che spiega che ha le scarpe piene di sabbia e che ha molta sete. Dopo aver chiuso il collegamento con Paolo, si parla con Giovanni, da Melbourne, che afferma che la tensione per le partite è moltissima, anche se in molti decidono di non seguire questa competizione. Ultimo ospite è quello di Matteo, che si trova nel casinò più importante dell’Australia, dove si beve un sorso di birra ogni volta che viene toccata la palla.Parte la prima sfida tra i due ospiti, ovvero quella culinaria: il trio spiega che avrebbero dovuto portare il piatto tipico, e Chris sostiene che il loro piatto tipico è una torta con cioccolato e cocco, e non lo ha portata perché il cocco era nero. Mentre si parla con lo chef, il Cile va in vantaggio con Sanchez, che riesce a portare in vantaggio la sua formazione: il giocatore del Barcellona riesce a segnare di destro grazie alla sponda di Vargas. Diego annuncia il gol del Cile come fanno nel suo Paese, e successivamente effettua il coro tipico del Cile. La linea passa a Rodrigo, che esulta grazie al punteggio di due a zero siglato da Valdivia, ed il caos e le urla si dilagano anche in studio, col nuovo annuncio da parte di Diego. 

Pubblicità

Si ritorna a parlare di cucina, e Chris spiega che loro mangiano anche il canguro, mentre il cileno Diego propone una zuppa particolare, non apprezzata dallo Chef Salvatore, che consegna la vittoria a Chris. A Vignolini viene chiesto un parere sulla partita, e il cronista sostiene che la difesa australiana fa acqua da tutte le parti, e che volendo il Cile può segnare quante volte vuole, se si impegna. Dopo aver parlato del fatto che sia in Australia che in Cile si beve il sangue degli animali, il collegamento passa a Creola, che crede nella vittoria dell’Australia, salutando poi Chris. Creola spiega che ha imprecato sul primo gol del Cile, e lo stesso ha fatto anche per la seconda rete, aggiungendo che vi sono ancora speranze, e che per loro essere ai Mondiali è molto importante ed oggetto di festa, aggiungendo che è a Roma per insegnare inglese. E’ il momento della seconda sfida, col professor Christian, e questa è la sfida di italiano: prima della lettura della poesia però, arriva la notizia del gol dell’Australia, che dimezza lo svantaggio, grazie alla rete di Cahill. Matteo interviene dal pub e spiega che dopo il due a zero c’era un silenzio glaciale, ma dopo la rete dell’Australia i bicchieri di birra sono volati per aria. Anche Creola ha festeggiato, mentre Diego sostiene che per il Cile è stato solo distrazione, mentre nel frattempo Paolo è riuscito a giungere in un bar, e dunque annuncia che il punteggio è sul due a uno, e che lo schermo è bloccato. La sfida di italiano viene vinta da Chris, per il due a zero dell’Australia, ed il professore ringrazia per averlo fatto partecipare. Primo tempo che si conclude sul due a uno. 

Pubblicità

Inizia il secondo tempo, che si apre con Diego che sostiene a gran voce Isla, reputato ottimo giocatore, e aggiunge che il Cile non ha mai segnato più di due reti nel corso delle ultime sette partite mondiali. Si ripassa a Paolo Renichelli, il giovane del deserto, che ora ha intenzione di andare via dal pub sia perché la gente non segue la partita con entusiasmo, sia perché lo schermo si blocca di continuo: cambio nella formazione australiana, e successivamente Cahill prova a segnare la doppietta, sbagliando di poco il colpo di testa. Vignolini sostiene che la partita ora è molto più accesa e che la prima mezz’ora non è stata delle migliori per l’Australia, che ora pare sia molto più motivata: Vignolini non termina nemmeno di terminare il discorso che vi è il pareggio di Cahill, che viene annullato per fallo dello stesso attaccante. Giovanni di Melbourne spiega che c’è stato un boato, seguito da un gelido silenzio nel momento dell’annullamento: lo stesso è accaduto sull’infortunio del difensore australiano, poiché il pubblico non ha capito di chi si trattasse. Parte la terza sfida della notte, quella musicale, che viene vinta ancora una volta dall’Australia, che si porta sul tre a zero in studio: nel campo invece, Vargas stava per siglare il tre a uno, col pallone salvato sulla linea da Wilkinson. Allo chef Salvatore viene chiesta una ricetta veloce per i Mondiali, e questa è la bruschetta con la bottarga, ricetta tipicamente sarda: piccola e veloce da preparare, e ottima accompagnata da una birra fresca. Il corrispondente Paolo dice di trovarsi a Manaus, spiega che vi è molto caldo, che il campo deve essere terminato e che l’Italia è pronta ad affrontare l’Inghilterra. Secondo lui l’Italia vincerà e sostiene anche che bisogna essere ottimisti. E’ tempo di Quizzone, e la prima domanda è il nominare dove Renzo Bossi ha preso la laurea: a rispondere correttamente è Chris; la seconda domanda riguarda i centimetri dell’organo sessuale di Rocco Siffredi, risposta correttamente ancora una volta da Chris. Altra domanda: quanti anni sono stati insieme la Canalis e Clooney, che nessuno indovina: la capitale della Costa d’Avorio è la penultima domanda, che Chris indovina ancora una volta, mentre a rispondere all’ultima domanda è Diego, che si porta sul tre a uno, perdendo la sfida e portando il punteggio sul quattro a zero. La parola ritorna a Vignolini, che sostiene che domani l’Italia farà una buona speranza, e poi a Creola, che crede ancora in una vittoria dell’Australia, aggiungendo che battere Spagna e Olanda sarà semplice. Ennesima sfida tra Chris e Diego: stavolta si dovranno dare le definizioni delle parole dette dal professore, e viene vinta da Diego, che si porta sul quattro a uno. 

Diego dichiara di essere nervoso per la partita, dato che il Cile sta soffrendo parecchio, e che parlerebbe male nel caso l’Australia pareggiasse all’ultimo minuto. Si parla di invenzioni: l’Australia ha creato la scatola nera, mentre il Cile il depuratore che trasforma l’acqua in plasma per renderla potabile. A vincere è ancora una volta il Cile, mentre sul campo i minuti di recupero sono quattro: la parola va allo chef Salvatore, che porterà in studio gli spiedini di canguro, che sono buonissimi. Tre a uno per il Cile: nel secondo minuto di recupero il Cile aumenta dunque il vantaggio, siglato da Beausejour, per la gioia di Diego e la tristezza di Creola, che ancora una volta impreca. Il match si chiude dunque sul tre a uno, ed i Cervellini salutano gli ospiti in studio e quelli da casa, non prima di aver criticato Ruffini per il suo commento nei confronti di Sofia Loren, definito di poco gusto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori