Pagelle/ Fiorentina-Atalanta (3-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 7^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Fiorentina-Atalanta 3-0: i voti della partita di Serie A, posticipo della settima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Franchi: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Kuba_Alonso_Vecino
Marcos Alonso, 25 anni, spagnolo (INFOPHOTO)

Splendida prestazione di gruppo da parte dell’undici di Paulo Sousa, che gioca a memoria facendo venire il mal di testa agli avversari. Partita dominata dall’inizio alla fine e primo posto in campionato meritatissimo.

Voto Atalanta 5 – Passo indietro per la formazione di Reja, ma va anche detto che la gara è stata pesantemente compromessa dall’espulsione di Paletta nei primi minuti di gioco.

Voto arbitro Massa 6,5 – Assegna giustamente il rigore alla Fiorentina, anche se rimane il dubbio su chi abbia effettivamente commesso il fallo tra Gomez e Paletta. La netta superiorità dei viola gli agevola il compito, perché stasera le decisioni arbitrali non avrebbero in alcun modo influito sul risultato finale.

All’intervallo un’ottima Fiorentina conduce 2 a 0 sull’Atalanta. La svolta della gara arriva già al quinto minuto, quando i viola trovano un calcio di rigore con Blaszczykowski (7) che viene atterrato da Paletta (4) all’interno dell’area: dagli undici metri Ilicic (7,5) non sbaglia e segna l’1-0, partita già in discesa per i viola, in salita per la compagine di Reja. I padroni di casa sfruttano la superiorità numerica – Paletta verrà infatti espulso dall’arbitro lasciando la sua squadra in 10 – e continuano ad attaccare, sfiorando il raddoppio con Borja Valero (7) che colpisce il palo e poi con Badelj (6,5), la cui conclusione esce di poco a lato. L’Atalanta di Reja dimostra di essere comunque in partita e sfiora il pari con Maxi Moralez (6) lanciato a rete, solamente una prodigiosa uscita di Tatarusanu (6,5) consente ai padroni di casa di rimanere in vantaggio. Più tardi è sempre Ilicic a provarci e con una magia, in mezzo ai difensori avversari, trova lo spazio per calciare, col tiro che però finisce alto sopra la traversa. Ma è solo questione di tempo prima che arrivi il gol del raddoppio, a opera di Borja Valero che triangola con Bernardeschi (6,5) e piazza il pallone alle spalle di Sportiello (6). Fiorentina straripante in questi primi quarantacinque minuti e che merita ampiamente il vantaggio, anche Kalinic vuole finire nell’elenco dei marcatori e ci prova in più occasioni. Atalanta in netta difficoltà che risente assai dell’uomo in meno.

I viola di Paulo Sousa stanno dimostrando di meritare la testa della classifica con un gioco spumeggiante e molto offensivo, senza però trascurare la fase difensiva. Non pago di aver segnato l’1-0 su rigore, cerca in tutte le maniere di fare doppietta, sia su azione che su calci piazzati. Sbaglia qualche passaggio e perde qualche pallone di troppo, ma in questa Fiorentina formato deluxe riesce comunque a strappare la sufficienza.

La gara degli uomini di Reja è pesantemente condizionata dall’espulsione prematura di Paletta, che costringe l’Atalanta a giocare con l’handicap di uomo e di risultato. Ma a parte questo, stasera i bergamaschi sembrano aver fatto un passo indietro rispetto alle ultime uscite. Con le sue accelerazioni prova a far salire i suoi, e serve qualche pallone pericoloso per la difesa avversaria. Rovina letteralmente la gara dell’Atalanta con un fallo – evitabile – da rigore dopo appena quattro minuti: rosso diretto. (Stefano Belli)

Fiorentina

Tatarusanu 7 – Un unico intervento, decisivo, su Maxi Moralez quando la Fiorentina conduceva ancora 1 a 0.

Tomovic 6 – Partita relativamente tranquilla per lui, stasera gli attaccanti dell’Atalanta sono stati meno incisivi del solito.

Rodriguez 6 – Perde qualche pallone di troppo e passa diversi passaggi, senza però complicare la vita ai suoi compagni e compromettere il risultato.

Astori 6,5 – Molto bravo nelle verticalizzazioni, sta lentamente archiviando la brutta stagione a Roma.

Blaszczykowski 7,5 – Padrone della fascia destra, ogni volta che sale i terzini dell’Atalanta sudano freddo e commettono errori in sequenza.

Badelj 6,5 – Va vicino al gol nel primo tempo, ma gioca prevalentemente a centrocampo fornendo una prestazione di sostanza.

Borja Valero 7,5 – Un palo e un gol nel primo tempo, rimane sempre propositivo in fase offensiva nella ripresa

Fernandez SV – Appena otto minuti di partita per lui, si limita a fare possesso palla e a gestire il vantaggio.

Alonso 7 – Se Blaszczykowski impera sulla fascia destra, Alonso fa quel che vuole sulla sinistra, servendo palloni deliziosi ai suoi compagni per tutti i 90 minuti di gioco.

Bernardeschi 7,5 – Anche stasera il ragazzo ha dimostrato di avere tanto talento da vendere e di essere uno degli assi nella manica di Paulo Sousa.

Vecino 7 – Entra a metà ripresa al posto di Bernardeschi e anche lui vuole lasciare il segno della gara, andandoci vicino.

Ilicic 8 – Il migliore in campo: segna il gol dell’1-0 su calcio di rigore, non pago va più volte vicino alla doppietta e ogni volta cerca la conclusione con una cattiveria impressionante.

Verdù 7,5 – All’ultimo minuto trova il suo primo gol in Italia, rivelandosi un’altra arma vincente a disposizione di Paulo Sousa.

Kalinic 7 – Stasera gli è mancata solo la rete e la precisione nel tiro, ma il centravanti viola è sempre rimasto nel campo visivo di Sportiello, 

All. Paulo Sousa 7 – È l’autentica rivelazione di questo inizio campionato: gli sono bastate sette giornate per prendere le misure al campionato italiano e portarsi in testa alla classifica.

Atalanta

Sportiello 6 – Fa quel che può per impedire che l’Atalanta esca dal Franchi con un passivo ancora più pesante del 3-0 finale.

Masiello 5,5 – Soffre assieme a tutta la difesa le avanzate del reparto offensivo viola.

Toloi 5 – Rischia di procurare un altro rigore scontrandosi con Kalinic all’interno dell’area e si fa ammonire per aver atterrato Bernardeschi, ma poi è bravo a chiudere sullo stesso Kalinic in un paio di fragenti.

Paletta 4 – Provoca il fallo da rigore su Blaszczykowski e si fa espellere, in tutto in appena quattro minuti. Sufficienti per rovinare la partita all’Atalanta.

Dramé 5 – Giornata negativa anche per lui, perde una miriade di palloni e appare sempre distratto in mezzo al campo.

Grassi 5 – Partita costellata da errori e sbagli sia in fase difensiva che offensiva. Rimandato.

De Roon 5,5 – Prestazione anonima per l’olandese, che resta comunque una delle novità più interessanti di questo cambiato.

Kurtic SV – Esce subito di scena per far posto a Cherubin.

Cherubin 5,5 – Entra in azione già al settimo del primo tempo per ricomporre la difesa a quattro in seguito all’espulsione. Ma anche lui deve fare i conti con l’esuberanza degli attaccanti viola.

Moralez 5,5 – Si divora il gol dell’1-1 che avrebbe potuto cambiare la partita. Dopodiché non combina più nulla di buono.

Denis 5,5 – Vittima della giornata storta del reparto offensivo dell’Atalanta che produce pochissime azioni, non lo si vede mai protagonista e all’intervallo viene sostituito.

D’Alessandro 6 – Qualche buona progressione per lui, che costringe Astori a commettere qualche intervento in più dell’ordinario per contrastarlo.

Gomez 5,5 – Alcune accelerazioni e qualche buon cross nel primo tempo, poi sparisce nella ripresa. 

All. Edoardo Reja 5,5 – Quando la partita inizia male e prosegue peggio, dalla panchina si può fare ben poco per modificare l’inerzia della gara. Ma l’Atalanta potrà rifarsi già subito dopo la sosta.

 

(Stefano Belli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori