Pagelle/ Atalanta-Napoli (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 17^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Atalanta-Napoli, i voti della partita per il Fantacalcio: i migliori e i peggiori della sfida che si è giocata all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergmamo, domenica 20 dicembre 2015

HiguainMoralez
Foto Infophoto

La ripresa inizia con il calcio di rigore che permette agli azzurri di passare in vantaggio con Hamsik. Poco dopo però segna la rete del pari Gomez con un bel tiro da fuori area di rigore. Si sveglia poi Higuain che dopo un altro gol clamoroso divorato segna una doppietta. Il primo lo realizza di testa sugli sviluppi di un angolo, mentre il secondo con una fuga in contropiede alla fine. Hamsik si divora il rigore del posibile 4-1 nel finale. Espulsi Jorginho e Paletta;

Secondo tempo con quattro gol, due rigori e due rossi. Partita che regala tante emozioni;

VOTO ATALANTA 6 – Partenza fulminea, ripresa che porta la squadra alla sconfitta a causa degli episodi. I nerazzurri però sono puniti troppo pesantemente dal risultato.

Le individualità degli azzurri regalano una vittoria anche troppo generosa, l’importante erano però i tre punti.

Direzione impeccabile. Gara senza un errore.

La prima frazione di gioco termina con il risultato di 0-0, ma regala diverse emozioni con tante occasioni da gol da una parte e dall’altra. Per una volta è protagonista in negativo Gonzalo Higuain (5) che si divora almeno tre occasioni da gol limpide. Dall’altra parte c’è grande movimento davanti, con Pepe Reina (6.5) che dopo appena un giro di orologio dice di no a Maxi Moralez (6). – Bel primo tempo tra le due compagini che giocano con rapidità e creano molto. Nonostante non ci siano stati ancora gol, ci siamo divertiti; – I bergamaschi partono fortissimo, mettendo alle corde i ben più attrezzati avversari. Non riescono a trovare il gol, ma rischiano di prenderlo con una difesa che un po’ balla; – Protagonista di uno strepitoso primo tempo, gioca con quantità e qualità mettendosi in mostra e diventando pericoloso anche sotto porta; – Dietro fatica a tenere Higuain quando parte, per fortuna sua però l’argentino è in una giornata negativa almeno sotto il punto di vista realizzativo; – Non un grande Napoli in questa prima frazione di gioco, tante occasioni subite e un centrocampo in grossa apprensione per tutto il primo tempo; – Personalità e grandi parate lo eleggono a migliore azzurro del primo tempo. A sorpresa anche assistman quando manda due volte dentro gli attaccanti con i suoi rinvii; – A sorpresa per una volta figura tra i peggiori, ha tre grandissime occasioni che uno come lui di solito non sbaglia; – Prima frazione guidata con intelligenza e attezione, riesce a tenere sempre alta l’attenzione senza sbagliare mai niente;

Bassi 6: gioca al posto di Sportiello e nonostante i tre gol subiti alla fine esce con una prestazione sufficiente;
Bellini 5.5: sulla corsia destra soffre la velocità di Callejon e degli altri che si propongono sulla corsia. Davanti non si fa vedere mai. Esce dopo l’ora di gioco; (63′ Raimondi sv): la sua gara dura solo 14 minuti, sfortunatissimo esce per un problema muscolare; (77′ Masiello sv)
Stendardo 5: al centro della difesa soffre maledettamente la velocità e la tecnica di Gonzalo Higuain. Prestazione al di sotto delle sue possibilità, ma contro un fenomeno vero;
Paletta 5: al di là del rosso finale che priverà Reja del suo centrale più forte il calciatore soffre la velocità dei centrocampisti che si inseriscono da dietro;
Brivio 6.5: rapido e intelligente, si muove sulla corsia sinistra con grande padronanza del ruolo;
Grassi 6.5: primo tempo straordinario per quantità e qualità, cala un po’ nella ripresa;
De Roon 5: gioca anche una buona partita, ma l’ingenuità che causa il rigore a favore del Napoli è davvero incredibile e inspiegabile; (77′ D’Alessandro sv)
Cigarini 6: gioca una buona partita, coraggiosa e con buon ritmo;
Moralez 6: ha velocità e tecnica, ma viene fuori solo a sprazzi. Oggi non riesce a essere determinante come altre volte;
Denis 5: tocca pochi palloni anche se gioca per la squadra e corre molto;
Gomez 6.5: velocità e tecnica, anche se non sempre continuo gioca una buona partita con un gol che alla fine risulta utile solo per le statistiche;

All.Reja 6: la squadra si presenta benissimo in campo, gli episodi e la classe di Higuain però la fanno uscire con un passivo anche troppo pesante.

Reina 6.5: personalità, grande carisma in un portiere affidabile che non sbaglia praticamente mai;
Hysaj 6.5: ottima prestazione sulla corsia, gioca con grinta e determinazione oltre a un passo davvero da grande calciatore;
Albiol 7: prestazione rassicuraente al centro della difesa, tra i migliori in campo;
Koulibaly 6.5: non sbaglia niente, offrendo ancora una volta garanzie al centro della difesa;
Ghoulam 6: sulla corsia spinge molto, ma quando attacca l’Atalanta soffre le percussioni degli avversari;
Allan 5: soffre la buona giornata di De Roon e Grassi, chiuso in mezzo al campo dalla loro rapidità e intensità. Esce dopo un’ora e non sembra esserne felicissimo; (65′ David Lopez sv)
Jorginho 4: gioca a ritmo basso, senza riuscire a far partire i suoi davanti. Il centrocampista italo brasiliano viene espulso a quindici minuti dalla fine commettendo un’ingenuità che sarebbe potuta costare molto cara;
Hamsik 5.5: gioca una partita non alla sua altezza, con poca intensità e tanti punti interrogativi. Segna un calcio di rigore e un altro lo tira sopra la traversa;
Callejon 6.5: non segna praticamente mai, ma per gli equilibri di questa squadra è fondamentale;
Higuain 7: Nel primo tempo si divora l’impossibile con diversi gol sbagliati e tante occasioni che di solito avrebbe trasformato in oro. Nella ripresa però prima segna il 2-1 di testa con un colpo da grande attaccante e poi nel finale regala anche il 3-1 definitivo dimostrando che anche quando non è in forma sa essere devastante; (88′ Maggio sv)
Insigne 5: si vede per un paio di conclusioni da fuori che non regalano grandi emozioni. Va a intermittenza anche se entra nel gol di Higuain calciando l’angolo. Esce a venti dalla fine; (71′ Mertens 6): grande percussione centrale che regala un calcio di rigore ai suoi;

All.Sarri 6.5: nonostante l’inizio difficile del suo Napoli riesce a trovare la quadratura per vincere la partita, facendo tutte scelte giuste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori