Pagelle/ Bologna-Livorno (2-0), i voti della partita (Serie B 2014-2015 33a giornata)

- La Redazione

Pagelle Bologna-Livorno, i voti della partita di Serie B, anticipo della trentatreesima giornata. I migliori e peggiori, i protagonisti al Dall’Ara: tutti i giudizi (sabato 28 marzo)

bologna_dallara
(INFOPHOTO)

Pronti via nella ripresa si ha l’impressione che Diego Lopez abbia detto ai suoi di svegliarsi, gara cambiata e mentalità diversa. Arriva il gol del vantaggio con una bella palla dentro deviata Mazzoni e buttata in rete da Oikonomou. Alla fine i gol saranno due, Cacia serve infatti dentro col tacco Sansone che non sbaglia per il 2-0 finale;

Ripresa un pò meglio del primo tempo che comunque pesa sul giudizio finale. Gara non divertente e con poche emozioni;

La squadra di Diego Lopez sa anche soffrire ed esce fuori nella ripresa per vincere la gara e trovare i tre punti.

Nonostante un buon primo tempo, nella ripresa c’è un crollo verticale che vale il risultato pesante di 2-0.

Non grande prestazione dell’arbitro, da rivedere un intervento a due contro Sansone nel primo tempo.

Pronti via palla dentro per Vantaggiato (6.5) che colpisce di testa appena sopra la traversa. Il Bologna gioca bene, con ritmo, ma senza trovare spazio davanti. Protagonista è Zuculini (6) che serve un paio di palle interessanti dentro. Unica occasione in sforbiciata di Cacia (6) che trova per pronto Mazzoni (6). Gara equilibrata con Vantaggiato che sfiora il gol sul finire di frazione con una punizione violenta parata da Da Costa (6) in due tempi; – Primo tempo deludente tra due squadre che si osservano e non vogliono rischiare; – Primo tempo deludente per la squadra di Diego Lopez che fa troppo poco per cercare di vincere la gara. C’è ancora la ripresa, ma nella prima frazione si poteva fare di più; – Si muove bene a destra, saltando l’uomo e puntando sempre dentro senza trovare però mai i compagni pronti; – Si vede che non è giornata quando calcia forte dentro e il pallone termina direttamente sul fondo. Non riesce a trovare spazio e aiuta poco Cacia; – Leggermente meglio degli avversari soprattutto grazie a un buon Vantaggiato. Poco però per vincere; – Subito pronti via ci prova di testa. E’ generoso e serve sempre Siligardi, che però lo accompagna poco. Occasione anche nel finale con una punizione violenta, ma centrale;- Poca sostanza in mezzo al campo, primo tempo da rivedere anche in fase di impostazione; – Gestione dei cartellini sbagliata, a volte ammonisce altre lascia correre. Rimangono dei dubbi per un intervento a due Emerson Ceccherini in area su Sansone.

Da Costa 6.5: deve compiere un paio di parate e nonostante qualche brivido per gli interventi in due tempi è sempre presente;
Oikonomou 7: ha il grande merito di sbloccare una gara fino a quel momento difficile, dimostrandosi sempre pericoloso anche davanti. Dietro nessun errore;
Gastaldello 6.5: difensore di grande esperienza, guida il reparto con personalità;
Maietta 6.5: buona personalità in difesa, dove non si perde mai l’avversario. Ci prova anche due volte calciando da lontano, senza grande fortuna, esce a venti dalla fine per un problema fisico; (68′ Ferrari sv) 
Casarini 6: tanta corsa e disponibilità, si mette al servizio della squadra;
Zuculini 7: Grande protagonista della partita, anche se non riesce a timbrare il cartellino con un gol. Si muove bene sulla destra e fa impazzire Gemiti, soprattutto nel primo tempo. Esce tra gli applausi; (83′ Bessa sv)
Matuzalem 6: corre molto, recuperando tanti palloni. Prova anche da fuori un paio di volte, senza riuscire a essere pericoloso;
Laribi 6: non la migliore prestazione per qualità, ma si muove bene e crea sempre varchi;
Morleo 6.5: generoso sulla corsia sia in fase offensiva che in fase di copertura, gioca con intensità e tiene alta sempre la squadra. Esce con qualche problema fisico a dodici dalla fine; (77′ Masina sv)
Cacia 6.5: gara al di sotto delle sue solite qualità davanti, ma il tacco che smarca Sansone vale il prezzo del biglietto;
Sansone 6.5: appannato nel primo tempo, nella ripresa è un altro giocatore. Al di là della bellissima rete si rende protagonista mettendo in difficoltà gli avversari con movimenti sempre intelligenti;

All. Lopez 7: cambia la squadra varando il 3-5-2 di Contiana memoria, fa bene la squadra e ritrova una vittoria importante.

 

Mazzoni 4.5: totale disastro sul gol di Oikonomou, palla dentro su punizione che tocca ma non afferra. Momento decisivo per il match;
Lambrughi 6: ormai perfettamente calato nel ruolo di esterno sinistro della difesa a tre è sempre bravo nel raddoppio, poco aiutato da Gemiti;
Emerson 6: pericoloso sempre da fuori col suo grande sinistro, dietro è uomo d’ordine;
Ceccherini 6: fino allo zero a zero gioca una grande partita, senza sbagliare niente. Poi però cala di attenzione e si perde Sansone per il 2-0;
Moscati 5: corre con poca qualità in mezzo, senza riuscire a fare il suo solito lavoro;
Appelt Pires 6: l’unico con qualche idea in mezzo, prova a far girare la palla senza però grandi soluzioni. Dopo due colpi esce dal campo;  (83′ Strasser sv)
Jeleni 5: non riesce a giocare in percussione davanti, rimane spesso troppo largo e non ha mai la velocità per saltare l’uomo che di solito lo contraddistingue;
Djokovi 5.5: partita negativa in entrambe le fasi, non bene oggi;
Gemiti 5: soffre sulla corsia la velocità di Zuculini che si allarga spesso dal suo lato, esce nella ripresa; (77′ Luci sv)
Siligardi 5.5: nel primo tempo anche bravo, ma non riesce a ripetersi nella ripresa quando gli vengono prese le misure con il suo solito movimento a elastico;
Vantaggiato 6: primo tempo importante anche se senza gol, si sacrifica per la squadra e ha grande ritmo. Pronti via colpisce poco sopra la traversa di testa e nel finire della prima frazione calcia violenta una punizione che blocca in due tempi Da Costa. Cala nella ripresa e viene sostituito; (73′ Galabinov sv)

All. Panucci 5: Seconda uscita e secondo ko, la squadra non ha gioco e mancano le idee in mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori