Pagelle/ Italia-Inghilterra (1-1): i voti della partita (amichevole internazionale, 31 marzo 2015)

- La Redazione

Le pagelle di Italia-Inghilterra: i voti dell’amichevole disputata allo Juventus Stadium di Torino martedì 31 marzo 2015, tra gli Azzurri di Antonio Conte e la nazionale dei Tre Leoni

nazionale_henderson
(INFOPHOTO)

Nella ripresa è il momento della girandola di cambi anche perché lo spirito amichevole della gara regala spazio a tutti. Alla fine pareggia l’Inghilterra con un bel tiro da fuori Townsend. E’ strepitoso Gigi Buffon che dice un paio di volte no alla squadra di Hodgson prima su Rooney e poi su Kane. Dall’altra parte Antonelli sfiora la rete del nuovo vantaggio con una grande percussione centrale aiutato da Immobile e Vazquez.

Gara divertente fino alla fine nonostante i tanti cambi. Non c’è un momento di stasi;

Buon primo tempo degli azzurri e sofferenza nella ripresa, gara che termina con un pareggio ma servirà a Conte per valutazioni importanti nel futuro.

Squadra di Hodgson inguardabile nmel primo tempo che cambia pelle con gli ingressi di Townsend e Barkley sulle corsie. Alla fine la squadra inglese merita il pareggio e rischia anche di vincere.

Gara diretta con esperienza e senza togliere ritmo alla partita. Arbitro di livello internazionale;

Pronti via ci prova Parolo (5.5) da lontanissimo, palla sopra la traversa. Darmian (6.5) si propone servendo dentro Eder (6) che viene anticipato in angolo da Jagielka (6.5). Poco dopo sponda di Kane (5.5) e colpo di Rooney (5) che colpisce solo la traversa. L’Italia passa in vantaggio con un colpo di testa di Pellè (6.5) bravo a sfruttare la palla dentro di Chiellini (7);- Gara che regala emozioni soprattutto al pubblico azzurro. L’Italia sta giocando una grande partita, è un segnale importante anche se già ai Mondiali l’Inghilterra era caduta sotto i colpi degli azzurri; ITALIA 6.5 – Italia frizzante che si muove bene con velocità e grande intraprendenza. Per ora azzurri in vantaggio, meritatamente; – Non è sempre perfetto coi piedi, ma ha un carattere e un carisma che davvero in pochi mostrano in campo. Nonostante la partita sia un amichevole si batte come se si giocasse la finale dei Mondiali. Serve dentro Darmian per il pallone sul quale viene poi anticipato Eder. E’ decisivo per la palla che mette sulla testa a Pellè con il destro che non è il suo piede; – Ci prova con un flebile tiro da lontanissimo, sembra accusare un pò il peso della maglia ed è comunque in una posizione diversa da quella a cui è abituato; – Una brutta Inghilterra per essere vera, il niente assoluto e in mezzo una traversa colpita da Rooney. La squadra di Hodgson non ha gioco, almeno stasera; – Sa di giocarsi una grande occasione per mettersi in buona luce agli occhi di Hodgson e fino a ora la sta sfruttando bene. Al centro della difesa ha fisico e grande intelligenza, sempre in anticipo non permette agli attaccanti di fare male tranne in occasione del gol di Pellè dove tutta la linea va un po’ in confusione; – si distingue in maniera positiva solo per un anticipo di testa su Chiellini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Soffre la fisicità di Pellè, se lo perde sul gol. Esce alla fine del primo tempo per problemi fisici; VOTO (Brych) 6.5 – Direttore di gara di spessore che guida la gara con attenzione, puntiglioso a volte non sbaglia però niente. 

Buffon 8: Si dimostra ancora una volta protagonista con delle parate importanti, due su Rooney e una su Kane, a consolidare il risultato degli azzurri;
Ranocchia 5: Dietro soffre molto la fisicità e la velocità di Rooney e compagni. Non una serata felice;
Bonucci 6: gioca da leader al centro della difesa, ma soffre un pò troppo a volte quando viene aggredito dall’azione;
Chiellini 6.5: primo tempo di grande personalità, soprattutto in fase offensiva quando serve a Pellè l’assist per la rete che sblocca la partita. Ha fisico e grande carisma, con i quali guida la squadra anche in fase offensiva. Proprio prima di uscire commette un errore davvero grossolano sbagliando il principio di marcatura su un lancio dentro per Rooney che calcia forte ma trova pronto Buffon. Esce tra gli applausi; (72′ Moretti 5.5): soffre un po’ troppo il peso della maglia, soprattutto pronti via. Non riesce a imprimere qualità, giocando uno spezzone negativo;
Florenzi 6.5: sulla corsia destra gioca un grande primo tempo, alternando fasi di accelerazione ad altre in cui si accentra creando spazio. Corre molto e si sacrifica per la squadra, viene sostituito nella ripresa; (60′ Abate 6): entra e gioca la sua onesta frazione di partita;
Parolo 5.5: non gioca una grande partita, forse anche per il peso della maglia che sente sulle spalle. Si vede poco e rimane al centro senza muoversi con velocità come sa fare di solito;
Valdifiori 6.5: va premiato per il coraggio e la personalità con cui si cala in campo in una gara anche se amichevole sempre contro l’Inghilterra. E’ un giocatore intelligente e in mezzo al campo fa vedere le sue qualità. Ottima prova, esce tra gli applausi; (67′ Verratti 6): entra giocando una buona frazione di partita, con personalità e intelligenza;
Soriano 6.5: fisicità e intensità, si muove con rapidità e trova sempre lo spazio dell’inserimento. Può essere protagonista di questa nazionale;
Darmian 6.5: sulla corsia ha fisico e intelligenza, si muove rapidamente e serve palloni dentro. Ne serve uno buonissimo a Eder, sul quale però l’attaccante della Samp viene anticipato; (73′ Antonelli 6.5): si produce in una progressione con la quale sfiora il gol della vittoria;
Pellè 6.5: trova il gol del momentaneo 1-0 con un colpo di testa a giro su palla servita dentro da Chiellini. E’ sempre pericoloso fisicamente e si muove bene. Cala però ed esce nella ripresa dopo aver sbagliato anche un gol praticamente a porta vuota; (60′ Immobile 5): entra senza incidere;
Eder 6.5: veloce, rapido, intelligente e tecnico. E’ un giocatore unico per caratteristiche nel nostro panorama offensivo e potrà tornare molto utile a Conte; (60′ Vazquez 6): entra e mostra subito a tutti la sua qualità;

All.Conte 6: esperimenti giusti, ma nella ripresa un po’ troppo schiacciata la squadra subisce il pari. Forse oltre a provare giocatori nuovi dovrebbe anche tornare a giocare con moduli diversi dal 3-5-2 al quale si è legato dai tempi bianconeri.

Hart 6: alcune parate importanti, soprattutto una quando Eder viene servito dentro. Nessun errore sul gol subito da Pellè, era molto difficile intuire il colpo di testa;
Clyne 5: soffre la velocità di Darmian che si perde un paio di volte colpevolmente. Entra negativamente nell’azione del gol quando Chiellini lo salta per servire dentro Pellè. Esce nell’intervallo; (45′ Walker 6.5): buona gara nelle due fasi di gioco sulla corsia destra;
Smalling 5: si distingue in maniera positiva solo per un anticipo di testa su Chiellini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Soffre la fisicità di Pellè, se lo perde sul gol. Esce alla fine del primo tempo per problemi fisici; (44′ Carrick 6): esperienza e intelligenza per il reparto, gioca una buona partita;
Jagielka 6.5: gioca un’ottima partita al centro della difesa, tiene alta la squadra e chiude bene;
Gibbs 5.5: non riesce a giocare con qualità né in fase offensiva né tantomeno in quella difensiva. Prestazione negativa; (87′ Bertrand sv)
Delph 5: si vede poco e balla in mezzo al campo dove gli azzurri sono padroni. Esce a venti dalla fine, senza riuscire a entrare veramente mai in partita; (70′ Townsend 7): in venti minuti cambia totalmente la gara, regalando il pareggio agli inglesi;
Jones 6.5: duttile e giocatore abile a muoversi in tante posizione del campo disimpegnandosi sempre bene;
Henderson 5: si vede pochissimo davanti, dove rimane spesso largo e tocca pochi palloni. In ombra, anche perchè i difensori italiani accorciano sempre bene su di lui. Esce alla fine; (74′ Mason sv)
Rooney 6.5: primo tempo negativo, nella ripresa riesce a trovare diverse volte la porta con però davanti un Buffon magistrale;
Kane 5: si temeva Kane come uno spauracchio, soprattutto perché in Premier League è capocannoniere e protagonista di una stagione incredibile. Stasera però poco e niente;
Walcott 5.5: si fa vedere solo una volta fino a che rimane in campo, palla dentro che prende con una bella finta, finta su Ranocchia e tiro a giro respinto dal difensore dell’Inter. Esce a inizio della ripresa; (55′ Barkley 7): Insieme a Townsend cambia la partita dell’Inghilterra, giocando con rapidità e intelligenza;

All.Hodgson 5.5: l’Inghilterra non ha gioco, si affida solo alla velocità di Barkley e Townsend velocizzando la manovra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori