Pagelle/ Cile-Ecuador (2-0): i voti della partita (Coppa America 2015, gruppo A)

- La Redazione

Le pagelle di Cile-Ecuador 2-0: i voti della partita disputata venerdì 12 giugno 2015, valida per la prima giornata del gruppo della Coppa America: a segno Arturo Vidal ed Eduardo Vargas

sanchez_noboa
Alexis Sanchez (sinistra), 26 anni, del Cile contro Christian Noboa, 30, dell'Ecuador (INFOPHOTO)

Vidal e Vargas trascinano il Cile al primo successo in Coppa America, sconfiggendo l’Ecuador 2-0. Apre le danze il centrocampista della Juventus dal dischetto, chiude il match Edu Vargas con un tocco di precisione sotto porta.

Una vittoria meritata ma molto sudata. I padroni di casa creano diverse occasioni da rete ma faticano a concretiizzare. Sull’uno a zero una traversa ha salvato ‘La Roja’ dal pareggio avversario.

La formazione di Quinteros ha fatto troppo poco per evitare la sconfitta. Primo tempo poco convincente, meglio nella ripresa quando Valencia e compagni hanno attaccato con più insistenza.

Qualche incertezza di troppo nei momenti cruciali del match. Sicuramente esagerata l’espulsione finale inflitta a Mati Fernandez.

E’ terminato sul risultato di zero a zero, il primo tempo del match inaugurale della Coppa America 2015 tra Cile ed Ecuador. Subito una doppia occasione per la formazione di casa con Sanchez (6) che và vicino al gol: già al 1′ l’ex Barcellona, servito da Valdivia (6,5), lascia partire un tiro angolato che sfiora il palo alla sinistra di Dominguez (6).

Poco dopo ‘El Nino Maravilla’ tenta un pallonetto ma l’estremo difensore avversario lo chiude in uscita. Al diciassettesimo primo brivido per la retroguardia cilena sul cross teso dalla sinistra di Montero (5,5) che attraversa pericolosamente tutta l’area da rigore. Sugli sviluppi dell’azione Martinez (5,5) prova a ribattere in rete di potenza ma Bravo si oppone senza problemi. Il Cile torna a premere e a dominare sul possesso palla ma la difesa ecuadoriana tutto sommato regge. Al trentaseiesimo Vidal (6,5) smarca Isla, il cui cross viene deviato prontamente dal solito Achilier (6). Il primo tempo si spegne tra gli sbadigli del pubblico; Cile intraprendente ma meno lucido e grintoso rispetto ai primi minuti di gioco, Ecuador timido e sulla difensiva. Pareggio giusto.

I padroni di casa hanno cominciato con il piede giusto poi con il trascorrere dei minuti hanno perso brillantezza e consistenza. Serve più cattiveria per vincere. Ha sfornato diverse giocate per i compagni. Dai suoi piedi possono nascere vere e proprie occasioni da gol. Fin qui poco operativo e quindi non giudicabile.

La nazionale di Quinteros ha mostrato un atteggiamento troppo rinunciatario ed è stata praticamente inesistente in fase offensiva. Dietro regge pur soffrendo. Uno dei più pimpanti dei suoi. E’ poco supportato dai compagni. Poco partecipe alla fase offensiva. Fin qui si è visto davvero poco. (Jacopo D’Antuono)

Cile (3-4-1-2)

Bravo 6 Svolge con ordine i compiti di routine anche se si prende qualche rischio di troppo.

Jara 6,5 Attento e concentrato, i suoi interventi difensivi risultano sempre efficaci.

Medel 6 Non si è visto moltissimo ma ha comunque apportato il suo contributo.

Mena 5,5 Prestazione non del tutto convincente, gli avversari non sono stati capaci di approfittarne.

Isla 6,5 Quando parte crea diversi grattacapi ai suoi rivali. Partita positiva.

Marcelo Diaz 5 Più ombre che luci nella gara di Marcelo Diaz. Si vede poco, serata grigia.

Aranguiz 6,5 Dà sostanza al reparto, macina chilometri senza tirarsi mai indietro.

Beausejour 5 Non è riuscito ad incidere, se la cava molto meglio Edu Vargas, autore del 2-0 (46′ Vargas 6,5); 

Vidal 7 Apre le marcature con grande freddezza dal dischetto. Fornisce divers assist ai compagni.

Valdivia 6 Guadagna la sufficienza grazie ad un primo tempo importante. Calo vertiginoso nella ripresa. (67′ Fernandez 5), 

Sanchez 6 Crea non pochi pericoli alla difesa dell’Ecuador ma è troppo egoista. 

All.: Sampaoli 6,5 Porta a casa i primi tre punti della Coppa America. Può ritenersi soddisfatto della prestazione dei suoi.

Ecuador (4-4-2) 

Dominguez 6 Sui due gol non ha colpe, si fa comunque trovare pronto in altre circostanze.

Paredes 6 Attento e concentrato fino all’ultimo. Difficile sorprenderlo. 

Erazo 5,5 Qualche indecisione di troppo in avvio lo allontana dalla sufficienza

Achilier 6,5 Guida il reparto con efficacia e carisma. Prestazione sicuramente positiva per il difensore.

Ayoví 6 Non fa vedere grandi cose ma apporta comunque il suo contributo alla causa.

Lastra 5,5 Lotta moltissimo ma con la palla tra i piedi risulta troppo confusionario (67′ Quinoñez 5,5), 

Noboa 5 Si vede poco e quando si nota non lascia il segno.

Martínez 5 Poca brillantezza e scarsa determinazione. I risultati non sono esaltanti. (80′ Ibarra 5), 

Montero 6,5 Il più vivo dei suoi…o forse l’unico. Crea un pò di scompiglio alla difesa cilena in ripartenza ma è poco supportato.

Bolaños 5 Fa solo numero e poco rumore in fase offensiva. Prestazione non sufficiente. 

Valencia 6 Timbra una traversa che grida ancora vendetta. Meritava la rete del pari. 

All.:Quinteros 5 Il Cile si è rivelato superiore ma l’atteggiamento remissivo dei suoi ragazzi non ha aiutato.

 

(Jacopo D’Antuono)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori