Probabili formazioni/ Inter-Lecco, le ultime novità (oggi 3 settembre 2015, amichevole)

- La Redazione

Probabili formazioni Inter-Lecco, le ultime novità sulla partita amichevole che si gioca questa sera allo stadio Rigamonti-Ceppi. Nonostante le assenze, Roberto Mancini prepara il derby

Jovetic_Palacio_2015
Jovetic e Palacio (Infophoto)

Si gioca questa sera alle ore 19:30: è unamichevole che si gioca allo stadio Rigamonti-Ceppi di Lecco e serve alla formazione di Roberto Mancini, pur priva di molti nazionali, di mantenere il ritmo in vista del derby che si giocherà dopo la sosta; e allo stesso modo serve al Lecco che a breve inizierà la sua fatica in Serie D, con lambizione di tornare grande e centrare la promozione. Sarà anche loccasione, per i nerazzurri, di presentare i nuovi acquisti appena sbarcati a Milano; andiamo allora a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Inter-Lecco.

Sono 13 i calciatori che Roberto Mancini non potrà utilizzare oggi; la formazione dunque ne risente in pieno. In porta ci sarà Carrizo, con una difesa a quattro nella quale Montoya e DAmbrosio dovrebbero essere gli esterni (con Alex Telles, sbarcato ieri, pronto a subentrare), mentre a fare coppia al centro con Juan Jesus sarà il giovane rumeno Razvan Popa, già visto nel corso dellestate con la prima squadra. Da capire il modulo: Mancini potrebbe provare per la prima volta il 4-3-3 che dovrebbe accompagnarlo per tutta la stagione. Significa che in mediana Felipe Melo si prenderà subito il posto di regista davanti alla difesa, e sarà affiancato da Gnoukouri e da Fredy Guarin, che in questa amichevole proverà a rilanciare le sue quotazioni. In attacco spazio a Rodrigo Palacio, bisognerà aspettare prima di vedere allopera Perisic e Ljajic (convocati dalle rispettive nazionali) e Icardi è infortunato; dunque a completare il tridente offensivo saranno Samuel Appiah che giocherà sulla corsia destra e, dallaltra parte, il classe 96 Enrico Baldini. 

Agli ordini di Sergio Zanetti, fratello dellex capitano dellInter Javier, il Lecco si dispone con un 4-2-3-1; in porta va Lazzarini, sulle corsie difensive ci sono Redaelli e Bugno mentre in mezzo allo schieramento di retroguardia giocheranno Pergreffi e De Angeli. I due a fare da cerniera in mediana, tentando di creare gioco ma più che altro preoccupandosi della fase di interdizione, saranno Vignali e Baldo; il trequartista alle spalle delle due punte è Nicolò Crotti, giocano come esterni Cardinio e Alessandro Ronchi, osservato speciale poichè arriva dalla Primavera del Milan. Punta unica il veterano brasiliano (classe 80) Carlos França, arrivato in estate dal Cuneo dove ha giocato una stagione. Rispetto allo scorso anno il Lecco ha cambiato pochissimo: questo in un campionato lungo e frenetico come quello della Serie D potrebbe fare tutta la differenza del mondo sulla strada verso la promozione.

 

 Carrizo; Montoya, Popa, Juan Jesus, D’Ambrosio; Guarin, Felipe Melo, Gnoukouri; S. Appiah, Palacio, Baldini 

A disposizione: Berni, Nagatomo, Santon, Gyamfi, Miangue, Bonetto, Delgado, A. Telles, Correia, B. Rapaic, Pinamonti

Allenatore: Roberto Mancini

 Lazzarini; Redaelli, Pergreffi, De Angeli, Bugno; Vignali, Baldo; Ronchi, Crotti, Cardinio; França

A disposizione: Pellegrinelli, Tignonsini, Barzaghi, Bandini, Rapella, Carofiglio, Colombo, Romano, Meyergue, Rigamonti

Allenatore: Sergio Zanetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori