RISULTATI LEGA PRO / Coppa Italia Lega Pro livescore in diretta: finali! Il quadro dei match (sedicesimi di finale, mercoledì 9 novembre 2016)

- La Redazione

Risultati Coppa Italia Lega Pro livescore in diretta delle partite in programma per i sedicesimi di finale: gli orari dei cinque match ancora da giocare (oggi 9 novembre 2016)

legapro_pallone_1617
Foto La Presse

E il Matera lultima squadra a qualificarsi per gli ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro, e sarà dunque la formazione lucana a sfidare il Foggia campione in carica in quello che sarà il big match del prossimo turno (in programma tra due settimane).  Una partita che termina con il thrilling: il Matera si porta in vantaggio a metà primo tempo grazie al gol realizzato da capitan Iannini ma il Lecce, pur con tante seconde linee in campo, pareggia grazie a Persano allinizio del secondo tempo. Annullato un gol al Matera poco dopo, la partita sembra avviarsi lentamente e stancamente verso i tempi supplementari ma al 91 il colpo di scena: calcio di rigore a favore del Matera, Strambelli si presenta sul dischetto e non sbaglia. I lucani vincono dunque una partita che può essere molto importante anche nelleconomia del campionato, visto che le due squadre sono seconde nel girone C (insieme allo stesso Foggia); dunque sono fissate tutte le partite degli ottavi di Coppa Italia Lega Pro, appuntamento tra due settimane per altre interessanti partite di questo torneo.

Foggia, Tuttocuoio, Pontedera e Maceratese qualificate: resta solo la partita di cartello per chiudere finalmente questi sedicesimi di finale di Coppa Italia Lega Pro. Un big match che porterà comunque ad un altro big match: la vincente tra Matera e Lecce infatti incrocerà il Foggia agli ottavi di finale. Per quanto riguarda le altre partite, lAncona dopo aver battuto il Fano avrà un altro derby marchigiano contro la Maceratese, che a sorpresa ha eliminato la Casertana; il Pontedera ospiterà il Tuttocuoio in una delle tante partite che mettono a confronto due formazioni toscane. Eravamo già a conoscenza degli altri incroci, ovvero Giana Erminio-Como, Reggiana-Venezia, Padova-Carrarese, Siena-Teramo e Taranto-Messina; adesso però è tempo di mettersi comodi e dare la parola al campo per lultima partita di questi sedicesimi, che è anche la più attesa da tutti gli appassionati di Lega Pro. Sarà il Matera o il Lecce a passare il turno? Non resta che scoprirlo insieme.

Sono arrivati i risultati finali delle quattro partite pomeridiane valide per i sedicesimi di finale di Coppa Italia Lega Pro. Due si sono decise già ai tempi regolamentari, mentre nelle altre due non sono bastati nemmeno i supplementari e di conseguenza i verdetti sono arrivati tramite i calci di rigore. Successo piuttosto netto per il Pontedera, che si è imposto per 3-1 ai danni della Feralpi Salò; qualificazione in 90′ minuti anche per la Maceratese, che ha avuto la meglio sulla Casertana con il risultato di 2-1. Punteggio di 1-1 invece al triplice fischio sia nel derby pugliese Fidelis Andria-Foggia sia in quello toscano Arezzo-Tuttocuoio, entrambi i match si sono risolti solamente con i calci di rigore che hanno premiato in entrambe le sfide la squadra in trasferta. Si qualificano per gli ottavi di finale dunque il Foggia e il Tuttocuoio. Adesso per completare il quadro di tutte le sfide dei sedicesimi di finale manca solamente Matera-Lecce, il cui fischio d’inizio è in programma alle ore 20.30. 

Sono risultati a sorpresa quelli che maturano all’intervallo delle partite di Coppa Italia Lega Pro. La Fidelis Andria, grazie al gol realizzato da Onescu al 32′ minuto, è in vantaggio sul Foggia per 1-0, aveva anche trovato il secondo gol che però è stato annullato. Il Pontedera era andato subito sotto in casa contro la FeralpiSalò, ma è stato in grado di rimontare: due reti in pochi minuti firmate Della Latta e Risaliti, nella ripresa il tris di Di Santo che mette una seria ipoteca sul passaggio del turno dei toscani. Ad Arezzo la squadra di casa ha segnato con il solito Moscardelli, ma al 71′ minuto Serinelli ha timbrato il gol che al momento porterebbe il Tuttocuoio ai tempi supplementari. Infine a Macerata, dove siamo ancora nel primo tempo, vantaggio dei padroni di casa dopo sei minuti grazie a Bangoura.

Le prime tre partite dei sedicesimi di Coppa Italia Lega Pro stanno per iniziare. Si gioca allo Stadio degli Ulivi, al Città di Arezzo e allEttore Mannucci; oggi conosceremo il nome delle ultime squadre qualificate agli ottavi e per cominciare avremo queste tre sfide. Sulla carta le favorite sono Foggia, Arezzo e Feralpisalò; lo dice la classifica dei rispettivi gironi, e 12 giornate di campionato già giocate sono un parametro piuttosto indicativo sul quale basarsi. Tuttavia abbiamo già assistito a non poche sorprese: la Virtus Francavilla per esempio ha rischiato di eliminare il Lecce, la Cremonese è stata eliminata una settimana fa e così anche lAlessandria, che sta dominando il girone A ma ha perso ai supplementari contro la Giana Erminio, contro cui peraltro avrà limmediata rivincita domenica (e sempre in trasferta). Anche il Bassano e il Cosenza hanno salutato la Coppa Italia, e così Arezzo e Juve Stabia (ma le Vespe hanno perso a Foggia); insomma, non è detto che le favorite della vigilia siano le squadre che effettivamente troveremo agli ottavi di finale di un torneo che si sta facendo sempre più emozionante ogni giorno che passa. Parola dunque al campo per scoprirlo, ricordando anche che Maceratese-Casertana inizierà alle ore 15:30, lasciando dunque a Matera-Lecce il compito di chiudere il quadro dei sedicesimi.

Tra le partite che animano la giornata di Coppa Italia Lega Pro cè anche il derby di Puglia tra la Fidelis Andria e il Foggia. Partita sentitissima: questanno si è disputata in campionato alla prima giornata e i satanelli hanno vinto 2-1, inaugurando così la loro striscia di sei vittorie consecutive. Lo scorso anno invece, allo stadio degli Ulivi, la Fidelis Andria si era presa un clamoroso 3-0 il 5 marzo: avevano segnato Mauro Bollino, Dimitri Bisoli e Pietro Cianci. Il Foggia, che perdeva la terza di quattro partite (cera stata anche la sconfitta di Lecce e quella nella semifinale di andata di Coppa Italia, a Siena) veniva aggredito fisicamente sul pullman che riportava i giocatori a casa; la settimana seguente avrebbe perso anche a Messina scivolando al quinto posto in classifica, ma da allora avrebbe vinto sette delle ultime otto partite e si sarebbe preso il secondo posto finale nel girone C, vincendo la Coppa Italia e raggiungendo la finale dei playoff, che però avrebbe perso contro il Pisa. Foggia-Fidelis Andria in campionato, il 24 ottobre 2015, era terminata 1-0 per i padroni di casa che si erano presi i tre punti allultimo secondo: gol realizzato da Pietro Iemmello al quarto minuto di recupero. Come andrà a finire oggi? Non ci resta che affidarci al campo per saperlo

Non cè dubbio alcuno che il big match della giornata odierna in Coppa Italia Lega Pro sia Matera-Lecce. Allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno come detto va in scena una partita che in campionato si deve ancora giocare (sarà alla sedicesima giornata), ma che ha grande fascino in quanto le due squadre stanno giocando un campionato di alta classifica. Entrambe occupano la seconda posizione con 25 punti, insieme al Foggia e alle spalle della Juve Stabia; il trend sorride decisamente al Matera, che è imbattuto da quattro giornate e ha vinto tre di queste partite fermandosi la scorsa domenica sul campo del Messina. Sono ben 13 i gol realizzati dalla squadra lucana nelle ultime quattro gare: Maikol Negro ne ha timbrate cinque e si è portato a quota 8 reti stagionali. Il Lecce è stato anche in testa al campionato: sei vittorie nelle prime sette e sette nelle prime nove, poi però i salentini hanno conosciuto la prima sconfitta (a Catania) e da allora hanno soltanto pareggiato, contro Foggia e Fondi. La vittoria al Lecce manca da tre giornate; da queste parti la promozione è diventata unossessione (è stata fallita nelle ultime quattro stagioni) e di conseguenza anche un rallentamento strutturale come quello di metà autunno può aprire a cattivi pensieri e ansie che Pasquale Padalino dovrà essere bravo a cancellare dalla mente dei giocatori.

Cinque partite nella giornata che chiude i sedicesimi di Coppa Italia Lega Pro: le abbiamo già presentate e sappiamo di cosa si tratta. Sicuramente il big match si gioca allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, dove il Matera e il Lecce, appaiate in campionato al secondo posto (nel girone C) giocano in gara secca per fare strada nel torneo ma anche, guardando maggiormente al lungo periodo, per studiarsi in quella che potrebbe essere una volata per la promozione diretta in Serie B o se non altro per il miglior posto possibile nella griglia dei playoff. In campo anche i campioni in carica del Foggia: insieme a Monza (4) e Spezia (2) i satanelli sono lunica squadra ad aver vinto più volte la Coppa Italia; solo i brianzoli hanno ottenuto una doppietta (1974-1975) e dunque Giovanni Stroppa tiene particolarmente a questo traguardo che nessuna formazione centra da 41 anni. Tra le squadre che stanno facendo bene in questo periodo ci sono Casertana e Arezzo: i campani vanno a giocare sul campo della Maceratese, una delle formazioni che non stanno tenendo il livello della passata stagione, mentre i toscani reduci da un pareggio a Pistoia sono sempre terzi nel girone A di campionato e se la vedono in casa contro il Tuttocuoio, in uno dei tanti derby toscani che animano lannata di Lega Pro. La quinta partita in programma vede in campo Pontedera e Feralpisalò: senza Stefano Scappini (passato in estate alla Cremonese) i toscani stanno faticando parecchio e si trovano in zona playout, questa partita potrebbe essere loccasione buona per risalire la china anche se i bresciani sono partiti con lambizione di giocarsi i playoff e provare a salire in Serie B, e dunque non saranno un avversario troppo semplice.

Venezia dominante, Ancona con il minimo sforzo: sono queste due squadre ad aprire al meglio la due giorni dedicata ai sedicesimi di Coppa Italia Lega Pro e a prendersi la qualificazione al turno successivo. Al Druso il Venezia di Filippo Inzaghi conferma di essere una squadra costruita per grandi traguardi: i lagunari impiegano poco tempo per piegare la resistenza di un Sudtirol che invece sta faticando parecchio in questa stagione. Nel primo tempo Malomo porta in vantaggio il Venezia, che raddoppia poco più tardi grazie alla sfortunata autorete di Brugger; nella ripresa gli ospiti controllano la situazione e segnano altre due volte, con Moreo e Nicola Ferrari. Affermazione convincente per una squadra che adesso rappresenta una minaccia concreta per tutte le avversarie; avanza nella sua marcia anche lAncona, cui basta il gol realizzato da Emanuele Malerba nel primo tempo per vincere la resistenza del Fano e volare così agli ottavi. Domani altre cinque partite con le quali si chiuderà il turno e avremo il quadro completo di quello che ci aspetterà tra due settimane agli ottavi di finale.

Siamo arrivati allintervallo delle partite di Coppa Italia Lega Pro: due squadre sono in vantaggio. Il Venezia appare molto vicino alla qualificazione agli ottavi di finale: al 9 minuto lagunari in vantaggio con il gol di Alessandro Malomo, al 25 invece sfortunato autogol da parte del difensore centrale del Sudtirol Gabriel Brugger. Continua dunque la sua stagione positiva Filippo Inzaghi; al Del Conero invece Ancona avanti contro il Fano nel derby marchigiano, decide per il momento il gol segnato al 35 minuto da Emanuele Malerba. Un gol peraltro molto bello: servito in area da Montagnoli, il terzino sinistro ha infilato con lesterno del piede mancino allincrocio dei pali. Per il momento dunque sarebbero Venezia e Ancona a volare agli ottavi di Coppa Italia Lega Pro; Sudtirol e Fano hanno ancora un tempo per provare a rimediare allo svantaggio e guadagnare magari i tempi supplementari (previsti in caso di parità dopo i 90 minuti, così come i calci di rigore se la situazione non si dovesse sbloccare nemmeno dopo lextra time).

E finalmente arrivato il momento di conoscere lesito delle due partite che si giocano a minuti: al Del Conero e al Druso iniziano Sudtirol-Venezia e Ancona-Fano. Due gare molto interessanti: il campionato ci sta dicendo che il neopromosso Venezia di Filippo Inzaghi è in corsa per la promozione diretta, trovandosi al quarto posto in classifica alle spalle del Bassano e della coppia Reggiana-Parma, in un girone B che è ancora piuttosto incerto e la cui classifica corta apre a continui cambi di scenario nelle prime posizioni. Le altre stanno decisamente faticando: lAncona sta risalendo la china ma occupa ancora la dodicesima posizione del girone B (12 punti), ancora più sotto (11) troviamo il Sudtirol. Il Fano invece è terzultimo: promosso a completamento dellorganico, il club marchigiano è impegnato come le altre tre squadre nel girone B, ma finora ha vinto soltanto due partite. Una il 13 settembre contro il Padova; laltra, importantissima, proprio tre giorni fa contro il Forlì, una sfida diretta per la salvezza che potrà avere un grande peso specifico quando sarà il momento di tirare le somme. Contro lAncona in campionato era finita 1-1; Venezia e Sudtirol invece si incroceranno nuovamente tra quattro giorni, questa volta al Penzo, per la quattordicesima giornata. Ora per noi è venuto il momento di metterci comodi e dare la parola al campo per stare a vedere quello che succederà nelle partite dei sedicesimi di Coppa Italia Lega Pro.

In avvicinamento ai sedicesimi di Coppa Italia Lega Pro, andiamo a vedere la composizione del tabellone del prossimo turno. Gli ottavi di finale del torneo si giocano tra due settimane; come noto alcune partite dei sedicesimi sono già state disputate, e dunque ci sono quattro sfide già formate per gli ottavi. Si tratta di Giana Erminio-Como, Padova-Carrarese, Siena-Teramo e Taranto-Messina; per quanto riguarda la prima di queste partite, si è già disputata al Comunale di Gorgonzola e il Como ha vinto 3-1; anche Messina e Taranto hanno già giocato nel girone C, 1-1 anche se a campi invertiti (si è giocato allo Iacovone non troppo tempo fa, il 30 ottobre). Laltra squadra qualificata agli ottavi di finale è la Reggiana, che nel turno precedente ha vinto il derby emiliano con un netto 3-0. Da quando si gioca il turno ad eliminazione diretta (cioè da una sorta di spareggio andato in scena a metà ottobre) sono già tre le partite finite ai tempi supplementari, tra le quali Giana Erminio-Alessandria con la sorprendente eliminazione dei piemontesi. Ai rigori invece il Lecce ha superato la Virtus Francavilla, la Carrarese ha fatto fuori il Livorno mentre il Taranto è stato in grado di eliminare il più quotato Cosenza.

In attesa delle partite di Coppa Italia Lega Pro, dobbiamo ricordare che lo scorso anno fu il Foggia ad aggiudicarsi il titolo. I satanelli erano guidati da Roberto De Zerbi e giocarono anche la finale dei playoff in campionato; superarono Juve Stabia e Benevento per, rispettivamente, 3-1 e 3-2 con cinque gol di Alessio Viola, che si sarebbe poi gravemente infortunato saltando lultima parte della stagione. Ai quarti il Foggia pareggiò al 90 contro lAkragas (gol di Alessandro Lauriola) e arrivò ai calci di rigore, dove ebbe la meglio nonostante lerrore di Floriano; in semifinale sembrava finita quando il Siena vinse 5-2 al Franchi, in un periodo nel quale il Foggia attraversava una crisi che lavrebbe portato a perdere nettamente il derby contro la Fidelis Andria e a venire aggredito fisicamente sul pullman di ritorno allo Zaccheria. Poi però Pietro Iemmello salì in cattedra: il bomber girò quasi da solo la semifinale (tripletta), il Foggia vinse 6-1 in casa e andò in finale. Contro il Cittadella, che avrebbe dominato il girone A di campionato, chiuse i conti allandata con un 4-1 firmato Iemmello e Vincenzo Sarno (doppiette), al ritorno fece 4-4 e si prese la Coppa Italia. Iemmello chiuse con 8 gol, secondo nella classifica marcatori alle spalle di Claudio Coralli (Cittadella) che ne fece 10, compresi tre nella doppia finale.

La Coppa Italia Lega Pro 2016-2017 completa fra oggi e domani i sedicesimi di finale, il secondo turno ad eliminazione diretta della competizione riservata naturalmente alle squadre che disputano il campionato di Lega Pro. Dopo la fase a gironi e il primo turno ad eliminazione diretta sono rimaste in corsa 32 squadre, che stanno dando vita a 16 confronti in partita unica, dunque in caso di parità al termine dei tempi regolamentari saranno necessari i tempi supplementari ed eventualmente anche i calci di rigore per stabilire chi accederà agli ottavi di finale, che sono in programma per il 23 novembre, anche in quel caso in gara secca (solo semifinali e finale sono previste con andata e ritorno).

Le prime nove sfide di questi sedicesimi sono già state disputate settimana scorsa, dunque fra oggi e domani si giocheranno le ultime sette partite che completeranno il programma. Si parte oggi, martedì 8 novembre, con due soli incontri, entrambi con fischio dinizio alle ore 14.30. Si tratta del derby marchigiano Ancona-Fano e di Sudtirol-Venezia. Quattro squadre del girone B, che in campionato hanno giocato sabato e dunque possono tornare in campo già oggi per aprire il programma, frammentato come al solito – ma in Lega Pro questo non fa più notizia.

Domani, mercoledì 9 novembre 2016, si giocheranno invece ben cinque partite fra il pomeriggio e la sera. Il grosso del programma sarà alle ore 14.30, quando avranno inizio il derby pugliese Fidelis Andria-Foggia, quello toscano Arezzo-Tuttocuoio e poi anche Maceratese-Casertana e Pontedera-FeralpiSalò, mentre in prima serata avrà luogo Matera-Lecce, per la precisione alle ore 20.30. A quel punto avremo il quadro completo delle 16 squadre qualificate per gli ottavi di finale, ricordiamo che settimana scorsa hanno già ottenuto la qualificazione Giana Erminio, Como, Reggiana, Padova, Carrarese, Robur Siena, Teramo, Taranto e Messina.

Martedì 8 novembre

RISULTATO FINALE Ancona-Fano 1-0 – 35′ Malerba

RISULTATO FINALE Sudtirol-Venezia 0-4 – 9′ Acquadro, 28′ aut. Brugger, 71′ Moreo, 85′ N. Ferrari

 

Mercoledì 9 novembre

RISULTATO FINALE Fidelis Andria-Foggia 1-1 (3-4 d.c.r.) – 32′ Onescu (FA), 72′ Chiricò (F)

RISULTATO FINALE Arezzo-Tuttocuoio 1-1 (3-4 d.c.r.) – 35′ Moscardelli (A), 71′ Serinelli (T)

RISULTATO FINALE Pontedera-FeralpiSalò 3-1 – 21′ Davì (F), 28′ Della Latta (P), 44′ Risaliti (P), 73′ Disanto (P)

RISULTATO FINALE Maceratese-Casertana 2-1 – 6′ Bangoura (M), 28′ Allegretti (M), 52′ De Filippo (C)

RISULTATO FINALE Matera-Lecce 2-1 – 23′ Iannini (M), 52′ Persano (L), 91′ rig. Strambelli (M)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori