Video / Sunderland-Leicester (risultato finale 0-2): Ranieri piange dopo la vittoria (oggi, 10 aprile 2016)

- La Redazione

Diretta Sunderland-Leicester: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Premier League in programma domenica 10 aprile 2016, valida per la 33^giornata

sunderland_occasione
(INFOPHOTO)

Lacrime di gioia per Claudio Ranieri. L’allenatore del Leicester vede avvicinarsi uno scudetto storico per il suo club. Emozioni forti, tanto da non trattenere le lacrime: “Non so nemmeno io spiegare che cosa stia provando dentro in giorni come questi”. Solito stile britannico per Ranieri, che invita i suoi a mantenere la calma e la concentrazione alta per non farsi sfuggire il primo posto. Al secondo gol di Vardy, Ranieri non ha nascosto la sua commozione: “Si fa questo lavoro per ricercare certe emozioni dentro di te, ma in giorni come questo è davvero difficile per me spiegare esattamente che cosa stia provando”. I tifosi del Leicester sognano e il tecnico romano li lascia fare:  “Devono sognare, ma noi abbiamo l’obbligo di restare concentrati. Ci aspettano due partite toste in casa, l’obiettivo qualificazione-Champions è a portata di mano e noi non dobbiamo lasciarcela scappare”.  

Il Leicester lascia campo agli avversari cercando di non perdere organizzazione e buon senso. Gray e Amartay intanto entrano al posto di Mahrez e Albrighton. Il Sunderland attacca ma non riesce a trovare lo specchio. I tentativi di van Aanholt e Rodwell non impensieriscono Schmeichel. Il Leicester attende l’avversario provando a far male in contropiede. Quasi ci riesce all’89esimo. Drinkwater ottiene il fondo e serve Vardy che dal centro dell’area conclude debolmente favorendo la presa di Mannone. Nei minuti di recupero il Sunderland si scopre eccessivamente lasciando campo agli avversari. Amartey grazia Mannone. Non fa lo stesso Vardy che lanciato a rete da Gray, brucia Kaboul in velocità, supera in dribbling Mannone e insacca a porta vuota. Leicester a + 10 dal Tottenham impegnato tra poco contro il Manchester United. 

Il Leicester riesce a non scomporsi nonostante un ottimo inizio di ripresa dei Black Cats. Mahrez, in crescita rispetto alla prima frazione di gioco, riesce a saltare un paio di uomini e servire Drinkwater. Tiro dal limite, facilmente neutralizzato da Mannone. Ranieri intanto richiama in panchina Okazaki, inserendo Ulloa. Il Sunderland fa la partita ma il Leicester colpisce in contropiede al 66esimo. Drinkwater lancia lungo per Vardy. Kaboul non lo tiene e l’attaccante inglese a tu per tu con Mannone sigla il suo 20esimo gol stagionale. I padroni di casa rispondono inserendo N’Doye e Rodwell per M’Vila e Khazri. Poco dopo esce anche Borini, rilevato da Lens. Al 78esimo Rodwell pennella bene trovando sul secondo palo van Aanholt che però si mostra impreparato, mancando la conclusione a rete. 

Il secondo tempo inizia con gli stessi 11 del primo. Il Sunderland sorprende gli avversari con una partenza molto spregiudicata. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo la difesa del Leicester va in difficoltà. Drinkwater rinvia molto male regalando palla a Borini. L’ex Roma tira da posizione invitante ma non trova la porta. Qualche minuto dopo un’altra chance per l’esterno italiano. Defoe cerca il tiro a giro ma incontra l’opposizione di Morgan. La palla sfila sull’esterno finendo sui piedi di Borini. Tiro violento ma impreciso. Fuori di poco. Il Leicester ascolta le urla del suo allenatore e si sveglia. Contropiede rapido. Vardy lancia a rete Drinkwater ma il centrocampista si allunga troppo il pallone favorendo l’uscita di Mannone. 

La partita è intensa e molto maschia. Fuchs restituisce il fallo subito precedentemente da Borini, conquistando un cartellino giallo. Nel finale di primo tempo le squadre si aprono riuscendo a costruire azioni degne di nota. Al 43esimo Albrighton lancia Okazaki in area. Il giapponese largo a sinistra frena e serve Vardy che da posizione invitante spreca. Poco dopo una lunga azione degli ospiti viene conclusa dal tiro fuori area di Mahrez. Un difensore ribatte. Il Sunderland risponde subito. Tocco invitante di Defoe per Borini che gira con forza verso il secondo palo. Morgan devia e per poco non beffa Schmeichel, bravissimo a parare. 

Gli ospiti sfiorano il gol al 14esimo. Kaboul si dimentica di Morgan in area che per poco non sblocca il risultato con un colpo di testa. Gara molto combattuta a centrocampo, Taylor lascia giocare molto in perfetto stile britannico cercando di preservare lo spettacolo. Borini esagera e viene ammonito. Il Leicester mantiene comunque il pallino del gioco. In una delle poche azioni dei padroni di casa van Aanholt offre un’ottima palla a Khazri che si inserisce in area avversaria ma non trova la conclusione vincente. Poco dopo rigore non concesso ai primi in classifica. Yedlin stoppa la corsa verso la rete di Okazaki con un fallo ma Taylor sorvola clamorosamente.

Inizio di gara pimpante allo Stadium of light. Gli ospiti provano a colpire gli avversari fin da subito cercando di portare più uomini in attacco. La pressione di Kantè è asfissiante e produce subito un pericolo. Tocco sul limite per Vardy che di destro cerca Okazaki in area. Kaboul chiude provvidenzialmente con un colpo di testa. Il Leicester prova a fare la partita mentre i padroni di casa si affidano esclusivamente a lanci lunghi verso Defoe. Albrighton ci prova da fuori area trovando l’opposizione di un avversario. La capolista macina gioco soprattutto sulla fascia destra. Su cross di Simpson si avvita Vardy ma il suo tentativo è piuttosto sbilenco.

Sta per iniziare Sunderland-Leicester, un altro snodo fondamentale che può avvicinare Claudio Ranieri alla clamorosa vittoria della Premier League. Il pareggio dell’Arsenal al Boylen Ground ha allontanato i Gunners, ora a -10 (anche se devono recuperare una partita): resta il Tottenham, impegnato però in casa contro un Manchester United che ha vinto quattro delle ultime cinque partite. Battere il Sunderland, terzultimo a 27 punti e a caccia di punti fondamentali per la salvezza, significherebbe che il sogno può davvero concretizzarsi; andiamo dunque a vedere le formazioni ufficiali della partita allo Stadium of Light, calcio d’inizio alle ore 14:30 italiane. 25 Mannone; 24 Yedlin, 23 L. Kone, 15 Kaboul, 3 Van Aanholt; 27 Kirchhoff; 9 Borini, 6 Cattermole, 21 M’Vila, 22 Khazri; 18 Defoe. In panchina: 1 Pickford, 2 B. Jones, 16 O’Shea, 8 Rodwell, 7 S. Larsson, 17 Lens, 10 N’Doye. Allenatore: Sam Allardyce

1 K. Schmeichel; 17 Simpson, 5 Morgan, 6 Huth, 28 Fuchs; 26 Mahrez, 4 Drinkwater, 14 Kanté, 11 Albrighton; 20 Okazaki, 9 Vardy. In panchina: 32 Schwarzer, 30 Chilwell, 22 Gray, 24 N. Dyer, 10 A. King, 13 Amartey, 23 Ulloa. Allenatore: Claudio Ranieri 

Il fischio d’inizio di Sunderland Leicester di avvicina, riportiamo di seguito alcune delle recenti dichiarazioni dei due allenatori. In settimana, Claudio Ranieri ha parlato del momento della sua squadra e ha confessato come ora non si tratti più di un sogno: vincere la Premier è davvero possibile ma servirà grinta e cuore in questo finale. Stesse doti che Sam Allardyce chiede ai suoi ragazzi in vista delle prossime gare che diranno molto sulle speranze salvezza del Sunderland. L’allenatore britannico ha ammesso che in caso di k.o. contro il Leicester potrebbero complicarsi e non poco le chance di salvezza.

Mancano esattamente due ore al match tra Sunderland e Leicester e Claudio Ranieri non vuole assolutamente perdere il ritmo dei risultati utili per tenere saldo il primo posto in classifica. Il tecnico italiano schiererà in campo un 4-4-2, nessun assente per il Leicester, l’unico dubbio riguarda ancora Schlupp che non sa se riuscirà a scendere in campo questo pomeriggio per problemi fisici. I precedenti parlano di ben tre sconfitte con il Sunderland e per questo motivo sara una trasferta insidiosa per i Foxies. In attacco ci sarà la coppia composta da Okazaky e Vardy mentre in cabina di regia ci saranno i soliti  Drinkwater e Kanté con Mahrez e Albrighton sulle fasce a supportare bene il centrocampo. Simpson e Fuchs sulle corsie esterne, Schmeichel tra i pali. 

Alle 14:30 il Leicester di Claudio Ranieri sfiderà il Sunderland, trasferta insidiosa per cercare di allungare in classifica approfittando del match del Tottenham contro il Manchester United. Il tecnico del padroni di casa, Allardyce, schiererà un 4-1-4-1 per cercare di arrivare ai tre punti visto che il suo Sunderland si trova terzultimo in classifica con 27 punti. L’incubo retrocessione è concreto ma davanti ha il Norwich in classifica a due punti di distacco ma con due partite in più rispetto al Sunderland. I precedenti tra Sunderland e Leicester sono sette: tre vittorie per la squadra allenata da Allardyce, tre pareggi ed una sconfitta. Defoe unica punta davanti, a supporto ci saranno  Borini, Cattermole, M’Vila e Khazri. Kirchoff solo in cabina di regia davanti alla difesa. 

Diamo un’occhiata anche alle quote proposte da SNAI per Sunderland-Leicester. Il pronostico favorisce il segno 2 per la vittoria dei Ranieri-boys: la quota corrispondente è 2,10. Il segno 1 per il successo casalingo del Sunderland vale invece 3,40, mentre il segno X per l’eventuale pareggio tra le due squadre è fissato poco più in alto a quota 3,50. Opzione Under valutata da SNAI 1,70, Over 2,05, Goal 1,80 e NoGoal 1,90. Ricordiamo che finora il Sunderland ha ottenuto la maggior parte dei suoi punti in classifica, 17 su 27, tra le mura amiche dello Stadium of Light. Il Leicester però ha già vinto ben 10 volte in trasferta e sembra non risentire della lontananza da casa. 

Sunderland-Leicester: si sfidano oggi due formazioni che hanno una classifica completamente diversa ed un modo di giocare che potrebbe essere per certi aspetti simile. La forza del Leicester sono sicuramente i contropiedi micidiali, grazie anche alla velocità incredibile degli esterni, Riyad Mahrez (soprattutto) e Marc Albrighton. L’algerino è l’uomo chiave del centrocampo, anche se la velocità offensiva di Vardy, pericolosissimo sotto porta, potrebbe essere un’altra arma a favore di Claudio Ranieri. Anche il Sunderland, mai come in questa partita, proverà ad affidarsi ai contropiedi in velocità per provare a sorprendere la retroguardia delle Foxes. Fabio Borini e Wahbi Khazri sono elementi di qualità e attorno ai quali ruoterà il gioco della squadra di Sam Allardyce anche per via delle loro giocate che possono illuminare ed accendere il bomber Jermaine Defoe, ormai avanti con l’età ma sempre temibile. 

Sarà diretta dall’arbitro Anthony Taylor, assistito dai guardalinee J.Collin e P.Kirkup e dal quarto uomo L.Mason. Appuntamento domenica 10 aprile 2016 allo Stadium of Light, calcio d’inizio alle ore 14:30. A sei giornate dal termine, in Inghilterra si attendono i primi verdetti. Il Leicester di Ranieri, ora a più sette sul Tottenham secondo in classifica, con una vittoria potrebbe letteralmente ipotecare il titolo: un autentico miracolo sarebbe per la formazione guidata dal tecnico Made in Italy. Contro, però, ci sarà un Sunderland che è in piena lotta salvezza e che dovrà fare di tutto per portare a casa la vittoria. I biancorossi infatti sono a meno quattro dal Norwich che al momento sarebbe salvo. Difficile ma non impossibile provare a battere il Leicester che sicuramente vive un momento eccezionale nella sua storia: perciò il Sunderland conta sull’apporto dei propri tifosi per provare a tenere aperta la lotta salvezza che, in caso di k.o. vedrebbe proprio i biancorossi con un piede in Championship. 

Sunderland che punterà sui suoi migliori elementi per provare a battere il Leicester primo in classifica. Servirà una grandissima prestazione, perciò il tecnico Allardyce si affiderà al 4-1-4-1, modulo prudente ma che può lanciare contropiedi importanti.

In porta ci andrà l’italiano Mannone, finito nel mirino di diversi club di Premier League, con Yedlin, Kaboul, Kone e Van Aanholt a comporre la linea difensiva. Kirchhoff sarà il mediano della squadra, colui al quale sarà affidato il compito di recuperare palloni e smistarli ai compagni di squadra.

Borini e Khazri dovranno dare velocità sugli esterni e proprio l’italiano ex Parma potrebbe essere letale con le sue accelerazioni. In mezzo spazio a Cattermole e M’Vila, mentre in avanti ci sarà il solo Defoe, elemento di grandissima esperienza e che potrebbe essere fondamentale nella lotta salvezza. In panchina ci saranno anche Toivonen e N’Doye, elementi che potranno essere utili a gara in corso.

Leicester City che invece potrà contare sui suoi migliori uomini, carichi per un finale di stagione che potrebbe risultare storico. Praticamente certa la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, Ranieri vuole vincere così da avvicinarsi al miracolo della vittoria del campionato.

Per il tecnico italiano sempre 4-4-1-1 con i titolarissimi: in porta ci sarà Schmeichel, riferimento per l’intera difesa che vedrà in Simpson, Morgan, Huth e Fuchs i suoi componenti.

In mezzo al campo spazio alla fantasia dell’algerino Mahrez, colui che può fare la differenza con le sue giocate, e Albrighton sugli esterni, mentre al centro ci saranno Drinkwater e Kante, freschi di chiamata nelle rispettive nazionali.

Dietro alla punta Vardy, ci sarà il nipponico Okazaki per un Leicester che vuole solo vincere ed avvicinarsi sempre più a quello che sarebbe un autentico miracolo sportivo. A gara in corso potrebbe essere molto utile a Ranieri l’ingresso della punta argentina Leonardo Ulloa.

La partita di Premier League tra Sunderland e Leicester sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Fox Sports HD, il numero 204 dedicato interamente al calcio internazionale: telecronaca dalle ore 14:30. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori