DIRETTA / Vicenza-Livorno (risultato finale 2-0) info streaming video e tv: doppietta biancorossa (Serie B 2016, 2 aprile)

- La Redazione

Diretta Vicenza-Livorno: info streaming video e tv, orario e risultato live della partita di Serie B in programma sabato 2 aprile 2016 allo stadio Romeo Menti (34^giornata)

Vicenzacurva_Menti
(INFOPHOTO)

E’ terminata sul risultato di due a zero in favore del Vicenza, la sfida del Romeo Menti tra i biancorossi e il Livorno. Incontro deciso dalle marcature messe a segno da Galano al trentaduesimo del primo tempo e Raicevic al quarto d’ora della ripresa. Successo meritato da parte della compagine veneta, che conquista tre punti preziosi per la propria classifica. 

Quando siamo giunti oltre il sessantesimo minuto della partita, il risultato tra Vicenza e Livorno è di due a zero in favore della formazione biancorossa. Poco fa i padroni di casa hanno trovato la via del raddoppio, grazie ad una marcatura di Raicevic. L’azione: cross dalla corsia laterale di sinistra da parte di Vita per Raicevic, bravo nell’anticipare Ceccherini e a trafiggere Pinsoglio con una conclusione ben calibrata.  

E’ terminato sul risultato di uno a zero in favore del Vicenza, il primo tempo del Menti tra i biancorossi e il Livorno. I padroni di casa sono passati in vantaggio grazie ad un gol messo a segno da Galano attorno al trentaduesimo minuto. Rete che sembra aver messo in ulteriore difficoltà la compagine allenata da Colomba, incapace di reagire al gol dello svantaggio. Squadre ora negli spogliatoi per l’intervallo.

Quando siamo giunti oltre la prima mezzora della partita, il risultato tra Vicenza e Livorno è di uno a zero in favore della formazione biancorossa. Poco fa, infatti, il calciatore dei veneti Galano ha portato in vantaggio i padroni di casa con una bella conclusione di prima intenzione, sul tacco di Signori, che non ha lasciato scampo all’estremo difensore amaranto Pinsoglio. 

E’ iniziata da quasi quindici minuti di gioco l’incontro di Serie B tra Vicenza e Livorno, con il risultato sempre fermo sullo zero a zero. Avvio di gara abbastanza frizzante, con la compagine toscana ad un passo dal gol al decimo minuto: Vantaggiato lascia partire un tiro angolato, sul quale Benussi riesce ad opporsi. L’attaccante del Livorno si avventa sulla respinta corta dell’estremo difensore vicentino e conclude di nuovo verso la porta, ma il numero uno dei veneti dice ancora di no.  

Mancano pochi minuti al calcio di inizio di Vicenza-Livorno, incontro valido per la trentaquattresima giornata del campionato di Serie B. Le due squadre stanno ultimando la fase di riscaldamento, nel frattempo i due allenatori hanno comunicato le loro scelte tecniche diramando le formazioni ufficiali. Vicenza (4-4-2): Benussi; Sampirisi, Adejo, Brighenti, D’Elia; Moretti, Signori, Vita, Galano; Giacomelli, Raicevic. All.: Lerda. Livorno (4-4-2): Pinsoglio; Antonini, Ceccherini, Lambrughi, Gasbarro; Moscati, Schiavone, Biagianti, Fedato; Vantaggiato, Comi. All.: Colomba 

Passiamo alle dichiarazioni recentemente rilasciate dagli allenatori di Vicenza e Livorno. Dopo la vittoria ottenuta ad Ascoli, il mister biancorosso Franco Lerda ha rimproverato pubblicamente Ebagua, che dopo la splendida doppietta realizzata ha lasciato in dieci la squadra contro l’Ascoli. Il tecnico ha chiesto ai suoi maggiore freddezza nelle fasi chiave della partita, la stessa freddezza che Franco Colomba vorrebbe sotto porta dal suo Livorno. Il nuovo allenatore amaranto ha chiesto ai suoi di non perdersi d’animo con nove partite ancora da giocare, ma l’impressione è che solo con un miglioramento nel gioco d’attacco il Livorno potrà costruire la sua salvezza.

Focus tattico su Vicenza-Livorno. Il 4-2-3-1 di Lerda sembra aver ridisegnato il Vicenza con un assetto più razionale. Anche nella sconfitta contro il Cagliari la formazione veneta si era resa protagonista di un discreto primo tempo, prima di cedere anche e soprattutto a causa dell’inferiorità numerica. Segnali incoraggianti che andranno confermati di fronte ad un Livorno apparso compatto ma inconcludente contro la Pro Vercelli. Il 3-5-2 di Colomba sembra non aver risolto i problemi offensivi che affliggono la formazione toscana ormai da mesi: allo stadio Menti si scontreranno due dei peggiori attacchi della Serie B, e plausibilmente si assisterà a una partita molto tattica, che potrebbe essere influenzata dalla paura di perdere, vista la precaria situazione di classifica dei due club.

Sarà diretta dall’arbitro Federico La Penna di Roma. Vicenza-Livorno, in programma sabato 2 aprile 2016 allo stadio Romeo Menti (calcio d’inizio ore 15:00), è uno degli scontri salvezza in programma per la tredicesima giornata di ritorno del campionato di Serie B, la trentaquattresima generale. Dopo la fondamentale vittoria in casa dell’Ascoli, la prima della gestione-Lerda sulla panchina biancorossa, il Vicenza si è riportato in solitudine al quartultimo posto in classifica, in zona play out e a soli due punti di distanza dalla salvezza diretta. Una prova convincente anche e soprattutto sul piano del carattere, visto che dopo la doppietta di Ebagua nel primo tempo i berici si sono ritrovati in inferiorità numerica proprio a causa dell’espulsione dell’attaccante nigeriano.

L’Ascoli è riuscito però solamente ad accorciare le distanze con Milanovic, ritrovandosi poi incapace anche di pareggiare nonostante la superiorità numerica per più di metà della partita.

Il Vicenza però si troverà di fronte ad una squadra appena sorpassata in classifica, che se il campionato finisse oggi retrocederebbe clamorosamente in Lega Pro pur avendo iniziato il suo cammino con quattro vittorie consecutive. Stiamo parlando del Livorno che nonostante una partita generosa è stato costretto ad incassare una bruciante sconfitta in casa contro la Pro Vercelli. L’avventura di Franco Colomba sulla panchina amaranto non è dunque iniziata nel migliore dei modi, nonostante si sia visto un atteggiamento determinato da parte della squadra, che continua a faticare terribilmente sotto porta con soli due gol messi a segno nelle ultime otto partite (nessuno nelle ultime cinque).

Queste le probabili formazioni dell’incontro: Vicenza in campo con Benussi in porta, il nigeriano Adejo e Brighenti difensori centrali, Sampirisi e D’Elia esterni di difesa rispettivamente sulle corsie di destra e di sinistra. Moretti e Signori copriranno le spalle a Vita, Galano e Giacomelli che avranno compiti da incursori offensivi alle spalle del montenegrino Raicevic, rientrato dalla nazionale e schierato centravanti vista la squalifica di Ebagua, per la sopra citata espulsione.

Il Livorno dovrebbe rispondere con Pinsoglio tra i pali, alle spalle di una linea difensiva a tre composta da Lambrughi, Ceccherini e dal brasiliano Emerson. La zona centrale del campo sarà presidiata da Cazzola, Valoti e Luci, mentre Antonini si muoverà sull’out di destra e Moscati sulla fascia sinistra. In attacco, Vantaggiato farà coppia con Fedato.

Le valutazioni dei bookmaker in proposito segnalano comunque il Vicenza come favorito, anche se da quando Lerda è arrivato in panchina, i berici non sono riusciti a chiudere almeno il primo tempo in parità numerica. Vittoria interna dei veneti quotata 2.30 da Eurobet, mentre Sisal Matchpoint quota a 3.10 il pareggio e Snai offre a 3.50 la quota per il successo fuori casa degli uomini di Colomba.

La partita di Serie B Vicenza-Livorno sarà trasmessa in diretta tv da Sky sul canale Calcio 5 HD, il numero 255: telecronaca dalle ore 15:00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati al pacchetto Calcio il codice d’acquisto pay-per-view è 493530. Sui canali Sport 1 HD (numero 201) e Super Calcio HD (n.206) andrà in onda il programma Diretta gol Serie B, con collegamenti live da tutti i campi del pomeriggio. Aggiornamenti anche via radio sulle frequenze di Rai Radio 1 (FM 89,3), all’interno del programma Tutto il calcio minuto per minuto Serie B che andrà in onda dalle ore 14:50 e fino alle 17:00.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori