PAGELLE/ Chievo-Frosinone (5-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 34^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Chievo-Frosinone: i voti della partita di Serie A, valida per la 34^ giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Bentegodi: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Chievocurva2016
Infophoto

Il Frosinone perde una grande occasione per fare un passo in avanti nella salvezza ed esce con un ko pesante dal Bentegodi della Verona. Il Chievo era andato sotto dopo pochi minuti per la rete di Daniel Ciofani. Il rosso di Ajeti al minuto 17 ha cambiato un po’ la gara con il pareggio poco dopo di Antonio Floro Flores prima dell’inizio della ripresa. All’inizio della ripresa poi la rete di Sergio Pellissier su rigore ha aperto la strada alla vittoria dei clivensi con il secondo rosso di Chibsah a fare da accuso. Dopo sono arrivati i gol di Rigoni, Sardo e ancora Pellissier per la goleada finale.
: Goleada che vale la sesta vittoria consecutiva e un impressionante ottavo posto in classifica. Vince una partita strana sicuramente condizionata dalle espulsioni subite dagli ospiti che hanno cambiato una gara che era iniziata un pò in salita visto l’ottimo approccio del Frosinone all’incontro. 
: Brutta e pesante sconfitta per la squadra di Stellone che ha sprecato forse un’ottima occasione visto che, fino all’espulsione di Ajeti, la formazione ciociara si trovava meritatamente in vantaggio e pareva in controllo della gara. La cinquina subita deve essere subito dimenticata per concentrarsi sul vitale scontro diretto col Palermo di Sabato.
: Direzione di gara che ha condizionato l’andamento dell’incontro visto che entrambe le espulsioni sono apparse un pò esagerate, in particolare la prima di Ajeti ha totalmente trasformato la gara del Bentegodi. Ha faticato a controllare la gara.

Mister Maran ha schierato il suo Chievo col classico 4-3-1-2 con Bizzarri (voto 6) tra i pali protetto da una linea difensiva a quattro che da destra a sinistra è composta da Sardo (voto 6), che sostituisce lo squalificato Cacciatore, Spolli (voto 6), preferito a Gamberini capitan Cesar (voto 5,5) e Gobbi (voto 5). A centrocampo Rigoni (voto 5,5) in cabina di regia, con ai suoi fianchi Castro (voto s.v.), sostituito dopo pochi minuti per infortunio da Pinzi (voto 6) e Hetemaj (voto 6), mentre Pepe (voto 5) gioca come trequartista, al posto di Birsa, qualche metro dietro ai due attaccanti che sono Floro Flores (voto 6,5) e Pellissier (voto 5,5), che hanno vinto il ballottaggio con Inglese per il posto dello squalificato Meggiorini. Roberto Stellone invece conferma il suo tradizionale 4-3-3 presentando Leali (voto 6) come estremo difensore, Ajeti (voto 4) al rientro dopo la squalifica, è affiancato al centro della difesa da Russo (voto 6) preferito ad Blanchard dopo la rete segnata all’Hellas, con M. Ciofani (voto 6,5), preferito a Rosi e Pavlovic (voto 5,5) recuperato in extremis sulle fasce laterali. Terzetto di centrocampo con la sorpresa Chisbah (voto 6), preferito a Gori, Gucher (voto 5,5) e capitan Frara (voto 6), match winner dell’ultimo incontro al 92′ ma che Stellone ha dovuto sacrificare per far entrare Blanchard (voto 6); il tridente d’attacco invece è composto da Paganini (voto 5,5), Ciofani (voto 6,5) e Soddimo (voto 5,5) che sostituisce gli infortunati Kragl e Dionisi.

Avvio di gara molto contratto per la squadra di Maran che ha sofferto la grande determinazione degli ospiti che hanno certamente avuto un approccio migliore alla gara. L’evitabile espulsione di Ajeti cambia la partita dato che la superiorità numerica ha certamente concesso spazi ai padroni di casa che prima non erano mai riusciti a trovare. La formazione clivense ha comunque faticato a creare occasioni ed il pareggio è arrivato con un lesto Floro Flores bravo a risolvere al meglio una mischia in area di rigore. Importante gol per l’attaccante clivense che ha risolto con una bella acrobazia una mischia in area ciociara. Dopo il pareggio ha sfiorato anche il raddoppio con una potente conclusione che ha costretto Leali ad un intervento difficile con i pugni. Il laterale mancino sta soffrendo tremendamente più che la presenza avanzata di Paganini, la costante spinta del terzino Matteo Ciofani che, fino all’espulsione, era riuscito a conquistarsi il fondo con continuità come in occasione del pareggio ciociaro.

Ottimo avvio di gara per la squadra ciociara che ha avuto un ottimo approccio all’incontro che la squadra si Stellone ha certamente iniziato meglio, trovando anche il vantaggio dopo soli 5 minuti con Daniel Ciofani. Forse esagerata ma comunque evitabile l’espulsione di Ajeti che ha lasciato la squadra in inferiorità numerica, una situazione che ha agevolato il pareggio dei padroni di casa che stanno comunque faticando a creare pericoli alla squadra di Stellone. Il centravanti porta in vantaggio i suoi con un gran gol di testa, una splendida incornata con la quale ha nettamente anticipato Cesar, su un cross del fratello Matteo che è riuscito a trovarlo spendidamente al centro dell’area. Lotta come sempre su tutti i palloni che si riducono drasticamente dopo l’espulsione di Ajeti. Cartellino rosso forse esagerato per l’albanese che è stato comunque autore di una brutta entrata all’altezza del centrocampo, una situazione nella quale il centrale poteva assolutamente evitare un rischio del genere che l’arbitro Russo ha tramutato in inferiorità numerica per gli ospiti che ora dovranno soffrire notevolmente per uscire imbattutti dal Bentegodi. (Marco Guido)

CHIEVO VERONA-FROSINONE: I VOTI DEGLI SCALIGERI

BIZZARRI 6: L’estremo difensore argentino è assolutamente incolpevole in occasione del momentaneo vantaggio segnato da Daniel Ciofani, poi controlla la situazione dato che non viene più impegnato dagli avversari.
SARDO 7: Il laterale destro sfrutta al meglio l’assenza di Cacciatore per squalifica riuscendo anche a segnare un super gol con un gran destro da fuori area che ha sorpreso Leali di poco fuori dai pali. Esce nel finale per far spazio al giovanissimo Ninkovic. (NINKOVIC S.V.: Pochissimi minuto per l’esordio del giovanissimo serbo).
SPOLLI 6: Fatica un pò a contenere la verve di Daniel Ciofani fino a quando gli ospiti sono rimasti in 11 uomini. Quando la squadra clivense si è trovata in superiorità numerica, ha potuto naturalmente gestire meglio la situazione.
CESAR 6: Diamo alla sufficienza al centrale sloveno solo per il risultato finale perchè il difensore ha sicuramente sbagliato in occasione del vantaggio ciociaro quando si è fatto nettamente anticipare da Daniel Ciofani.
GOBBI 6: Stesso discorso fatto per Cesar perchè il laterale mancino ha sofferto tremendamente la continua spinta di Matteo Ciofani che lo ha spesso messo in difficoltà in avvio di gara fino all’espulsione di Ajeti che ha stravolto l’andamento della sfida.
CASTRO S.V.: Pochissimi minuti per l’argentino che deve abbandonare il terreno di gioco dopo esser stato toccato duro da Pavlovic. (PINZI 6: Solita partita di grande sostanza che però in una giornata come questa è forse superflua vista la mancanza di opposizione degli avversari costretti a giocare in inferiorità numerica per gran parte dell’incontro).
RIGONI 7,5: Super gol per il centrocampista che al 58′ è stato bravissimo a recuperare palla su Soddimo e a segnare con un superbo pallonetto da fuori area che ha nettamente sorpreso Leali mal piazzato al di fuori dei pali. Ha anche il merito del rigore che ha permesso alla sua squadra di passare in vantaggio quando Pavlovic lo ha steso in area.
HETEMAJ 6,5: Il centrocampista finlandese ha disputato la sua tradizionale gara ricca di tanta corsa e generosità con la quale ha spesso costretto gli avversari a commettere molti falli che sono anche costate diverse sanzioni. Esce nel finale per un probabile problema muscolare lasciando spazio al giovanissimo Costa. (COSTA 6: Diversi minuti per il giovanissimo centrocampista che nei minuti finali si è spostato nel ruolo di terzino destro dopo l’uscita di Sardo).
PEPE 7: Ottima prova del fantasista che ha sostituito al meglio Birsa nel ruolo di trequartista da dove è riuscito ad offrire numerosi assist come quello del quinto gol per Pellissier. Il suo compito è stato assolutamente facilitato dalla doppia superiorità numerica.
PELLISSIER 7,5: L’esperto centravanti fa altri due passi verso la storica quota dei 100 gol in Serie A. Dopo aver trasformato in avvio di ripresa il rigore conquistato da Rigoni, chiude la sfida segnando l’ultimo gol mettendo in rete da due passi il cross di Pepe. 
FLORO FLORES 7: L’attaccante clivense segna un bel gol che ha pareggiato la sfida con una bella acrobazia con la quale ha risolto una mischia in area di rigore. Sfiora la doppietta in più occasioni che Leali gli nega sempre.
MARAN 7,5: Sesto risultato utile consecutivo che vale un incredibile ottavo posto che nessuno aveva assolutamente previsto prima dell’avvio della stagione. Stravince la partita sfruttando al meglio le ingenuità degli avversari che gli permettono di giocare in superiorità numerica per quasi tutta la gara.
CHIEVO VERONA-FROSINONE: I VOTI DEI CIOCIARI

LEALI 5: L’estremo difensore incassa ben cinque gol, non essendo esente da colpe, come in occasione del quarto gol di Sardo quando è apparso assolutamente fuori posizione visto che era fuori dai pali. Anche quando ha subito il pallonetto di Rigoni è forse uscito dalla porta con troppa precipitazione.
M. CIOFANI 6: L’esterno destro inizia alla grande la partita, riuscendo a spingere con continuità sulla sua corsia di competenza da dove ha anche il merito di far partire il cross per suo fratello Daniel da cui è nato il momentaneo vantaggio degli ospiti.
RUSSO 5: Il centrale difensivo viene preferito a Blanchard, Stellone ha forse voluto premiare il suo gol di Domenica. Va alla deriva come tutta la squadra a causa della doppia inferiorità numerica causata dai suoi compagni.
AJETI 4: L’espulsione che subisce al 15′ è forse esagerata però è anche vero che il suo intervento commesso all’altezza del centrocampo è assolutamente inutile. La sua ingenuità costa cara alla formazione di Stellone che ha naturalmente faticato a reggere alla prolungata inferiorità numerica.
PAVLOVIC 4,5: L’esterno mancino viene recuperato in extremis ma forse rimpiangere Crivello dato che oltre a non riuscire quasi mai a proporsi in avanti, sbaglia quando stende Rigoni in avvio di ripresa provocando il rigore che ha regalato il vantaggio agli avversari.
CHISBAH 4,5: Il centrocampista ghanese lascia la sua squadra in 9 uomini dopo aver incassato il seccondo cartellino giallo per un fallo di mano commesso all’altezza del centrocampo. Stellone non ha pensato di sostituirlo dopo la prima sanzione anche perchè aveva già dovuto spendere un cambio per far entrare Blanchard. 
GUCHER 5,5: Il centrocampista austriaco lotta come sempre su tutti i palloni senza mai risparmiarsi. Dopo l’uscita di Frara indossa la fascia di capitano cercando di aiutare a tutto campo i suoi compagni di squdra in questa deludente trasferta.
FRARA 6: Stellone decide di sacrificare il capitano della formazione ciociara per far spazio al difensore Blanchard che ha dovuto prendere il posto dell’espulso Ajeti. (BLANCHARD 5: Viene lasciato in panchina da Stellone che premia Russo, sale quando la sua squadra è in inferiorità numerica e naturalmente fatica a reggere l’urto degli avversari. Molto nervoso nel finale di gara quando discute animatamente con Pepe).
PAGANINI 5: L’esterno destro non riesce a replicare la buona prova di domenica anche per l’inferiorità numerica che costringe Stellone ad abbassare i due esterni che si sono più che altro sacrificati in fase difensiva. (ROSI S.V.: Pochi minuti nel finale al posto dello stanco Paganini).
CIOFANI 6,5: Il centravanti ciociaro segna un super gol con un gran colpo di testa col quale ha deviato in rete, anticipando nettamente Cesar, un superbo cross del fratello Matteo. Lotta come sempre su tutti i palloni fino a quando Stellone, vista la doppia inferiorità numerica, decide di 
SODDIMO 5: Stellone decide un pò a sorpresa di rilanciarlo dal primo minuto, la sua prova è naturalmente condizionata dall’inferiorità numerica che lo obbliga a sacrificarsi a tutto campo. Nel corso del primo tempo è apparso da subito uno dei più nervosi in campo.
STELLONE 5: Occasione sprecata dalla sua squadra che, fino all’espulsione di Ajeti, oltre a trovarsi in vantaggio appareva abbastanza in controllo della sfida che ha gettato probabilmente un’ottima occasione per conquistare qualche punto visto l’avvio dell’incontro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori