ULTIME NOTIZIE/ Oggi, ultimora: Moto Gp di Spagna, Lorenzo primo nelle prove libere anche oggi, Valentino Rossi quinto (22 aprile 2016)

- La Redazione

Ultime notizie di oggi, le ultim’ora del 22 aprile 2016: Omaggiato da tutti i giornali mondiali il campione romano che ieri ha realizzato una doppietta contro il Torino..

francesco-totti-tu-si
Le ultime notizie di oggi (InfoPhoto)

Con un tempo di 1.39.555 Lorenzo ha dominato anche la seconda giornata di prove libere del Gran premio di Spagna. Si è imposto sul connazionale Marc Marquez su Honda e anche al terzo posto è finito uno spagnolo. Espargaro su Suzuki. Al quarto posto? Un altro iberico che così fanno il poker, Hector Barbera su Ducati dell’Avintia Rac ing. Valentino Rossi solo quinto a 0.7272 da Lorenzo. 

Conferenza stampa di Mancini, l’allenatore dell’Inter ha espresso tutto il suo rammarico per la posizione in classifica, un quarto posto che, ha detto, non è degno di questa squadra. Tra l’altro la sua stessa presenza nell’Inter il prossimo anno era legata proprio all’ottenimento dell’ingresso in Champions, per cui il suo futuro non è per niente roseo. Non abbiamo mai detto che eravamo una squadra da scudetto, ci tiene però a precisare, “siamo una squadra giovane in costruzione”. Ammette anche che il problema maggiore della squadra è il gol: “44 gol fino a oggi sono un po’ pochi”.

Chiedo scusa a tutti, allenatore e tifosi. Così il milanista Bacca dopo il gesto di rabbia per essere stato sostituito durante la partita Milan-Carpi. Con una foto su Instagram il colombiano ha commentato di aver riflettuto e quindi di “scusarmi con i compagni, l’allenatore e il Milan. Volevo solo aiutare la squadra. Sono al lavoro per preparare la sfida di lunedì”. Come si ricorderà quando Brocchi lo ha richiamato in panchina durante la partita, il giocatore aveva gettato a terra stizzito la pettorina. Sembra intanto certo che Bacca con il Verona sia in campo dal primo minuto.

Thohir molla tutto? Arrivano oggi a Milano i cinesi del gruppo Suning Commerce, intenzionati a rilevare l’Inter o almeno una parte di essa. Thohir secondo le indiscrezioni è intenzionato a vendere il 20% della società ma solo se anche Moratti vende una parte del suo 29,5%, cosa che sembra non sia intenzionato a fare. La fallimentare esperienza di Thohir fino a oggi è diventata ancor più drammatica davanti allo sfumare degli incassi della Champions, visto che l’Inter non sembra sia più in grado di afferrare. L’imprenditore indonesiano però come scrive oggi il Corriere dello sport non vorrebbe perdere la maggioranza ed ecco perché chiede il sostegno di Moratti. 

Ancora Eusebio Di Francesco sulla panchina del Sassuolo per i prossimi tre anni. L’allenatore ha infatti rinnovato il contratto fino a giugno 2019: “Un accordo che sancisce la volontà di entrambi di proseguire nel percorso che ha  visto il club in costante crescita in questi quattro anni con la  convinzione di essere protagonisti anche in futuro. Il progetto continua, insieme, per crescere e migliorare è il comunicato della società che annuncia il rinnovo.

Voglio cercare di vincere con un’altra moto. Lorenzo spiega così la decisione di lasciare la Yamaha per passare alla Ducati, una scelta che definisce la più importante della sua carriera. Per adesso comunque pensa soltanto a finire questo GP con ancora quindici gare da disputare e di lottare fino alla fine per vincere il suo quarto titolo. Lo ha detto durante la conferenza stampa prima del GP di Spagna. “Abbiamo voluto risolvere questa cosa già adesso per poterci concentrare sul presente e spostare l’attenzione sulle gare anche perché se non lo facessi sarebbe anche pericoloso. Il futuro è ancora lontano nella mia mente”. Aggiungendo: “La sfida dopo tanti anni in MotoGp è di dare sempre il massimo ogni giorno come cerco sempre di fare perché penso di essere uno dei piloti più professionali per la concentrazione che metto sul lavoro. Sentivo di aver bisogno di questa sfida per avere questa motivazione per lavorare sodo come ho sempre fatto”. Il commento di Valentino Rossi: non so cosa lo abbia spinto a cambiare, ero convinto che rimanesse alla Yamaha.

Con una cerimonia che si ripete immutata dalla notte dei tempi, oggi la fiaccola olimpica è stata accesa ad Olimpia in Grecia. La torcia che ha preso fuoco, grazie ai raggi solari convogliati in uno specchio concavo, ha iniziato subito dopo il suo viaggio alla volta di Rio dove giungerà nellimminenza dei giochi olimpici che si apriranno il prossimo Agosto. Alla cerimonia molti hanno notato lassenza della presidente del Brasile Dilma Rousseff, travolta dagli scandali e prossima allimpeachment. Presenti invece in forza i vertici del Comitato Olimpico Internazionale, che durante la cerimonia hanno reso noto litinerario della torcia, essa percorrerà oltre 20.000 chilometri sulle strade di tutto il mondo, e sarà portata da oltre 8.000 tedofori appartenenti a tutti i paesi del mondo.    

Sembra aver unito tutti la doppietta con cui ieri Totti ha di fatto vinto, nei minuti finali, la partita contro il Torino. Il campione romano questoggi è stato omaggiato da tutti i giornali mondiali, che non fanno altro che porre lattenzione su come il numero 10 sia nei fatti una delle ultime “bandiere” del calcio moderno. Il giocatore questoggi non ha rilasciato dichiarazioni, ma alcune fonti bene informate vicine allex capitano della Roma, hanno fatto notare come adesso il nr. 10 si aspetti più attenzione di una dirigenza, che potrebbe non riuscire a gestire lantipatia tra il “pupone” e Spalletti. Lallenatore oltre ad aver fatto i complimenti al giocatore, ha rinnovato la sua linea, dicendo che non “sarà la doppietta di ieri a farmi cambiare idea su Roberto”.    

stato chiarissimo il presidente Agnelli, a dire che caso mai la Juve riuscisse a mettere le mani sullo scudetto di questanno, la sua impresa potrebbe essere iscritta agli annali del calcio di tutto il mondo. Il presidente non fa altro che evidenziare, una stagione che i bianconeri hanno condotto in una maniera impressionante. Partiti malissimo, dodicesimi a meta del girone di andata, i campioni di Torino sono riusciti a fare quadrato, e cosa mai accaduta prima a risalire la classifica e a ritrovarsi da gestire ad una manciata di giornate dalla fine, ben nove punti di vantaggio sulla seconda. Record di imbattibilità di Buffon a parte, la squadra ha evidenziato una solidità difensiva veramente impressionante, difficile da trovare in tutti i campionati europei. Adesso si attende la sfida con la Fiorentina che potrebbe sancire matematicamente la conquista del quinto tricolore consecutivo. Vinto questo, la sfida sarà quella di bissare la vincita della coppa nazionale, cosa che Chiellini e compagni proveranno a fare il 21 Maggio contro il Milan nella finale di Coppa Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori