Diretta / Milan-Frosinone (risultato finale 3-3) info streaming video e tv: Menez trova il pari in extremis! (Serie A 2016, oggi 1 maggio)

- La Redazione

Diretta Milan-Frosinone, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca a San Siro, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016

bacca_settanta
Foto Infophoto

Milan-Frosinone termina con il risultato di 3-3. Nel primo tempo gli ospiti passano subito in vantaggio con Paganini, resistono alla reazione rossonera (con il Diavolo che si mangia almeno quattro nitide occasioni) e raddoppiano poco prima dell’intervallo con Kragl. Nella ripresa Balotelli si fa parare un calcio di rigore da Bardi mentre poco dopo Bacca riapre il match. Nemmeno il tempo di esultare che Dionisi infila Donnarumma per la terza volta. Nel finale il Milan trova il 2-3 con una gran rovesciata di Anotnelli, appena entrato in campo al posto di Abate, e il definitivo 3-3 in extremis con Menez, bravo a battere Bardi dal dischetto nel secondo penalty di giornata concesso da Massa. 

Quando siamo all’80’ di gioco il risultato di Milan-Frosinone è di 2-3 in favore degli ospiti. Dopo la terza rete dei frosinati, il Milan è rientrato in partita con un grandissimo gol di Luca Antonelli, appena entrato in campo al posto di Abate. Dagli sviluppi di un corner, al 73′, Balotelli pesca Alex che sponda per Antonelli, il quale stoppa di petto e si inventa una rovesciata da vedere e rivedere. Bardi è battuto; il Milan adesso crede nella rimonta.   

Quando siamo al 55′ di gioco il risultato di Milan-Frosinone è di 1-2 in favore della squadra ospite. Nella ripresa il Milan potrebbe subito rientrare in partita quando al 46′ Russo intercetta con il braccio una concusione di De Sciglio. Per Massa non ci sono dubbi: è calcio di rigore per il Milan. Dal dischetto va Balotelli ma Bardi è super nel neutralizzare il tentativo dell’attaccante milanista. Poco dopo Bardi è ancora decisivo su una bordata da fuori di Alex, ma ha delle evidenti responsabilità sul gol di Bacca arrivato al 49′. Honda pennella per Abate, che raggiunge il fondo e mette in mezzo un traversone velenoso sul primo palo. Bardi interviene ma perde il pallone; Bacca a porta vuota da zero metri non può fallire. Poco dopo Montolivo appoggia dietro per Alex, che sbaglia il controllo favorendo il via libera di Dionisi. Il giocatore del Frosinone entra in area e beffa Donnarumma per il tris. 

Il primo tempo di Milan-Frosinone si chiude con il risultato di 2-0 in favore degli ospiti. Al primo affondo i frosinati si portano in vantaggio con Paganini. I rossoneri, colpiti a freddo, ci mettono un po’ per reagire ma dopo un’iniziale fase di choc, la squadra di Borcchi colleziona diverse palle gol. Ci provano Kucka, Bacca (due volte), Romagnoli, Alex, Balotelli e Honda ma Bardi è insuperabile. Poco prima dell’intervallo arriva la doccia fredda per il Milan: il Frosinone raddoppia con una punizione da distanza siderale di Kragl. Donnarumma avrebbe potuto decisamente fare qualcosa in più. Milan nell’incubo, Frosinone in paradiso. 

Quando siamo al 30′ di gioco il risultato di Milan-Frosinone è sempre di 1-0 in favore degli ospiti. I rossoneri hanno reagito sfiorando il gol in almeno quattro circostanze. All’11’ Balotelli scodella in area un calcio di punizione dalla destra: Kucka anticipa tutti con un colpo di testa terminato sul fondo di non molto. Poco dopo, dagli sviluppi di un corner, Bacca calcia a botta sicura: Sammarco evita il pareggio deviando in mischia. Passano pochi minuti e il colombiano ci riprova su assist di Kucka: ancora la difesa del Frosinone è brava e fortunata a salvarsi in corner. Al 24′ Romagnoli stacca di testa da corner ma Bardi è ancora super a dire no al pareggio del Milan. Al 26′ Balotelli ci prova dalla distanza con un siluro disinnescato dal solito Bardi. Si gioca in una sola metà campo a San Siro ma per adesso il Frosinone resiste agli assalti del Milan.

Quando siamo al 10′ di gioco il risultato di Milan-Frosinone è di 1-0 in favore degli ospiti. Al primo affondo i frosinati si sono portati clamorosamente in vantaggio con Paganini: gran lavoro di sponda di D.Ciofani, che dal limite appoggia per il proprio compagno. Il numero 17 del Frosinone lascia partire un destro che beffa Donnarumma. Il Milan non riesce a reagire: l’unico sussulto arriva da una punizione di Balotelli schermata dalla barriera. 

Milan-Frosinone, diretta dall’arbitro Massa, sta per cominciare allo stadio Giuseppe Meazza di Milano. Comunicate le formazioni ufficiali, vediamo le scelte dei due allenatori per i rispettivi undici iniziali. Nel Milan confermato José Mauri a centrocampo, mentre il treqaurtista sarà Honda in assenza di Bonaventura. Tutto confermato anche nel Frosinone. MILAN (4-3-3): 99 Donnarumma; 20 Aabate, 33 Alex, 13 Romagnoli, 2 De Sciglio; 27 Kucka, 18 Montolivo, 4 J.Mauri; 10 Honda; 45 Balotelli, 70 Bacca In panchina: 1 D.Lopez, 32 Abbiati, 5 Mexes, 17 C.Zapata, 96 Calabria, 25 S.Simic, 31 Antonelli, 16 Poli, 73 Locatelli, 7 Menez, 9 Luiz Adriano Allenatore: Cristian Brocchi FROSINONE (4-4-2): 25 Bardi; 13 M.Ciofani, 4 A.Russo, 93 Ajeti, 3 Crivello; 17 Paganini, 5 Gori, 21 Sammarco, 11 Kragl; 9 D.Ciofani, 18 Dionisi In panchina: 1 Zappino, 6 Blanchard, 44 Pryma, 28 Rosi, 20 Pavlovic, 8 Gucher, 7 Frara, 10 Soddimo, 29 Carlini, 12 Longo Allenatore: Roberto Stellone Allenatore: Davide Massa (sezione di Imperia) 

Tatticamente non ci saranno cambiamenti nel Milan di Cristian Brocchi, il quale intende proseguire con l’adozione del modulo 4-3-1-2. I terzini sulle fasce dovranno garantire spinta costante, mentre le mezzali dovranno essere brave a mantenere la squadra in equilibrio capendo quando è il caso di proporsi in area avversaria. Determinante il trequartista, ovviamente, che deve essere il fulcro dell’azione offensiva ma che nei rossoneri ha fatto sempre fatica al di là dell’interprete schierato. Roberto Stellone si opporrà con un 4-3-3 sperando che il suo Frosinone sappia mettere in difficoltà i padroni di casa giocando un calcio fatto di pressing e ripartenze veloci. Attenzione alle palle alte, dove i ciociari possono fare male a un Milan che spesso subisce in quelle situazioni di gioco.

Analizziamo le statistiche in vista del match tra Milan e Frosinone. I rossoneri in questo campionato hanno segnato quarantaquattro gol di cui nove arrivati tra il 45′ ed il 60′ e sei tra il 60′ ed il 75′. Gli uomini di Brocchi in stagione hanno incassato trentasette gol, di cui nove tra il 60′ ed il 75′ e quattro nei primi quindici minuti di gare. Il numero totale di attacchi ammonta a ottocentotredici, mentre i tiri in porta finora sono stati centottantasette. Passiamo al Frosinone, che in stagione ha segnato trentadue gol: sette tra il 75′ ed il 90′ e quattro nei primi quindici minuti di gare. I ciociari hanno invece subito ben sessantotto gol: diciassette tra il 75′ ed il 90′ e solo tre nei primi quindici minuti di gare. Il numero totale di attacchi degli uomini di Stellone ammonta a cinquecentosessanta, i tiri in porta sono stati centoquarantadue. 

La sfida tra Milan e Frosinone sarà diretta da Davide Massa, della sezione di Imperia. Il direttore di gara in questa stagione ha diretto sedici partite, estraendo in totale settantasei cartellini gialli, nessun doppio giallo ed un cartellino rosso. Nell’attuale campionato di Serie A 2015/2016, Massa ha diretto un match del Milan contro il Bologna terminato 1-0 a favore dei rossoblù ed un parta del Frosinone contro la Juventus perso per 2-0 dai ciociari. Nelle precedenti stagioni, invece, ha diretto due partite del Milan tra le mura di San Siro utilizzando quattro cartellini gialli e nessun rosso ai rossoblù ma non ha mai diretto un match del Frosinone lontano dalle mura casalinghe. I suoi assistenti saranno Passeri e Paganessi, il quarto uomo sarà Tasso. 

diretta dall’arbitro Massa, si gioca alle ore 15 di oggi pomeriggio; è valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016. Il Milan per il sesto posto e l’Europa, il Frosinone per la salvezza: questo il tema della partita di San Siro, tra due squadre che in classifica sono separate da 23 punti ma che allo stesso modo hanno bisogno di una vittoria. Se non altro il Milan è padrone del suo destino: facendo gli stessi punti della concorrenza (ovvero il Sassuolo) si sarà garantito un posto nella prossima Europa League. 

Il Frosinone invece non solo deve vincere, ma anche sperare in risultati favorevoli dagli altri campi; saprà già quale sarà il risultato del Carpi e questo potrebbe dare un’iniezione extra di fiducia, oppure portare scoramento. Va da sè che la stagione del Milan non sia stata quella ipotizzata: la finale di Coppa Italia è stata raggiunta, ma resta un “contentino” che peraltro non garantisce più l’accesso in Europa in caso di sconfitta.

L’allenatore che l’ha conquistata, Sinisa Mihajlovic, ha salutato la compagnia pagando per tutti; Cristian Brocchi ha ottenuto 4 punti in tre partite, pareggiando in casa contro il Carpi e perdendo a Verona (facendosi rimontare), lasciando intendere che – con tutto il rispetto per un allenatore che non potrà che crescere – non era forse la panchina il problema.

Ancora una volta una stagione nata male e finita peggio; ancora una volta attese disilluse, tanta confusione a livello societario e acquisti estivi che alla fine non hanno fatto la differenza. Ripartire in estate sarà dura: intanto bisognerà ancora capire chi sarà il prossimo allenatore, e da lì bisognerà costruire una squadra in grado di tornare nelle prime tre, o se non altro provarci fino in fondo.

Il Frosinone, che in casa ha sempre fatto bene, si mangia le mani per le ultime due partite: prima ha perso nettamente contro il Chievo – senza più obiettivi – pur essendo passato in vantaggio, poi è caduto al Matusa contro un Palermo in crisi di risultati e che in questo modo ha operato il sorpasso in classifica. Adesso la salvezza è davvero durissima: vincere oggi potrebbe non bastare, dipenderà dai risultati degli altri campi e resteranno altre due partite.

Nonostante ciò il campionato del Frosinone, il primo in assoluto nella massima serie, rimane di spessore perchè a 270 minuti dal termine della stagione i ciociari hanno tutte le possibilità di centrare la salvezza. A noi non resta che metterci comodi, dare la parola al campo e stare a vedere come andrà a finire oggi a San Siro: la diretta di Milan-Frosinone, valida per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie A 2015-2016, sta per cominciare…

La diretta tv di Milan-Frosinone sarà trasmessa dai canali della pay tv satellitare – su Sky Calcio 1 – e dai canali della pay tv del digitale terrestre, su Premium Calcio 1 e Premium Calcio 1 HD; per tutti gli abbonati sarà inoltre possibile avvalersi, senza costi aggiuntivi, del servizio di diretta streaming video attivando le applicazioni Sky Go e Premium Play su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori