Risultati Serie A/ Classifica aggiornata, diretta gol livescore e prossimo turno. Higuain colpisce, Napoli resiste (36^giornata, oggi 2 maggio 2016)

- La Redazione

Risultati Serie A, 36^ giornata: diretta gol livescore, classifica aggiornata e prossimo turno. La Juventus ha già vinto lo scudetto, l’Inter saluta la Champions, oggi Napoli e Roma

KhediraDybalaMorata
Foto Infophoto

Il Napoli risponde alla Roma: il 2-1 con cui i partenopei si liberano dell’Atalanta vale la difesa del secondo posto in classifica. Risultati finali di tutte le partite di Serie A, per la 36^ giornata: Gonzalo Higuain segna anche nel secondo tempo sull’assist di Callejon e sale a quota 32 gol in campionato, a -3 dal record di Gunnar Nordahl. La classifica adesso ci dice che il Napoli si porta a 76 punti contro i 74 della Roma; a due giornate dal termine del campionato la corsa alla qualificazione diretta in Champions League non è ancora chiusa, ma intanto la formazione di Maurizio Sarri è ancora davanti nonostante l’Atalanta ci abbia provato fino al termine, trovando anche il gol della bandiera al cinque minuti dal 90′, quando un cross basso di Andrea Conti ha generato una carambola tra Freuler e Raul Albiol che ha ingannato Reina (probabile ultimo tocco del difensore spagnolo). Nella prossima giornata, la 37^, il Napoli fa visita al Torino mentre la Roma ospita il Chievo; saranno i giallorossi a giocare per primi domenica 8 maggio (ore 15), i partenopri saranno di scena nel posticipo delle 20:45, uno dei due in programma (l’altro è Verona-Juventus).

Allo stadio San Paolo il Napoli è in vantaggio per 1-0 sull’Atalanta, e dunque almeno per il momento mantiene il secondo posto nella classifica di Serie A. Il gol è di Gonzalo Higuain, che segna la prima rete dal rientro post squalifica che è anche la numero 31 in campionato: passaggio di Hamsik che taglia tutta l’area di rigore, Higuain scatta in posizione regolare e di prima intenzione anticipa anche Callejon (che era pronto alle sue spalle) battendo Sportiello. Il Napoli in questo momento ha 76 punti in classifica contro i 74 della Roma; l’Atalanta però non si è data per vinta e in più di un’occasione ha creato qualche grattacapo alla retroguardia partenopea. Da segnalare anche una rovesciata di Lorenzo Insigne che è andato vicino al bersaglio grosso; vedremo dunque come andranno le cose nel secondo tempo allo stadio San Paolo.

La Roma vince, il Napoli deve rispondere: gli ultimi due risultati della 36^ giornata di Serie A possono definire la lotta al secondo posto in classifica. La Roma fa 3-2 sul campo del Genoa, e si prende tre punti fondamentali: ancora una volta Francesco Totti toglie le castagne dal fuoco segnando con una meravigliosa punizione il gol del pareggio, dopo che Leonardo Pavoletti da vero bomber aveva portato in vantaggio il Genoa. A tre minuti dal 90′ è Stephan El Shaarawy, un altro grande ex, a punire il Grifone e mandare la Roma a quota 74 punti, momentaneamente a +1 sul Napoli. I partenopei giocano a minuti contro l’Atalanta, riusciranno a vincere e tornare al secondo posto? Lo scopriremo tra poco…

Intervallo a Marassi: Genoa e Roma sono in parità, 1-1 dopo i primi 45 minuti nel posticipo della 36^ giornata di Serie A. Inizio con il botto da parte delle due squadre, con gli ex protagonisti: al 6^ minuto di gioco Diego Perotti serve l’assist a Mohamed Salah che batte Lamanna e porta in vantaggio la Roma. La risposta del Genoa si fa attendere solo 7 minuti: il Grifone recupera una palla sulla trequarti, Laxalt è bravo ad alzare la testa dalla sinistra e mettere al centro un cross basso sul quale Panagiotis Tachtsidis arriva a rimorchio e di prima intenzione piazza il pallone alla sinistra di Szczesny. In questo momento dunque la Roma vede sfumare il secondo posto; si porta a -1 dal Napoli, che però questa sera avrà l’occasione di allungare battendo l’Atalanta. Mancano ancora 45 minuti per chiudere questa partita dello stadio Ferraris, vedremo dunque come andrà a finire questa sfida.

Alle ore 19.00 riparte la trentaseiesima giornata di Serie A 2015-2016, anch’essa con un programma decisamente anomalo (o forse ormai è anomala la normalità…). Sarà un grande lunedì perché scendono in campo entrambe le squadre che si contendono il secondo posto in classifica, quello che eviterà i preliminari di Champions League: si parte con Genoa-Roma, un test certamente non facile per i giallorossi di luciano Spalletti a Marassi. Sulla carta dovrebbe essere più semplice per il Napoli l’impegno casalingo contro l’Atalanta al San Paolo, ma adesso il tempo delle parole e delle ipotesi è finito: la parola al campo!

Oggi si giocano due gare importanti per la corsa al secondo posto della classifica di Serie A, Genoa-Roma e Napoli-Atalanta. Nella seconda gioca anche quello che sarà il capocannoniere finale della stagione, Gonzalo Higuain. Il Pipita è irraggiungibile a trenta reti, seguito a sedici da Carlos Bacca e Paulo Dybala. A due giornate dalla fine, oltre la partita di oggi, l’argentino vuole segnare ancora per entrare nella storia anche se già con trenta reti l’ha ampiamente fatto. C’è chi poi come Edin Dzeko di gol ne ha fatti molti meno di quanto ci saremmo aspettati e invece è fermo a otto. Staremo a vedere se la giornata di oggi li aiuterà a migliorare la loro personale classifica.

I risultati di Serie A di questa sera, posticipi della 36^ giornata, saranno interessanti in particolar modo per quanto riguarda la corsa al secondo posto, che qualifica direttamente in Champions League. L’Inter, avendo perso sul campo della Lazio, è tagliata fuori aritmeticamente: restano quindi soltanto Napoli (73 punti) e Roma (71) a giocarsi l’obiettivo. Entrambe giocano contro due squadre salve: la Roma però va in trasferta sul campo del Genoa, che vorrà riscattare la magra figura ottenuta una settimana fa al Dall’Ara. Più agevole sulla carta il compito del Napoli, che ospita l’Atalanta; i partenopei in ogni caso non possono chiudere oggi il discorso, ma guadagnare punti sui giallorossi (andando perciò a +4 o +5, oppure +3 in caso di pareggio e sconfitta della Roma) metterebbe una seria ipoteca sulla corsa alla seconda posizione della classifica.

La penultima giornata della Serie A 2015/2016 si concluderà oggi con i due posticipi Genoa-Roma e Napoli-Atalanta. Il posticipo della domenica si è giocato allo Stadio Olimpico e ha visto la Lazio superare per 2-0, gol di Klose e Candreva, l’Inter che dice addio al sogno Champions League. Le squadre italiane che giocheranno la prossima massima competizione europea saranno dunque la Juventus, Campione d’Italia, Napoli e Roma. In che ordine queste due potremo capirlo già dalla giornata di oggi. Infatti i giallorossi sono ad appena due punti dagli azzurri dopo la vittoria della settimana scorsa nello scontro diretto grazie alla rete di Radja Nainggolan. Se dovessero vincere tutte e due rimane aperta la corsa all’accesso diretto alla Champions con sei punti ancora a disposizione. Diventa proibitivo il compito del Sassuolo che è a meno cinque dalla Fiorentina e dovrebbe sperare in due passi falsi della squadra di Paulo Sousa per andare in Europa League. La corsa è aperta anche nella parte bassa della classifica dove si gicoano la salvezza Sampdoria, Udinese, Palermo, Carpi e Frosinone. I blucerchiati sono a +5 sulla terzultima e quindi con appena due punti sarebbero salvi matematicamente. Più complessa la strada dell’Udinese che è solo a +3 dalla coppia Palermo, Carpi. Alla fine ci sono i ciociari che sono a quattro punti dalla salvezza e quindi quasi spacciati. La sensazione è che si salverà una tra la squadra di Maurizio Zamparini e quella allenata da Fabrizio Castori.

La Lazio ha battuto l’Inter per 2-0 nel posticipo domenicale della 36^giornata di campionato. Nel secondo tempo un calcio di rigore realizzato da Antonio Candreva ha consentito ai biancocelesti di chiudere il discorso e tornare al successo dopo due sconfitte di fila. Nono gol in questo campionato per il centrocampista della Lazio, nell’occasione è stato anche espulso l’interista Murillo che ha ricevuto la seconda ammonizione causando il penalty (fallo su Keita). Decima sconfitta in questo campionato per i nerazzurri che rimangono quarti a +4 sulla Fiorentina, sono anche le lunghezze che separano la Lazio dalla sesta posizione del Sassuolo. La 36^giornata si conclude domani (lunedì 2 maggio 2016) con le due partite rimanenti: Genoa-Roma alle ore 19:00 e Napoli-Atalanta alle 21:00.

Lazio e Inter sono in campo all’Olimpico per il posticipo domenicale della 36^giornata. I biancocelesti si sono portati in vantaggio dopo pochi minuti grazie a Miroslav Klose, freddo nel superare Handanovic con un tocco sotto a tu per tu dopo il perfetto assist di Lulic. Il centravanti tedesco è andato così a segno per la terza volta nella partita Lazio-Inter, la quinta in questo campionato di Serie A.

Finiti i match del pomeriggio. L’unica sfida senza gol è quella del Castellani, dove Empoli e Bologna hanno concluso sullo zero a zero. Pareggio anche a San Siro ma ben più emozionante: Milan-Frosinone è terminata 3-3; una rovesciata di Luca Antonelli e un calcio di rigore di Jeremy Menez hanno riportato i rossoneri a galla, nell’ultima azione della partita traversa di Balotelli che ha stampato un destro potentissimo sul legno alto della porta avversaria. A Palermo secondo successo consecutivo per la squadra di Ballardini, che appaia il Carpi a 35 punti: il sigillo sul match contro la Sampdoria lo ha messo l’autogol del serbo Nenad Krsticic. Infine il Sassuolo, che batte di misura l’Hellas Verona e supera il Milan al sesto posto: di Lorenzo Pellegrini la rete decisiva, complice una deviazione del veronese Bianchetti. 

Clamoroso a San Siro, il Frosinone ha realizzato anche il secondo gol ed ora conduce per 0-2 sul campo di un Milan anche sfortunato, sbattuto contro un grande Bardi. A servire il bis è stato il tedesco Oliver Kragl, autore di un missile su punizione dai 35 metri che si è infilato nell’angolo basso alla sinistra di baby Donnarumma. A Palermo tiene il gol di Vazquez che ha portato avanti i rosanero: in questo momento siciliani alla pari con il Carpi ma sfavoriti dalla differenza reti generale (gli scontri diretti sono terminati entrambi in parità). Zero a zero invece tra Empoli e Bologna così come Sassuolo ed Hellas Verona. Ora i secondi tempi delle partite. 

Juventus-Carpi si è conclusa sul 2-0 a favore dei bianconeri, che hanno registrato la vittoria numero 25 nelle ultime 26 giornate di campionato; il raddoppio ha portato la firma di Simone Zaza che ha incornato in rete un cross di Pogba dalla fascia destra. In classifica Juventus a 88 punti e Carpi che rimane a quota 35. In corso le partite delle 15:00: sono Empoli-Bologna, Milan-Frosinone, Palermo-Sampdoria e Sassuolo-Hellas Verona. Il primo gol arriva da San Siro ma non è del Milan: bell’azione del Frosinone finalizzata da Luca Paganini, che supera Donnarumma con un destro basso dal limite dell’area. Seconda rete in Serie A per l’esterno romano classe 1993. Settimo invece per Franco Vazquez che ha portato in vantaggio il Palermo sulla Sampdoria: Gilardino ruba palla a Ranocchia ed azione l’italo-argentino, bravo a superare Viviano nel tu per tu. 

Dopo il primo tempo la Juventus è in vantaggio sul Carpi per 1-0, grazie al gol siglato dal brasiliano Hernanes al 42′ minuto. Il centrocampista ex Inter ha indirizzato verso la porta un tiro d’interno destro dal limite dell’area, servito da un tocco di Asamoah dal lato sinistro: la traiettoria, bassa e non eccessivamente angolata, ha sorpreso il portiere Belec che si è tuffato con il giusto tempismo ma non è riuscito a respingere la palla, deviandola nella propria rete. Il gol di Hernanes ha sbloccato una partita equilibrata, con la Juventus a cercare di far gioco e il Carpi attivo in difesa e pronto alle ripartenze. Ammoniti Manduzkic per proteste, Martinho e Crimi per gioco scorretto. 

Parte la domenica di campionato, alle ore 12:30 al via allo Stadium di Torino il match tra la Juventus già campione d’Italia ed il Carpi, in cerca di altri punti per avvicinare il traguardo salvezza. Vedremo se il teorico gap motivazione tra la due squadre potrà rendere la partita più equilibrata del previsto: la parola passa al campo… 

La Serie A 2015-2016 ha visto ieri disputarsi due anticipi: Udinese-Torino e Chievo-Fiorentina. Entrambe le partite hanno regalato delle sorprese in virtù della classifica del campionato. I friuliani di De Canio sono caduti in casa per 1-5 contro un Toro che aveva poco da chiedere al campionato. Ko che mette in difficoltà l’Udinese ora a ”soli” +6 dalla zona retrocessione col Palermo che oggi potrebbe dimezzare nella sfida contro la Sampdoria la distanza. Dall’altra parte perde punti invece la Fiorentina che non va oltre lo zero a zero in casa del Chievo ormai salvo. I viola devono stare attenti al ritorno del Milan che potrebbe portarsi a -4 a due giornate dalla fine.

Il campionato di Serie A 2015-2016 sta per arrivare alla sua conclusione: la 36^ giornata è la terzultima in questo appassionante torneo, che ha già stabilito la Juventus vincitrice dello scudetto (per la quinta volta consecutiva) e il Verona come prima retrocessa. Restano però altri verdetti da ufficializzare; vediamo dunque quali sono le partite che ci attendono oggi (dopo gli anticipi Udinese-Torino e Chievo-Fiorentina).

Si parte alle ore 12:30 con Juventus-Carpi, si prosegue alle ore 15 con Empoli-Bologna, Milan-Frosinone, Palermo-Sampdoria e Sassuolo-Verona; alle ore 20.45 il posticipo serale Lazio-Inter, mentre domani ci saranno due partite e cioè Genoa-Roma (ore 19) e Napoli-Atalanta (ore 21).

Archiviata la sbornia per il quinto scudetto consecutivo, la Juventus torna in campo per provare ad allungare la serie record e rimanere in ritmo per la finale di Coppa Italia; di fronte il Carpi, una squadra che sta per portare a termine una salvezza strepitosa e spera di trovare i bianconeri con la guardia leggermente abbassata.

In più, gli emiliani sperano in passi falsi delle dirette concorrenti: il Frosinone va a San Siro sul campo di un Milan ancora impegnato a qualificarsi per l’Europa (e attenzione, il Sassuolo lontano solo un punto ospita il Verona, come abbiamo già visto). Più agevole il compito del Palermo, in casa contro una Sampdoria che ha ottenuto la salvezza e dunque potrebbe avere motivazioni al ribasso.

L’Inter ha ormai blindato il quarto posto e va a giocare sul campo della Lazio per prendersi un’altra vittoria, i biancocelesti tecnicamente potrebbero ancora andare in Europa League ma arrivano da due sconfitte consecutive e sanno che anche una vittoria in serata potrebbe non bastare. Poco da dire per quanto riguarda la partita del Castellani (sia Empoli che Bologna sono salve), mentre il lunedì ci presenta la sfida più emozionante, quella per il secondo posto e la qualificazione diretta in Champions League.

La Roma ha appena battuto il Napoli, si è portata a due punti e adesso ha anche il doppio confronto a favore; i partenopei hanno la possibilità di riscattarsi contro un’Atalanta salva anche se in ripresa, i giallorossi vanno sul campo di un Genoa che ha conquistato la permanenza in Serie A ormai da tempo, ma avendo perso male a Bologna vuole rialzare la testa e prendersi una bella vittoria davanti ai suoi tifosi.

Sabato 30 aprile

RISULTATO FINALE Udinese-Torino 1-5 – 12′ Jansson (T); 45′ Acquah (T); 47′ Felipe (U); 50′ Martinez (T); 56′ Belotti (T); 83′ Martinez (T)

RISULTATO FINALE Chievo-Fiorentina 0-0

 

Domenica 1 maggio

RISULTATO FINALE Juventus-Carpi 2-0 – 42′ Hernanes, 80′ Zaza

RISULTATO FINALE Empoli-Bologna 0-0 – 

RISULTATO FINALE Milan-Frosinone 3-3 – 2′ Paganini (F), 44′ Kragl (F), 50′ Bacca (M), 54′ Dionisi (F), 74′ Antonelli (M), 92′ rig.Menez (M) – Note: 49′ rig.sbagliato Balotelli (M)

RISULTATO FINALE Palermo-Sampdoria 2-0 – 19′ Vazquez, 85′ aut.Krsticic

RISULTATO FINALE Sassuolo-Verona 1-0 – 58′ Pellegrini 

RISULTATO FINALE Lazio-Inter 2-0 – 8′ Klose, 86′ rig.Candreva – Note: 85′ espulso Murillo (I)

 

Lunedì 2 maggio

RISULTATO FINALE Genoa-Roma 2-3 – 6′ Salah (R), 13′ Tachtsidis (G), 65′ Pavoletti (G), 77′ Totti (R), 87′ El Shaarawy (R)

RISULTATO FINALE Napoli-Atalanta 2-1 – 10′ Higuain (N), 77′ Higuain (N), 85′ aut. Raul Albiol (A)

 

1. Juventus  36 28 4 4 69:18 88
2. Napoli 36 23 7 6 74:31 76
3. Roma 36 21 11 4 77:40 74
4. Inter 36 19 7 10 47:34 64
5. Fiorentina 36 17 9 10 56:40 60
6. Sassuolo 36 14 13 9 45:39 55
7. Milan 36 14 12 10 47:40 54
8. Lazio 36 14 9 13 47:47 51
9. Chievo 36 13 10 13 43:42 49
10. Torino 36 12 9 15 50:51 45
11. Empoli 36 11 10 15 37:46 43
12. Genoa 36 12 7 17 41:46 43
13. Bologna 36 11 8 17 33:44 41
14. Atalanta 36 10 11 15 38:45 41
15. Sampdoria 36 10 10 16 48:53 40
16. Udinese 36 10 8 18 33:57 38
17. Palermo 36 9 8 19 35:63 35
18. Carpi 36 8 11 17 34:53 35
19. Frosinone 36 8 7 21 35:71 31
20. Verona  36 4 13 19 30:59 25

 

 

 

 

Sabato 7 maggio

Ore 18:00 Inter-Empoli

Ore 20:45 Bologna-Milan

 

Domenica 8 maggio

Ore 12:30 Roma-Chievo

Ore 15:00 Atalanta-Udinese

Ore 15:00 Carpi-Lazio

Ore 15:00 Fiorentina-Palermo

Ore 15:00 Frosinone-Sassuolo

Ore 15:00 Sampdoria-Genoa

Ore 20:45 Torino-Napoli

Ore 20:45 Verona-Juventus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori