Probabili formazioni/ Roma-Al Ahly: quote, le ultime novità live. Occasione per Paredes (amichevole, oggi 20 maggio 2016)

- La Redazione

Probabili formazioni Roma-Al Ahly: le quote e le ultime novità live sulla partita amichevole che la formazione giallorossa affronta a Dubai in un mini tour nel Medio Oriente

strootman_biglia
Foto Infophoto

Leandro Paredes sarà uno degli osservati speciali nelle formazioni di Roma-Al Ahly. L’argentino di San Justo è appena tornato a Trigoria dopo l’anno di prestito all’Empoli; nel gennaio 2014 il Chievo lo ha acquistato a titolo temporaneo per un anno e mezzo (dal Boca Juniors) con l’avallo e la regia della Roma. Una sola partita in gialloblu, quindi l’arrivo in giallorosso dove nella prima stagione ha giocato 10 gare trovando il primo gol in Serie A. Nell’ultimo giorno di calciomercato la Roma ha deciso di girarlo in prestito all’Empoli; qui Paredes si è reso protagonista di un ottimo campionato anche grazie all’intuizione di Marco Giampaolo, che l’ha spostato davanti alla difesa (in origine era un trequartista o un centrocampista esterno). Questa amichevole sarà il primo test per un’eventuale conferma nella Roma, dove potrebbe ritagliarsi uno spazio importante soprattutto se Pjanic dovesse essere venduto per fare cassa.

Nelle probabili formazioni di Roma-Al Ahly, il giocatore degli egiziani più rappresentativo è senza ombra di dubbio Hossam Ghaly. Classe ’81, Ghaly ha avuto una lunga esperienza europea: nel 2004 arrivò al Feyenoord rimanendovi tre anni. Nel 2006 si è trasferito al Tottenham, trovandovi Martin Jol; giocò due stagioni in una squadra che il primo anno arrivò ai quarti di finale di Europa League e quinto in Premier League (c’era anche il suo connazionale Mido), ma l’anno seguente fu solo undicesimo in Premier pur vincendo la Carling Cup, quando già Ghaly era stato dato in prestito al Derby County. Da lì l’Al-Nassr in Arabia Saudita, quindi il ritorno all’Al Ahly dove aveva iniziato; nel 2013 un altro tentativo in Europa, nel belga Lierse, e dal 2014 la nuova avventura in patria dove ha curiosamente ritrovato Martin Jol, allenatore dell’Al Ahly da fine febbraio.

Potrebbe essere l’ultima partita di Miralem Pjanic con la maglia giallorossa. Dopo cinque stagioni condite da 183 presenze e 30 gol, per il centrocampista bosniaco potrebbe essere arrivato il momento di cambiare: nei giorni scorsi la voce insistente era quella di un imminente passaggio alla Juventus, che anzi avrebbe già versato (o sarebbe in procinto di farlo) la clausola rescissoria da 38 milioni di euro. Che sia o meno la Juventus – da Roma dicono che non ci sia nulla di vero – è indubbio che il destino di Pjanic potrebbe essere lontano dall’Olimpico: la società dovrà fare cassa e, pur volendo confermare i suoi giocatori migliori, dovrà aprire a qualche sacrificio. Il bosniaco potrebbe quindi lasciare; il Barcellona non ha mai fatto mistero di apprezzare le sue qualità e anche altri club europei sarebbero pronti a mettere le mani su Pjanic. Vedremo dunque se questa amichevole con l’Al Ahly sarà il suo addio alla Roma o se la storia d’amore tra il centrocampista e il club giallorosso proseguirà per almeno un altro anno.

Nelle probabili formazioni di Roma-Al Ahly è lunga la lista dei giocatori assenti, che Luciano Spalletti non ha potuto convocare per questo mini tour in Medio Oriente. Si tratta di fatto di tutti i giocatori che tra pochi giorni inizieranno gli Europei 2016 in Francia: assenti dunque Wojciech Szczesny (Polonia), Lucas Digne (Roma), Radja Nainggolan (Roma), Alessandro Florenzi, Daniele De Rossi e Stephan El Shaarawy (Italia). Non sono poi stati convocati per questa amichevole Maicon (pur non essendo nella lista dei 23 che Dunga ha scelto per il Brasile che giocherà la Coppa America) e Norbert Gyomber, che – sia pure non ancora in via ufficiale – ha chiuso il suo periodo di prestito nella Roma, tornando al Catania dal quale era arrivato nella sessione di calciomercato dello scorso gennaio.

È un’amichevole internazionale che si gioca alle ore 18 italiane presso l’Azza Bin Zayed Stadium di Al-‘Ayn, nell’Emirato di Abu Dhabi; la formazione giallorossa chiude idealmente la stagione con un mini tour in Medio Oriente, agli ordini di Luciano Spalletti. Questa partita contro l’Al Ahly che ha vinto l’ultimo campionato egiziano. Andiamo allora a vedere in maniera più approfondita le probabili formazioni di Roma-Al Ahly.

Non sono state stilate le quote per l’amichevole Roma-Al Ahly ma, secondo i pronostici stilati da Goal.com, la vittoria della Roma ha il 49% di probabilità contro il 28% per la vittoria dell’Al Ahly. Il pareggio invece viene dato al 23%.

Sono 16 i convocati da Luciano Spalletti, che ovviamente non può disporre dei giocatori che andranno agli Europei; formazione quindi raffazzonata e senza troppa possibilità di turnover. In porta dovrebbe iniziare De Sanctis, da valutare invece se la difesa sarà schierata a tre o quattro vista l’assenza di un terzino destro di ruolo. Nella prima ipotesi Zukanovic scalerà a destra; nella seconda Manolas e Leandro Castan saranno invece supportati da Emerson Palmieri, con Zukanovic che invece tornerà utile per giocare come esterno di sinistra in mediana.

Anche con questo schema comunque mancherebbe un laterale sulla destra; si potrebbe adattare Perotti, mentre in mezzo al campo andranno a giocare Strootman – il vero acquisto della prossima stagione – e Leandro Paredes, tornato da una stagione davvero positiva con la maglia dell’Empoli. Pjanic, che potrebbe lasciare la Roma stando alle ultime voci di calciomercato, sarà il trequartista alle spalle delle due punte; Salah dovrebbe essere quasi certamente in campo dal primo minuto, a fargli compagnia troveremo invece uno tra Sadiq Umar o Dzeko, con Totti che farà un cameo nel secondo tempo.

L’Al Ahly è allenato dall’olandese Martin Jol, che ha una lunga esperienza in Premier League e in Europa; viene schierato con un 4-2-3-1 nel quale il portiere sarà Ekramy, protetto da una linea a 4 con Ahmed Fathi e Rahil terzini, Rabia e Naguib centrali.

A centrocampo comanda il capitano Hossam Ghaly: è stato alle dipendenze di Jol nel Tottenham ed era passato anche dall’Olanda (tre stagioni nel Feyenoord). Al suo fianco Ashour; nella linea di mezzepunte agiscono Momen Zakaria a destra, Ramadan Sobhi (un classe ’97) a sinistra e l’esperto Abdallah Said (30 anni) a supporto dell’unica punta. Che dovrebbe essere il gabonese Malick Evouna, 6 gol in 11 partite con la maglia della sua nazionale; si gioca un posto da titolare con il ghanese John Antwi.

 

 De Sanctis; Manolas, Castan, Emerson; Perotti, L. Paredes, Strootman, Zukanovic; Pjanic; Salah, Sadiq

A disposizione: Lobont, Vainqueur, Salih Uçan, Dzeko, Totti

Allenatore: Luciano Spalletti 

 Ekramy; Ahmed Fathi, Rabia, Naguib, Rahil; Ashour, Hossam Ghaly; Zakaria, Said, Sobhi; Evouna

A disposizione: Samir, Soliman, Gamal, Adel, Hany, Soleya, Antwi

Allenatore: Martin Jol

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori