Diretta / Italia-Scozia (risultato finale 1-0) streaming video e tv: azzurri avanti piano. Decide Pellè (Rai, amichevole oggi 29 maggio 2016)

- La Redazione

Diretta Italia-Scozia streaming video e tv, risultato live e cronaca dell’amichevole che la Nazionale di Antonio Conte gioca in preparazione a Euro 2016 (oggi 29 maggio 2016)

ConteNazionale_indicazioni
Antonio Conte (Infophoto)

Italia-Scozia termina 1-0 allo stadio Ta’Qali di Malta, in  una serata non esaltante ma utile a Conte per le ultime impressioni, in vista della consegna ufficiale della lista per l’Europeo ormai alle porte. Nel finale di partita succede poco, ultimi cambi a parte; qualche spunto e qualche fallo di Zaza, come Candreva nel primo tempo almeno volenteroso ed in evidenza ma nessun tiro in porta. Difficile capire sulla base di quanto visto questa sera quali saranno i 7 tagli del nostro ct: l’impressione è che molto dipenderà dalle condizioni dei centrocampisti – Montolivo, Motta e lo stesso De Rossi – per calibrare, ruolo per ruolo, le scelte finali. Martedì 31, prossimo step, arriverà l’annuncio dei 23; il 6 giugno poi prova del nove, contro la Finlandia, a poche ore dal debutto contro il Belgio, la settimana successiva. 

Italia-Scozia 1-0 quando siamo entrati negli ultimi minuti del match allo stadio Ta’Qali e la girandola di sostituzioni è in piena fase di “rivoluzione” delle squadre in campo. Tra gli altri sono entrati per gli azzurri Insigne, Jorginho e Bernardeschi, senza lasciare peraltro tracce apprezzabili a livello di occasioni create. Difficile trovare un filo chiaro nello svolgimento del match, come spesso accade alle amichevoli durante i secondi tempi; gli spunti dei singoli ora sono totalmente estemporanei e Zaza cerca di dare il suo contributo a livello di corsa e grinta, conquistando punizioni e disturbando i possenti difensori avversari. La Scozia ha però trovato il suo primo tiro in porta di tutta la serata: mancino di Ritchie molto insidioso, palla ad accarezzare l’esterno della rete e Buffon salvo. In campo per questi ultimi frangenti di gioco anche Jack Bonaventura. 

È ripartita nel secondo tempo con un doppio cambio per gli scozzesi – dentro Berra e Steven Fletcher – e con tutta la panchina azzurra impegnata nel riscaldamento, con i primi cambi di Conte che arriveranno a breve. Non sembra differente però il copione della sfida, con il prolungato possesso palla avversario ed una Nazionale poco brillante, probabilmente anche per i carichi di lavoro sostenuti a Coverciano in questo giorni. Zero tiri in porta in questo avvio, fino al lampo di Graziano Pellè: gran destro all’angolino al minuto 56 e vantaggio improvviso per l’Italia, che finalmente riesce a graffiare la serata di Malta. Buona la verticalizzazione di De Rossi, poi il tocco di Eder e la stoccata di Pellè, che al momento decide con l’1-0 a referto.  

Italia-Scozia 0-0 a fine primo tempo, risultato che però va stretto ora agli azzurri, nuovamente vicini al gol nel finale di frazione e sempre con Giaccherini, messo in porta alla grande da De Rossi. Niente di trascendentale, per quanto riguarda la prova della nostra Nazionale: movimenti pochi e concentrati sulle avanzate di Candreva a destra e Giaccherini a sinistra, con il folletto ex Juve sugli scudi ma anche un po’ impreciso al momento del tiro. Troppo leggero l’apporto di Pellè ed Eder, che hanno corso tanto ma toccando pochi palloni. Soprattutto creando pochi pericoli dalle parti di Marshall. Gli scozzesi si sono limitati a difendersi, quasi interpretando la partita come un esercizio difesa-attacco, da allenamento. Manca sicuramente qualche spunto di fantasia, individuale, per accendere un po’ la serata maltese… 

Italia-Scozia 0-0 alla mezzora del primo tempo allo stadio Ta’Qali di Malta, con ritmi più bassi rispetto all’ottimo avvio azzurro. Gli scozzesi con il passare dei minuti hanno messo la testa fuori dal guscio della loro metà campo e Phillips in particolare, partendo da trequarti, ha dimostrato buone doti palla al piede. Pur senza mai creare problemi veri a Gigi Buffon. Il possesso di palla è spesso tra i piedi di Fletcher e compagni, fronteggiati ora con poca intensità e velocità in ripartenza dall’Italia. Il risultato è una sfida abbastanza bloccata, nella quale l’unico vero pericolo l’ha creato ancora la coppia Candreva-Giaccherini. Stavolta il tiro del centrocampista del Bologna è risultato colpevolmente impreciso, molto alto sulla traversa. Regge il pari a reti inviolate, la Nazionale è chiamata ad uno sforzo ulteriore, per sbloccare un risultato che inizia a diventare deludente, considerando la prestazione.

È partita con gli azzurri subito molto convinti nelle avanzate, larghi nel 3-5-2 schierato da Conte con la fascia destra parecchio “battuta”, grazie alla verve di Candreva. Saranno il classico schema dell’ex tecnico Juve (e futuro allenatore del Chelsea) ed il 4-4-2 – evidente sulle transizioni difensive, con Darmian pronto a scalare terzino – i due schemi di riferimento anche all’Europeo. Subito pericolosa la Nazionale, con una punizione-bomba di Candreva respinta da Marshall, miracoloso nel neutralizzare anche il tap in a porta quasi sguarnita di Giaccherini. In generale molto schiacciata indietro la formazione del ct Strachan, per il momento gioca solo l’Italia, che ha preso molto sul serio questa penultima prova pre-Francia 2016. Anche perchè sulla base delle risposte dei calciatori impegnati stasera, Conte stilerà poi la lista definitiva per l’Europeo.

Italia-Scozia sta per cominciare: grande attesa per il primo impegno di avvicinamento agli Europei 2016 per la Nazionale. Antonio Conte schiera i suoi con il 3-5-2: dovevano esserci in campo i titolarissimi e così è, perchè la difesa è interamente composta dal blocco juventino e la coppia offensiva è composta da Eder e Pellè, nei piani del CT i due giocatori che dovrebbero iniziare anche agli Europei. A centrocampo sono Candreva e Darmian ad agire sulle corsie; De Rossi sarà il playmaker, e questa potrebbe e dovrebbe essere la soluzione in vista della fase finale della rassegna continentale, viste le indisponibilità di Verratti e Marchisio e la mancata convocazione di Andrea Pirlo. ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci Chiellini; Candreva, Florenzi, De Rossi, Giaccherini, Darmian; Pellè, Eder. CT: Antonio Conte. SCOZIA (4-2-3-1): Marshall; Paterson, Martin, Hanley, Mulgrew; McArthur, D. Fletcher; Anya, Naismith, Ritchie; S. Fletcher. CT: Gordon Strachan 

Si avvicina il fischio d’inizio di Italia-Scozia, la prima delle due amichevoli di preparazione ad Euro 2016 per la Nazionale italiana. Ricordiamo infatti che lunedì 6 giugno gli azzurri giocheranno un’altra partita allo stadio Marcantonio Bentegodi di Verona contro la Finlandia. Quattro anni fa invece la Nazionale allora allenata da Cesare Prandelli scelse di disputare una sola amichevole verso Euro 2012: il 1° giugno gli azzurri subirono una pesante sconfitta contro la Russia (0-3), ma poi arrivarono in finale. Se questa sera le cose dovessero andare male, Antonio Conte potrebbe consolarsi pensando a questo precedente, ma speriamo che le cose a Ta’ Qali possano comunque andare bene…

Si gioca questa sera nell’anomala sede di Malta: viaggio nel cuore del Mediterraneo dunque per questa amichevole che si disputerà presso lo Stadio Nazionale di Ta’ Qali, il più importante impianto calcistico che infatti è sede anche delle partite casalinghe della Nazionale di malta, dove gli azzurri hanno giocato anche di recente, nel corso delle qualificazioni a questo Euro 2016 sempre più vicino. Lo stadio sorge su un altopiano a circa otto chilometri dalla capitale La Valletta, è stato costruito nel 1981 (inaugurazione a dicembre), ha capienza di poco più di 17.000 spettatori e ospita anche le partite più importanti del campionato maltese.

È l’amichevole che stasera la nostra Nazionale giocherà in preparazione ad Euro 2016. Andiamo allora a vedere le statistiche relative ai precedenti fra queste due squadre. Gli azzurri e gli scozzesi si sono affrontati dieci volte con un bilancio nettamente favorevole all’Italia: sette vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, risalente all’ormai lontanissimo novembre 1965. Di recente Italia e Scozia si sono affrontate prima nelle qualificazioni ai Mondiali 2006 e poi subito dopo le qualificazioni per Euro 2008. In totale quattro partite con tre vittorie italiane e un pareggio, azzurri poi sempre qualificati alle fasi finali e Scozia invece sempre eliminata. L’ultima amichevole risale al 22 dicembre 1988 e vide gli azzurri vincere per 2-0.

È la partita amichevole che si gioca questa sera, domenica 29 maggio, con inizio alle ore 20:45, presso lo Stadio Nazionale di Ta’ Qali (Malta). Un viaggio nel cuore del Mediterraneo per la prima delle due amichevoli che la Nazionale del commissario tecnico Antonio Conte disputa in preparazione agli Europei 2016, che per l’Italia avranno inizio lunedì 13 giugno.

L’Italia torna in campo esattamente due mesi dopo la pesante sconfitta rimediata il 29 marzo contro la Germania, che aveva pesantemente ridimensionato le speranze nate con il precedente pareggio contro la Spagna al termine di un’ottima prestazione. Erano state due amichevoli di lusso che avevano dato indicazioni fortemente contrastanti sulla nostra Nazionale, che ora affronta due rivali di minor livello (la prossima sarà la Finlandia il 6 giugno) come ultimo test in vista di Euro 2016, dove ci attende un girone ostico composto da Belgio, Svezia e Irlanda.

L’Italia onestamente non partirà fra le favorite del torneo continentale: la qualità complessiva della rosa a disposizione di Antonio Conte non è eccezionale e per di più ci sono stati alcuni pesanti infortuni che hanno tolto di mezzo giocatori che sarebbero stati fondamentali per gli azzurri, quali ad esempio Marchisio e Verratti. Il c.t. infatti ha già dichiarato che punterà molto sulla condizione fisica e sul carattere (Leonardo Bonucci ha rincarato il concetto dicendo che per quest’Italia serviranno “carrarmati”), due qualità che solitamente sono nel Dna delle squadre britanniche: ecco perché il test di questa sera contro la Scozia potrebbe rivelarsi molto significativo, oltre che un’occasione fondamentale per quei giocatori che devono ancora conquistare un posto nella lista definitiva dei 23 convocati, che dovrà essere comunicata alla Uefa entro fine mese.

Il nostro avversario di questa sera sarà la Scozia, squadra che a dire il vero da molti anni ormai è ai margini del grande calcio internazionale. L’ultima partecipazione a un grande torneo risale ai Mondiali di Francia 1998, due anni prima aveva partecipato agli Europei in Inghilterra ma nel terzo millennio è ancora a secco. Non è servito nemmeno l’allargamento del torneo continentale a 24 squadre per la prima volta, di cui invece hanno beneficiato molto le altre Nazionali britanniche, visto che Irlanda del Nord e Galles sarà la prima volta assoluta ad un Europeo. Per gli scozzesi dunque sarà invece un test per il rilancio da tentare nel prossimo biennio, ma adesso la parola passa al campo: la diretta dell’amichevole Italia-Scozia sta per cominciare…

La diretta tv di Italia-Scozia sarà trasmessa dalla televisione di stato, come sempre accade per le partite della Nazionale: appuntamento dunque su Rai Uno con il collegamento che avrà inizio alle ore 20.30 per poi lasciare spazio alle ore 20.45 alla telecronaca. La Rai trasmetterà la partita anche in diretta streaming video, senza costi aggiuntivi, attraverso il sito Internet ufficiale www.rai.tv. Per altre informazioni aggiuntive su questa partita potete consultare l’account Twitter ufficiale della Federazione italiana di calcio, su @Vivo_Azzurro, inoltre è disponibile anche la pagina Facebook ufficiale Nazionale Italiana di Calcio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori