DIRETTA/ Bari-Cagliari (risultato finale 0-3) info streaming video e tv: Cagliari in Serie A! (Serie B 2016, oggi 6 maggio)

- La Redazione

Diretta Bari-Cagliari: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita di Serie B in programma venerdì 6 maggio 2016 allo stadio San Nicola, anticipo della 40^giornata

melchiorri_nove
(INFOPHOTO)

Cagliari promosso in Serie A! La formazione di Rastelli espugna il San Nicola con un sonante tre a zero e conquista la promozione in massima serie dopo una lunghissima cavalcata. Gara che si sblocca dopo ventitre minuti di gioco con una splendida giocata di Joao Pedro da fuori area: l’attaccante del Cagliari pesca l’angolino dal limite e non lascia scampo a Micai. Ad inizio ripresa gli isolani trovano la via del raddoppio sugli sviluppi di un contropiede con una conclusione ben calibrata di Farias. I galletti perdono coraggio, il Cagliari continua a macinare gioco e a quattro giri di lancetta dalla fine sigilla la vittoria con un gol di Cerri. 

Quando siamo giunti oltre l’ottantesimo minuto della partita tra Bari e Cagliari, il risultato è sempre fermo sul due a zero in favore della formazione allenata da Rastelli. Rossoblu avanti grazie alle marcature messe a segno da Joao Pedro nel primo tempo e da Farias nella ripresa. Il Cagliari dopo aver realizzato il due a zero controlla agevolmente il punteggio, morale bassissimo per la squadra di casa che non è più riuscita a scuotersi. L’unico accenno di reazione è arrivato attorno al settantaseiesimo minuto, con Rosina che pesca Puscad in area da rigore: il giocatore del Bari salta più in alto di tutti e colpisce di testa ma il suo tentativo finisce fuori.  

E’ ricominicato da circa dieci minuti di gioco il secondo tempo di Bari-Cagliari, con il risultato fermo sul due a zero in favore della formazione ospite. I rossoblu, infatti, hanno trovato la via della rete con Farias sugli sviluppi di uno splendido contropiede: l’attaccante degli isolani si ritrova tutto solo davanti al portiere avversario e con un destro secco non gli lascia scampo. Momento delicato della gara, gli ospiti sono davvero ad un passo dalla promozione in Serie A, il Bari deve cercare di rientrare in partita per sperare di agganciare almeno il terzo posto. Durante l’intervallo nessuno dei due allenatori ha effettuato cambi, si riparte quindi con gli stessi ventidue giocatori della prima frazione di gioco. Bel match al San Nicola, Cagliari avanti meritatamente. 

Si è concluso sul risultato di uno a zero in favore del Cagliari, il primo tempo del San Nicola tra il Bari e la formazione allenata da Rastelli. I rossoblu sono passati in vantaggio attorno al ventitreesimo minuto, con una grande giocata di Joao Pedro dal limite: l’attaccante del Cagliari pesca la soluzione a giro sul secondo palo e non lascia scampo a Micai. Poco prima il portiere del Bari era stato bravissimo a respingere un tiro ravvicinato di Farias. La reazione dei padroni di casa si fa attendere parecchio, bisogna quindi aspettare il trentacinquesimo per vedere la girata dentro l’area di Maniero che si spegne sul fondo per pochissimo. Nel finale di frazione Rosina lascia partire un tiro cross su punizione, nessun problema per Storari. Squadre ora negli spogliatoi per l’intervallo.  

Quando siamo giunti oltre la prima mezzora della partita, il risultato tra Bari e Cagliari è di uno a zero in favore della formazione rossoblu, passata in vantaggio attorno al ventitreesimo minuto grazie ad una splendida magia di Joao Pedro, che ha conquistato palla dal limite dell’area e concluso sul secondo palo con una soluzione a giro: nulla da fare per l’estremo difensore dei galletti, Micai. Dopo la rete dell’uno a zero la formazione di Rastelli sembra aver acquisito ulteriore sicurezza, mentre il Bari appare leggermente sfiduciato. I pugliesi, oltretutto, si erano resi molto pericolosi prima di subire il gol con due soluzioni di Maniero che non sono andate a buon fine. Partita ancora molto lunga, dalle due panchine arrivano i suggerimenti dei tecnici rivolti ai rispettivi giocatori.

E’ iniziata da circa dieci minuti di gioco la partita di Serie B, valida per la quarantesima giornata, tra Bari e Cagliari con il risultato ancora fermo sullo zero a zero. Agli isolani basta un punto per la promozione in Serie A, i galletti vogliono i tre punti per agguantare il terzo posto in classifica. Al primo minuto ci prova subito Deiola, il suo tentativo sporco però è facile di preda per Micai. Al terzo giro di lancetta bella iniziativa da parte di Diego Farias che punta la porta e conclude, il suo tentativo però finisce fuori dallo specchio. Al nono sono i padroni di casa a sfiorare la via del vantaggio con Defendi che pesca Maniero in area, il cui stacco obbliga l’estremo difensore dei sardi Storari al miracolo. Bella gara al San Nicola, animi molto caldi e bella atmosfera sugli spalti. 

Mancano ormai pochi minuti al fischio d’inizio di Bari-Cagliari, l’anticipo che apre il programma della 40^ giornata di Serie B 2015-2016. Una partita molto importante quella che andrà in scena allo stadio San Nicola del capoluogo pugliese, soprattutto per il Cagliari che con un pareggio conquisterebbe la matematica certezza della promozione in Serie A dopo un solo anno nel campionato cadetto, mentre il Bari proverà a tenere vivo il sogno della grande rimonta. Eccovi dunque qui di seguito le formazioni ufficiali scelte dai due allenatori, Andrea Camplone e Massimo Rastelli, per il match che avrà inizio alle ore 20.30. BARI: Micai, Defendi, Di Cesare, Tonucci, Gemiti, Valiani, Romizi, Rosina, De Luca, Sansone, Maniero. Allenatore: Camplone. CAGLIARI: Storari; Pisacane, Ceppitelli, Capuano, Murru; Deiola, Di Gennaro, Fossati, Joao Pedro; Farias, Giannetti. Allenatore: Rastelli 

Entrambe le squadre giocano con difesa a quattro e centrocampo a tre (anche se nell’ultima giornata il mister cagliaritano Rastelli è passato al modulo 3-5-2). Diverse le configurazioni dei rispettivi pacchetti offensivi: tridente in linea o quasi per il Bari, trequartista dietro alle due punte per il Cagliari. Sarà quindi interessante capire come la retroguardia barese si occuperà del giocatore tra le linee della squadra sarda, salvo imprevisti Joao Pedro. Questi rischia di attirare in acque pericolose uno dei due centrali difensivi a meno mister Camplone non lo affidi al suo perno di centrocampo, solitamente Romizi. Il Bari potrebbe in questo caso trovarsi in inferiorità numerica nel reparto di mezzo e giocare con un baricentro più basso. D’altra parte, con l’arretramento di un centrocampista più vicino alla linea dei difensori, i terzini biancorossi avranno più libertà di avanzare formando proponendo le sovrapposizioni agli attaccanti esterni. Chissà che Camplone non decida in tal senso di schierare un centrocampista più difensivo come Massimo Donati, che qualche volta è già stato impiegato in una posizione più arretrata.

Riccardo Maniero è l’attaccante più prolifico per la formazione pugliese, finora ha messo a segno 12 gol in 34 presenze. Nel girone di ritorno mister Camplone, subentrato a Davide Nicola, lo ha alternato con il giovane rumeno George Puscas da cui ha avuto buone risposte (3 reti in 13 partite). 7 gol a testa per Alessandro Rosina e Giuseppe De Luca, quest’ultimo però ha perso strada facendo il posto da titolare a vantaggio di Gianluca Sansone. Che ha ripagato la fiducia del mister arrivando a quota 6 gol e garantendo un buon apporto anche in fase di non possesso palla. Molto importante per il gioco del Bari anche Jacopo Dezi, centrocampista in prestito dal Napoli e abile negli inserimenti offensivi, come dimostrano le 5 reti segnate in sole 14 presenze. Per il Cagliari due giocatori in doppia cifra: sono i brasiliani Diego Farias (13 gol) e Joao Pedro (12), non attaccanti di razza ma molto tecnici e dinamici nella metacampo avversaria. Il centravanti designato ovvero Federico Melchiorri, è stato fermato da un infortunio mentre attentava alla doppia cifra: chiuderà il campionato con 8 reti, le stesse dei suoi compagni di reparto Marco Sau e Niccolò Giannetti.

Sfida interessante quella del San Nicola dove il Bari di Andrea Camplone ospita il Cagliari di Massimo Rastelli. Al momento i sardi sono secondi con otto punti sulla terza, mentre i galletti sono nove lunghezze dietro in quinta posizione. Sono quindici i precedenti tra le due squadre con sei vittorie rossoblù, tre dei biancorossi e sei pareggi. Al San Nicola si è giocato sette volte con una vittoria del Bari, una del Cagliari e cinque pareggi. L’ultima volta in Puglia risale al settembre del 2010 quando la gara terminò 0-0 si giocava la terza giornata della Serie A.

Dopo l’ultima partita di campionato, in cui i Galletti pugliesi hanno pareggiato a reti bianche sul campo del Perugia, il centrocampista Francesco Valiani si è presentato in sala stampa per analizzare la prova della sua squadra. Valiani si è mostrato da un lato soddisfatto per il risultato, dall’altro però non si è accontentato della prestazione generale del Bari: “A Perugia è stato un punto guadagnato perchè non abbiamo fatto una bella prestazione. Ovviamente non siamo felici di questo punto perchè giochiamo per la vittoria. Ora non facciamo calcoli, vogliamo arrivare in fondo e tentare di vincerle tutte”. Per il Cagliari è stato il mister Massimo Rastelli a valutare la partita contro il Livorno, pareggiata 2-2 dopo aver sprecato un doppio vantaggio. L’allenatore rossoblù ha indicato anche nell’espulsione di Munari un possibile punto di svolta, poi ha spiegato il perché del passaggio ad un modulo diverso dal solito (il 3-5-2): “C’è tanta rabbia, sul 2-0 pensavo che avremmo portato a casa la partita. Si è visto come sia venuta meno la lucidità dovuta alla grande pressione su giocatori giovani, non abituati a vincere campionati. L’espulsione di Munari è stato un episodio decisivo: la decisione dell’arbitro mi è sembrata eccessiva, al massimo, se c’era fallo, ci poteva stare un giallo. (…) Il 3-5-2? L’ho fatto perchè volevo dare più equilibrio e riferimenti alla squadra. Joao Pedro era reduce da una botta all’alluce, non era al massimo, ha saltato tre allenamenti questa settimana. Volevo tenere inizialmente per poi rinfrescare la squadra con i cambi a mia disposizione”. (da www.cagliaricalcio.com).

Sarà diretta dall’arbitro Daniele Chiffi della sezione di Padova. Bari-Cagliari, venerdì 6 maggio 2016 alle ore 20.30, sarà uno dei match più importanti per la quarantesima giornata del campionato cadetto. Il Bari di Camplone ospiterà il Cagliari secondo in classifica che in questo campionato ha subito una forte battuta d’arresto dopo un inizio esaltante.

I rossoblù infatti si trovano alla seconda posizione con settantaquattro punti, me nelle ultime tre partite sono arrivati solo tre pareggi contro Livorno, Lanciano e Como che hanno di fatto allontanato il primo posto in classifica in favore del Crotone che è matematicamente promosso in Serie A dalla scorsa settimana. Proprio il pareggio contro il Como ultimo in classifica ha dato il via al periodo buio del Cagliari nonostante sia a otto punti di distanza dal terzo posto, con più probabilità di una promozione diretta.

Il Bari, invece, nelle partite recenti sembrava in gran forma ma gli ultimi due pareggi contro Perugia e Modena hanno fatto scivolare i galletti in quinta posizione con sessantacinque punti, appaiati al Pescara e ad un solo punto dal terzo posto ricoperto dal Trapani a quota sessantasei. Questa partita sarà quindi fondamentale per i biancorossi che sperano in un posto nei playoff, un traguardo importante vista come era cominciata la stagione e con il cambio di allenatore in panchina.

Il terzo posto sarebbe davvero importantissimo, visto che con un vittoria si porterebbero a quota sessantasette superando il Trapani di Serse Cosmi, in attesa dei match del sabato. 

Al San Nicola si affronteranno queste probabili formazioni. Il Bari scenderà in campo con il solito 4-3-3, modulo prevalentemente molto offensivo visto che i galletti hanno bisogno di far punti contro il Cagliari secondo in classifica. Il tridente infatti sarà composto da Rosina, Maniero e Sansone che in questa stagione stanno regalando molte soddisfazioni a mister Camplone. In mediana dovrebbero scendere in campo Defendi, Romizi e Dezi mentre sulle fasce agiranno i soliti Donkor e Gemiti.

Passiamo invece al Cagliari, con mister Rastelli che potrebbe schierare invece un 4-3-1-2 con Sau e Giannetti in attacco supportati dal solito Joao Pedro. A centrocampo pronti Munari, Di Gennaro e Deiola mentre in difesa il tecnico si dovrà affidare a Salamon e Capuano centrali, che verranno supportati sulle fasce da Pisacane e Murru che sono ormai inamovibili nella formazione ideale del tecnico del Cagliari. 

Le principali agenzie di scommesse vedono leggermente favorito il Bari per questo anticipo del venerdì con William Hill che offre una quota di 2.50 per la vittoria dei galletti contro la quota di 3.10 data da Bet365. La quota per il pareggio invece tra Bari e Cagliari è stata fissata da Bwin a 2.95 sintomo che il mach potrebbe essere davvero apertissimo. 

La partita di Serie B tra Bari e Cagliari sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD (il numero 201), Super Calcio HD (n.206) e Calcio 1 HD (251): prepartita dalle ore 20:00 e dalle 20:30 la telecronaca, a seguire post partita fino alle 23:00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport o al pacchetto Calcio potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati ai due pacchetti il codice d’acquisto pay-per-view è 494165.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori