Pagelle/ Inghilterra-Russia: i voti della partita (Euro 2016 girone B)

- La Redazione

Pagelle Inghilterra-Russia: i voti della partita di Euro 2016 valida per la prima giornata del girone B. I protagonisti, i migliori e i peggiori a Marsiglia: tutti i giudizi (oggi 11 giugno)

rooney_braccia Wayne Rooney (Infophoto)

Eccoci puntuali con le pagelle di Inghilterra-Russia, con i voti della partita per tutti i giocatori scesi in campo stasera per la partita di euro 2016. Partita non eccellente ma più che sufficiente, che vive di momenti di tensione, con potenziali azioni da rete, ma anche di momenti noiosi dove le azioni vincenti sono venute a mancare. Secondo tempo migliore, vista anche la ripresa da parte della Russia. Pareggio giusto, seppur l’Inghilterra ha sprecato molto di più dei suoi avversari. Voto: 6,5 

Voto Inghilterra: 8 – Primo tempo che viene dominato da parte della formazione inglese, che riesce a creare diverse azioni da rete. Il quartetto formato da Smalling, Rose, Walker e Sterling non fa altro che mettere sotto pressione una difesa russa sempre in difficoltà ed in affanno. Delude parzialmente, nel primo tempo, l’uomo simbolo di questa formazione, ovvero Rooney, che non riesce ad essere incisivo come ci si aspettava. Anche Lallana riesce a dire la sua in campo, seppur come Alli, non riesce a trovare, nei primi quarantacinque minuti, la rete del vantaggio. Riesce l’Inghilterra ad essere incisiva e sfiora diverse volte la rete. Dopo il gol di Dier vi è un calo generale del rendimento che le costa caro, visto che gli inglesi vedono sfumare la vittoria a pochi minuti dal termine della gara. 

Voto Russia: 7 – Primo tempo assolutamente dimenticare per la formazione russa, che viene letteralmente schiacciata nella sua metà campo. Pochissime azioni potenzialmente pericolose per la formazione ospite, che deve affidarsi sulla bravura del portiere Akinfeev, che in alcune occasioni risulta essere determinante per evitare reti, e su Igor Smolnikov, che riesce a bloccare alcune accelerazioni di Sterling. Russia che sembra essere maggiormente incisiva nella seconda parte della gara, creando un numero di azioni pericolose maggiori. Gli ultimi minuti sono da sogno, visto un pareggio inaspettato ma meritato. 

Voto Primo Tempo: 6,5 – Primo tempo appunto dominato da parte della formazione inglese, che col cinquantotto percento di possesso palla, mette in mostra la propria forma fisica e voglia di portare a casa la vittoria. Russia invece completamente da rivedere in questa prima fase, leggermente sotto tono e quasi spaventata dagli avversari. 

Voto Secondo Tempo: 7 – Grandi emozioni nel secondo tempo: il palo di Rooney, le azioni da rete di entrambe le formazioni e le due realizzazioni aumentano il valore di una partita che comunque vive parecchi momenti morti e un equilibrio con lunghi momenti di dominio inglese. 

Voto Arbitro: 8 – Rizzoli conduce perfettamente la gara, che non vive di momenti di tensione tra le due squadre. Se l’Italia non dovesse ben figurare in questo campionato Europeo, la prima prestazione di Rizzoli porta in alto il nome del paese stesso. 

Voto Pubblico: 4 – Il voto sarebbe stato molto più che sufficiente, ovvero 8, vista la partecipazione messa in mostra da parte dei tifosi inglesi, che esplodono dopo il gol di Dier ed intonano l’inno nazionale. I fischi all’inno russo, durante la fase precedente alla gara, fa crollare completamente la valutazione. Comportamento che, oltre essere paragonabile alla più grossa mancanza di rispetto, non si può vedere e sentire ora che si è al 2016 e con tutta la campagna del No al razzismo e alla discriminazione in campo. Bocciati i tifosi inglesi.

I voti dell’Inghilterra:

Joe Hart: 7 – Sempre pronto seppur poco impegnato nella fase difensiva. Evita un clamoroso autogol su deviazione di Dier. Distratto alla fine e punito con una rete inaspettata.
Kyle Walker: 7 – Corre parecchio e crea fastidio alla formazione avversaria in fase d’attacco.
Chris Smalling: 7 – Altro elemento incredibile per l’Inghilterra, che deve semplicemente prestare attenzione alla fase conclusiva.
Danny Rose: 7 – In difesa gioca abbastanza bene e si dimostra pronto ad aiutare i suoi compagni di squadra.
Gary Cahill: 7 – Presente in ogni fase di gioco della formazione inglese.
Dele Alli: 7 – Cerca il colpo decisivo ma non riesce nella sua impresa, dimostrandosi comunque abbastanza pericoloso in fase d’attacco.
Eric Dier 8,5: una rete su punizione perfetta, che lascia di stucco il portiere avversario. Non perde nemmeno un pallone in fase difensiva.
Wayne Rooney: 7,5 – Il giocatore dell’Inghilterra deve adattarsi al suo nuovo ruolo di centrocampista. Palo clamoroso per lui, che si dimostra comunque essere un ottimo giocatore da temere.
Jack Wilshere: senza voto – Gioca poco e tocca raramente palla.
Raheem Sterling: 8 – Corre, tenta di creare azioni vincenti per la sua formazione e risulta essere uno dei due motori della formazione inglese. Esce poco prima della fine della sfida calcistica accolto dagli applausi del pubblico.
James Milner (2t): senza voto
Anche Milner non può essere valutato in quanto tocca pochissimi palloni.
Adam Lallana 7: spreca troppo e sbaglia qualche tiro che sarebbe potuto essere un gol sicuro.
Harry Kane 7: decisivo in fase d’attacco ma nemmeno una rete per il giocatore inglese.

I voti della Russia:

Igor Akinfeev 9: senza di lui, la Russia avrebbe subito diverse reti.
Georgy Schennikov 4: non riesce a stare dietro ai velocisti inglesi.
Sergei Ignashevich 4: perde troppi palloni e non riesce a bloccare Sterling.
Vasili Berezutski 7: cerca di fare tutto il possibile ma non riesce a bloccare l’attacco inglese. Si riscatta grazie alla rete del pareggio.
Igor Smolnikov 8: come il portiere, senza di lui la Russia avrebbe preso tantissimi gol.
Roman Neustädter 4: non pervenuto in campo.
Aleksandr Kokorin 5: cerca di creare azioni da rete ma sembra essere poco decisivo.
Aleksandr Golovin 6: uno dei pochi elementi a tenere vivo l’attacco russo.
Fedor Smolov 5: tocca pochi palloni ma in alcune occasioni si dimostra pericoloso.
Oleg Shatov 6: poteva fare meglio in fase conclusiva.
Artem Dzyuba 5: troppi sprechi nelle poche azioni potenziali da rete.
Glushakov senza voto: poco incisivo per la Russia.
Mamaev senza voto: fa poco per portare in pareggio la situazione.
Shirokov: come Mamaev, quasi spaesato in campo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie