Diretta/ Giro di Svizzera 2016 info streaming video e tv, Sagan vince la tappa, Roelandts in gialla 2^ tappa Baar-Baar (oggi domenica 12 giugno)

- La Redazione

Diretta Giro di Svizzera 2016 info streaming video e tv, percorso della seconda tappa Baar-Baar di 187,6 km: frazione di media montagna con tre Gpm, la classifica (oggi domenica 12 giugno)

sagan_vuelta
Peter Sagan (Infophoto)

La seconda tappa del Giro di Svizzera 2016 vede il trionfo di Peter Sagan, che fila sul traguardo di Baard con uno sprint eccezionale. La sua marcia in avvicinamento del Tour de France, inizia dunque nei migliore dei modi per lo slovacco, il quale è riuscito a precedere Richeze della Etixx Quick step, ottimamente lanciato dai suo compagni di squadra. Il podio è completato da uno dei grandi favoriti per questa cronotappa ed è Matthews della Orica Green Edge. Gli italiani sono tutti fuori dalla top ten: il primo nome è quello di Davide Cimolai della Lampre Merida, che ha terminato la gara in quattordicesima posizione. Con i risultati della seconda tappa, la classifica generale del Giro della Svizzera cambia non poco: in classifica generale svetta Jurgen Roelandts della Lotto Soudal, che superà così Fabian Cancellara, ora a un secondo dal belga. Ottima la strategia osservata da tutti i big team i quali hanno preferito rimanere indietro fino agli ultimi chilometri del tracciato, per preparare al meglio la volata dei propri leader.

Peter Sagan non tradisce le aspettative e con una volata finale va a vincere la seconda tappa del Giro di Svizzera 2016. Dietro lui taglia il traguardo dell’ultima crono di Baard Maximiliano Richeze della Etixx Quick step, aiutato dal grande gruppo belga, emerso negli ultimi chilometri del percorso in aiuto dei propri leader. Terzo sul podio di Baard troviamo un grande favorito per la tappa di oggi e cioè Michael Matthews. Niente da fare invece per Fernando Gaviria, ciclista della Etixx Quick step. Partito molto bene il passista spagnolo sembrava lanciato alla vittoria ma una brutta caduta ha penalizzato non poco la propria prestazione. Gli ultimi chilometri sono concitatissimi, con veloce scambio di team alla testa della corsa per avvantaggiare il più possibile i propri ciclisti e creare intorno a loro lo spazio necessario per favorire lo sprint. Mancato protagonista del podio finale Van Poppel, il quale nonostante il team Sky abbia cercato di supportarlo non è riuscito a tagliare il traguardo per primo.

Mancano davvero pochissimi chilometri, soltanto a alla conclusione della seconda tappa del Giro di Svizzera, una crono nella cittadina di Baard, dove i cilisti stanno percorrendo le quattro prove previste per oggi, domenica 12 giugno. Il percorso si sta movimentando non poco, dopo parecchi chilometri in cui la situazione si manteneva costante con un quartetto davanti alla corsa e il gruppone che seguiva a lunga distanza. Guidato dal team Astana, il gruppo ha pian piano aumentato il ritmo arrivando a recuperare il gruppetto di inseguiti che si era staccato nei primi chilometri di questa tappa. Qualche corridore sta tentando l’allungo, a pochi chilometri dal traguardo, ma per ora ogni ipotesi d’attacco viene subito spenta dagli altri concorrenti, che rimangono in ranghi compatti. Purtroppo segnaliamo la brutta caduta di Gaviria, grande favorito per la tappa di oggi, il quale è subito riuscito a rientrare nel gruppo anche se al momento le diverse escoriazioni sul lato sinistro del corpo lo facciano soffrire. 

La pioggia non smette di tormentare i corridori impegnati in questa seconda tappa del Giro di Svizzera, edizione 2016. La tappa di oggi è ormai giunta a un punti di svolta, con appena ottantadue chilometri dalla conclusione. Il testa la situazione rimane ancora regolare con il solito quartetto che è emerso fin dai primi chilometri: Wyss, Minard, Kizek e Tolhoek continuano a comandare la gara, ma ora il loro distacco dal gruppone si assottiglia sempre di più. E’ sempre la Trek Segafredo a tirare il gruppone, che ora si attesta sul 2 minuti e 55 secondi di distanza dalla testa della corsa. In questo momento della tappa odierna si segnala solo il ritiro di Gesink, in seguita a una brutta caduta. Sul percorso finora pedalato non vi sono stati altri tentativi di attacco da parte del gruppone in fondo. Ricordiamo però quali sono i grandi favoriti di oggi, tra cui vediamo Peter Sagan e Fernando Gaviria. Non rientra tra i papabili del podio l’attuale leader in maglia nera Fabian Cancellara, che ieri ha vinto il cronoprologo.

Giunti al secondo giro crono nella città di Baard, la situazione  in questa seconda tappa del Giro di Svizzera rimane regolare. Il gruppetto di testa composta da Mathias Krizek, Antwan Tolhoek, Sebastien Minard e Marcel Wyss rimane saldamentecal comando della gara, mentre il gruppone in fondo ha attestato a 4 minuti il ritardo dalla testa della corsa. Il ciclista viennese del Team Roth è il primo a tagliare il GPM, mentre in fondo è ancora la Trek Segafredo a dettare il ritmo. Nel frattempo la pioggia è cominciata a cadere copiosa sul tracciato di questa seconda tappa del Tour de Suisse, infastidendo non poco i ciclisti oggi impegnati. Ormai giunti al sessantesimo chilometro sui 187 previsti nulla sembra dunqeu smuoversi ma attenzione perchè ogni momento potrebbe essere l’ideale perchè qualche ciclista deul gruppone provi a tentare l’allungo sui ciclisti in testa. 

Siamo ormai giunti alla conclusione della prima crono di Baar, tracciato della seconda tappa del Giro di Svizzera 2016. Al termine della prima corno i ciclisti si apprestano ad affrontare altri tre giri del medesimo percorso nel canton zugo. Al momento si segnala Marcel Wyss della IAM Clycling in fuga solitaria, inseguito a bene distanza da Sebastien Minard, Matthias Krizek e Antwan Tolhoek. Il quartetto ha ora distanziato il gruppone che si era formato sulla linea di partenza di più di 5 minuti, conducendo magistralmente la gara di questo pomeriggio. In fondo è sempre la Trek Segafredo a dettare l’andatura: la scuderia americana oggi potrà giocarsi diversi assi, che ha nella saccoccia. Oltre che al leader Fabien Cancellara ci saranno tra i protagonisti di questa giornata anche Stuyven e Reijnen. Ricordiamo inoltre che al momento è Marcel Wyss virtuale leader della classifica generale. 

Tra pochi minuti avrà inizio la seconda tappa di questo emozionante Giro della Svizzera, un appuntamento classico della stagione estiva del calendario dell’UCI. Questo pomeriggio i corridori del Tour de Suisse percorreranno una prova speciale nella cittadina di Baar nel canton Zugo, dove correranno per 4 volte il medesimo percorso, in una crono che si annuncia pieno di sorprese. Favoritissimo per la crono di oggi è sicuramente Peter Sagan, che però dovrà guardarsi le spalle dai molto protagonisti oggi qui a Baar, tra cui Fernando Gaviria e Michal Matthews. Ricordiamo che le previsioni meteo al momento si mantengono stabili, senza accenno a precipitazioni e che i ciclisti taglieranno il traguardo verso le ore 17.20, dopo le 4 prove crono.

La maglia più importante del Giro di Svizzera , rimane in questa edizione 2016, la maglia gialla, che verrà indossata dal leader della classifica generale, ma non è l’unica. Ricordiamo infatti l’unica maglia finora assegnata dopo la crono inaugurale di ieri pomeriggio è quella nera, data al corridore che detiene il primo posto nella classifica a punti. Al momento infatti la testa è detenuta dallo svizzero Fabian Cancellara: il ciclista della Trek Segafredo rimane a 10 punti, tenendosi così alle spalle Jurgen Roelandts a 8 punti e Durbridge a 6 punti. La maglia verde, si solito attribuita al miglio scalatore del giro invece non è ancora stata assegnata, ma molto si vedrà nelle prossime tappe del Giro di Svizzera. 

Il percorso previsto per la seconda tappa del Giro di Svizzera edizione 2016 sembra perfetto per le abilità di Peter Sagan (Tinkoff). Il campione del mondo ha un ottimo feeling con il Tour de Suisse e sebbene gli avversari siano davvero temibili, il ciclista slovacco rimane sicuramente l’uomo da battere. L’ostacolo principale potrebbe essere Fernando Gaviria della Etixx Quick- Step, che assieme alla coppia della Orica Green Edge di Albasini e Matthews fanno parte dei grandi favoriti per la tappa di oggi pomeriggio. Attenzione anche a Kiel Reijnen e a Jasper Stuyven della Trek Segafredo, i quali potranno sicuramente adattarsi molto bene alle asperità del percorso, come anche i ciclisti della Lotto Soudal, la quale farà sicuramente affidamento a Tiesj Benoot e a Tosh Van der Sande.

Prima tappa in linea del Giro di Svizzera edizione 2016, il tracciato di oggi si svolgerà nella cittadinada di Baar nel cantone Zugo. Benchè sulla carta non offra particolari insidie non è sicuramente da sottovalutare e di certo ci regalerà molte sorprese. Attenzione soprattutto nel finale, dove diversi strappi e tentativi di sprint potranno frazionare non poco il gruppo dei corridori. Particolare concitazione è attesa anche alla linea di partenza di questa crono: coloro che puntano alla vittoria infatti dovranno preoccuparsi di ottenere fin da subito una buona posizione. Le condizioni meteo fortunatamente oggi assisteranno i ciclisti di questo Tour de Suisse: non sono previste particolari precipitazioni e il cielo si manterrà poco nuvoloso. Le temperature invece si manterranno tra i 16° e i 19 gradi, il vento invece non sarà un fattore influente nel percorso di oggi.

Oggi, domenica 12 giugno, si disputa la seconda tappa Baar-Baar di 187,6 km, prima frazione in linea del Giro di Svizzera 2016, corsa a tappe che costituisce un classico appuntamento nel calendario del ciclismo internazionale, inserito nell’Uci World Tour e tradizionalmente considerato il quarto giro più importante dopo quelli di tre settimane.

Dopo il cronoprologo di ieri, che ha dato la prima mossa alla classifica del Giro di Svizzera 2016, oggi la corsa resterà ancora a Baar, la cittadina del cantone Zugo di circa 25.000 abitanti che è l’assoluta protagonista del primo weekend di questa edizione numero 80 del Tour de Suisse. Siamo nel cuore della Svizzera, in una zona di madrelingua tedesca: Baar ha un curioso legame con la Formula 1 e in particolare con la Ferrari, dal momento che sia Kimi Raikkonen sia Sebastian Vettel hanno casa proprio qui.

Oggi però saranno protagoniste le due ruote (e senza motori): diamo allora uno sguardo al percorso di questa seconda tappa del Giro di Svizzera 2016, che possiamo definire di media montagna. I corridori dovranno affrontare un circuito di 46,9 km da ripetere quattro volte (per un totale appunto di 187,6 km) che si svilupperà nei dintorni di Baar e sarà caratterizzato innanzitutto dalla salita di Allenwinden, che in occasione degli ultimi tre passaggi sarà valida anche come Gpm di seconda categoria. Tuttavia va notato che la salita sarà posta nella prima parte del circuito, dunque dopo l’ultimo scollinamento non saremo ancora vicinissimi all’arrivo. Questo presumibilmente favorirà gli attacchi di uomini senza ambizioni di classifica finale del Giro di Svizzera 2016, mentre i big dovrebbero aspettare le tante difficili tappe di montagna che ci attenderanno nei prossimi giorni.

La seconda tappa Baar-Baar del Giro di Svizzera 2016 sarà trasmessa in diretta tv da Bike Channel HD (canale disponibile sulla piattaforma satellitare Sky al numero 214), l’emittente che si è aggiudicata i diritti per trasmettere in esclusiva la corsa a tappe elvetica; oggi l’appuntamento sarà a partire dalle ore 15.45 e fino alle 18.00. La corsa dunque potrà essere seguita anche in diretta streaming video tramite l’applicazione Sky Go, che naturalmente è riservata agli abbonati della televisione satellitare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori