Euro 2016/ Europei, Chiesa: Francia, manca il collettivo e se l’Albania si esalta… (esclusiva)

- int. Enrico Chiesa

Euro 2016, esclusiva con Enrico Chiesa: l’ex attaccante presenta le tre partite che si giocano mercoledì 15 giugno agli Europei. Interessante la sfida tra la Francia e l’Albania

matuidi_francia
Foto Infophoto

Seconda giornata del gruppo A a Euro 2016: Romania e Svizzera si incontreranno alle 18 a Parigi, poi sarà il turno di Francia-Albania al Vélodrome. Grande occasione per rossocrociati e Bleus di staccare subito il pass per gli ottavi di finale, le altre due invece sono già al dentro o fuori anche se lo scontro dell’ultima giornata le lascia in ogni caso con la possibilità di giocarsi uno dei quattro posti riservati alle terze. La giornata sarà comunque aperta da Russia-Slovacchia, per il girone B: alle ore 15 due squadre a caccia della prima vittoria in questi Europei ma con morale ben diverso. La Slovacchia infatti ha perso contro il Galles, mentre la Russia nei minuti di recupero ha agguantato un insperato pareggio contro l’Inghilterra, un punto che potrebbe essere molto utile sulla strada verso gli ottavi di finale. Per presentare al meglio queste partite di Euro 2016 di mercoledì 15 giugno, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Enrico Chiesa.

Come vede Romania-Svizzera? La Romania non ha giocato male contro la Francia, ha tenuto bene, ha perso solo negli ultimi minuti della partita. Mi attendo un incontro aperto contro una Svizzera che è una buona squadra.

La praticità del gioco rumeno contro una Svizzera più propositiva? La Romania ha un gioco molto pratico, contro la Francia si è difesa in modo molto buono. Ora bisognerà che faccia gioco contro una Svizzera che è abituata a disporsi bene in campo, una Svizzera tecnicamente di ottimo valore.

Qual è il suo pronostico su questa partita? Dico Svizzera, dovrebbe avere ragione della Romania.

Francia-Albania, ultima chance per la squadra di De Biasi? Sarà una partita da dentro o fuori, una partita delicata per la squadra di De Biasi. Se poi vincesse la Svizzera le cose si complicherebbero per l’Albania.

Pensa invece che la Francia troverà il ritmo, l’intesa giusta in questa partita? La Francia è una squadra che gioca molto sulle individualità, non è ancora un collettivo. Ci sono ottimi attaccanti come Giroud e Payet, ma con l’assenza di Benzema questa nazionale ha dovuto cambiare l’assetto offensivo del suo reparto d’attacco e questo ha pesato sul suo gioco.

La squadra di Deschamps appare favorita? Gioca in casa e tecnicamente è un’ottima squadra: è naturale che sia la favorita, anche se dovrà stare attenta all’Albania che ultimamente nelle partite importanti è sempre riuscita a esaltarsi.

Russia-Slovacchia, si attende un incontro equilibrato? La Russia appare superiore, ha fatto una buona partita contro l’Inghilterra; certo gli inglesi meritavano la vittoria, ma la Russia non ha rubato nulla e ha dimostrato di potersi giocare le sue carte.

Cosa le piace del calcio della nazionale di Slutski? Come ho detto prima è una buona squadra che non sta pensando solo ai prossimi Mondiali, che ospiterà; è arrivata in Francia con la consapevolezza di poter fare un buon Europeo, pensando passo dopo passo.

Poche chanche dunque per la Slovacchia? Per quello che si è visto contro il Galles sì: penso che la Russia riuscirà a vincere.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori