DIRETTA/ Italia-Grecia (risultato finale 4-15). Settebello KO con i greci (World League 2016 pallanuoto maschile oggi 22 giugno 2016)

- La Redazione

Diretta Italia-Grecia, risultato finale 4-15 della partita di pallanuoto maschile alla World League 2016 a Huizhou, in Cina. Settebello KO con i greci, Presciutti sottotono.

pallanuoto_italiaR400 (Infophoto)

Si è conclusa con una terribile sconfitta per gli azzurri di Sandro Campagna, che questa mattina sono scesi in vasca a Huinzhou nella seconda giornata di questa World League di pallanuoto maschile 2016. Una figuraccia per l’Italia, che si presentava oggi in vasca da favorita e che invece è stata protagonista di una prestazione mediocre, dopo lo splendido esordio contro l’Australia di ieri mattina, 21 giugno 2016. Lo scarto di ben 11 punti è a tratti inspiegabile e sicuramente si farà sentire sulla sicurezza con cui l’Italia era giunta all’appuntamento cinese. La Grecia, sfavorita sulla carta si conferma invece quale avversaria ostica per l’Italia, che già l’anno scorso ci aveva strappato la medaglia di bronzo alle finali dei Mondiale 2015 a Kazan. Il match Italia-Grecia di oggi è stata una partita che ha visto solo i colori azzurro e bianco della nazionale greca, e lo si vede dall’analisi dei parziali: nel primo tempo la Grecia comincia a dominare fin da subito, affermandosi per 4 a 0. Gli altri parziali non sono andati meglio per gli azzurri, che in due tempi sono riusciti appena a fare  3 reti, mentre gli avversari sono andati a segno 8 volte in totale. L’Italia ha dato l’impressione di aver accettato un’inevitabile sconfitta già entro i primi dieci minuti del match, senza mostrare un particolare slancio d’orgoglio. La voglia di rivalsa potrebbe però  farsi vedere domani mattina quando l’Italia scenderà di nuovo in vasca contro il Giappone, nella terza giornata di World League 2016 di pallanuoto maschile a Huinzhuo, in Cina, anche se non sarà certamente facile per gli azzurri superare una tale batosta.

Alle ore 10:20 è cominciata la la seconda partita del Settebello nella World League di pallanuoto maschile Italia-Grecia, non certo un match inedito quello che vedremo oggi in vasca a Huinzhou a partire dalle ore 10.20, quando è atteso il fischio d’inizio della seconda giornata della World League di pallanuoto maschile. Il precedente più recente e forse più doloroso per gli azzurri fu la partita Italia-Grecia, valida per il terzo e quarto posto del podio ai Mondiali di Kazan 2015, dove la nazionale italiana venne battuta ai rigori 11 a 9. La prestazione venne valutata deludente da parte italiana: il Settebello fu spesso messo in sofferenza dalla nazionale greca, presentatasi decisamente più in forma quel giorno in vasca. I tempi regolari terminarono 7 a 7, in cui l’Italia, fece fatica ad affermarsi e preferì inseguire il risultato piuttosto che chiudere il match con un buon disavanzo, Grazie alla decisiva rete di Vlachopoulos la Grecia ottenne il bronzo ai mondiali e si qualificò di diritto alle Olimpiadi di Rio 2016, mentre l’Italia dovette aspettare Belgrado 2016 per potere avere le carte in regola ed accedere al torneo preolimpico di Trieste, dove gli azzurri sono riusciti finalmente ad ottenere l’ambito pass per rio 2016.

, ecco l’atteso secondo incontro degli azzurri giunti qui a Huinzhou in Cina per affrontare l’edizione 2016 della World League di pallanuoto maschile. Tra pochissimo l’Italia scenderà in vasca per affrontare la Grecia, il fischietto suonerà alle ore 10.20 e i ragazzi di Campagna si troveranno di fronte una nazione certamente agguerrita, decisa rendere il più difficile possibile l’ascesa al podio agli azzurri. La nazionale di pallanuoto maschile greca è sicuramente uno dei grandi protagonisti del mondo della pallanuoto europea, perlomeno fin dagli anni novanta. Nonostante la grande fama, la Grecia può vantare un palmares davvero scarso: pochi i traguardi raggiunti e con grande fatica, tra cui possiamo contare due bronzi mondiali nel 2005 a Montreal e nel 2015  a Kazan. Nella Coppa del Mondo il massimo risultato raggiunto dalla Grecia fu un argento ad Atene nel 1997, mentre più ricca è la bacheca dei trofei della World League: i ragazzi di Athanasios Kechagias hanno infatti ottenuto due bronzi, uno a long Beach nel 2004 e il secondo ad Atene 2006.

Italia-Grecia, ecco è il secondo incontro dellItalia di Sandro Campagna che in questa seconda giornata della World League di pallanuoto maschile scenderà in vasca alle ore 10.20, questanno organizzata a Huinzhou, in Cina. Dopo lo splendido esordio di ieri mattina contro lAustralia gli azzurri affrontano la seconda squadra del girone: si tratta della nazionale greca, che ieri è uscita vincitrice nello scontro con il Giappone per 15 a 7.

Simile risultato lhanno ottenuti anche gli azzurri, che hanno battuto un agguerrita Australia per 14 a 7: un risultato che senza dubbio mostra il buono stato di forma degli azzurri che si sono presentati in Cina a questa edizione 2016 della World League avendo però in mente un altro appuntamento prestigioso e cioè le Olimpiadi di Rio. In questa ottica, la partecipazione dellItalia alla World League è da leggere come un allenamento tra le grandi prima di Rio, sebbene la nazionale italiana non voglia perdere comunque loccasione di agguantare, se non il podio, almeno un buon piazzamento.

La favorita della competizione rimane la Serbia, e sarà difficile che i ragazzi di campagna possano mettere in difficoltà la nazionale serba, ma un piazzamento in semifinale è sicuramente un traguardo raggiungibile.

La partita Italia-Grecia, secondo match della World League di pallanuoto maschile, avrà inizio alle ore 10.20, quando i ragazzi di Campagna scenderanno in vasca a Huizhou per affrontare i greci, ma purtroppo non sarà possibile assistere alla partita degli azzurri. Salvo infatti variazioni improvvise di palinsesto non sarà infatti disponibile una diretta tv dellevento e perciò di conseguenza non sono state fornite informazioni riguardanti uno streaming video ufficiale. Sarà comunque possibile rimanere aggiornati su Italia-Grecia attraverso il portale ufficiale della Federazione Italiana Nuoto (www.federnuoto.it) e attraverso anche i suoi profili social su Facebook (www.facebook.com/Federnuoto/) e Twitter (@FINOfficial_).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie