Pronostico Italia-Irlanda/ Euro 2016, il commento di Antonello Cuccureddu (esclusiva)

- int. Antonello Cuccureddu

Pronostico Italia-Irlanda: il punto di Antonello Cuccureddu sulla partita che la nostra Nazionale, già agli ottavi di Euro 2016, gioca allo stadio Pierre Mauroy di Lille (ore 21)

ItaliaIrlandacappelli
Foto Infophoto

, alle ore 21 a Lille, sarà l’ultima partita della nostra Nazionale nel girone E di Euro 2016. Siamo già agli ottavi di finale con la certezza del primo posto; ci prepariamo così alla prossima partita sfidando una nazionale che avevamo già incrociato nel girone di quattro anni fa (battendola 2-0) e che a differenza nostra va a caccia della qualificazione dopo aver centrato un solo punto contro la Svezia (ha perso 3-0 contro il Belgio). Una partita che dunque significa poco in termini di risultato, ma che invece può essere importante per mettere in ritmo quei giocatori che finora hanno giocato poco e hanno bisogno di trovare fiducia in un torneo che può regalare altre occasioni. Antonio Conte aprirà al turnover massiccio; soltanto due dovrebbero essere i giocatori confermati rispetto alla partita giocata contro la Svezia. Per un pronostico su Italia-Irlanda e un punto sulla nostra Nazionale e le possibilità in questo Euro 2016, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Antonello Cuccureddu.

Che partita si aspetta? Dovrebbe essere una partita combattuta tra un’Italia che s’impegnerà anche se ha raggiunto la qualificazione e un’Irlanda che tenterà di provarci ancora.

Conte cambierà la formazione, potrebbe essere un problema per gli Azzurri? Conte è molto bravo, è un tecnico preparato, lo conosco personalmente. Certo i calciatori che giocheranno dovranno meritarsi la maglia azzurra, fare di tutto per offrire una grande prestazione.

Sarà importante soprattutto vedere la prova di Bernardeschi? Bernardeschi è un ottimo giocatore, sarà interessante vedere la sua prestazione sia in chiave azzurra, sia per quei club che lo hanno sempre seguito.

Thiago Motta può diventare, dopo lo scetticisimo iniziale, il punto di riferimento dell’Italia? Mancano Verratti e Marchisio, affidarsi a Thiago Motta non è sbagliato, è un giocatore valido che punta sul dinamismo, sulla forza fisica.

Rischio rilassamento per la nostra squadra? Non credo, conoscendo Conte, che questo possa accadere, mi auguro quindi che l’Italia possa giocare al meglio delle sue possibilità.

Come giocherà l’Irlanda? L’Irlanda è ancora in corsa per la qualificazione ed è quindi logico che cercherà di vincere. Solo un successo le darebbe ancora speranze di passaggio del turno.

Un’occasione per il nostro contropiede? Dipenderà anche da come l’Italia sarà messa in campo, e con quali uomini. Davanti dovrebbero giocare Zaza e Immobile, soprattutto con il secondo si possono impostare ripartenze efficaci.

Cosa temere dell’Irlanda? Il dinamismo, il ritmo, il pressing che questa squadra fmetterà in campo. E’ una di quelle nazionali che danno sempre tutto in campo, non si arrendono facilmente. E’ anche una squadra che ha degli ottimi giocatori, bisognerà non sottovalutarla.

Il suo pronostico su Italia-Irlanda? Ovviamente spero che vinca l’Italia, poi vedremo cosa dirà il campo in questa partita molto interessante.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori