Probabili formazioni/ Galles-Irlanda del Nord: quote, le ultime novità live. I jolly (Euro 2016 ottavi, oggi 25 giugno)

- La Redazione

Probabili formazioni Galles-Irlanda del Nord: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca al Parco dei Principi di Parigi ed è valida per gli ottavi di finale di Euro 2016

BaleRamsey_2016
Infophoto

, andiamo alla scoperta dei possibili jolly nelle formazioni di questo interessante derby britannico che manderà una delle due squadre ai quarti di Euro 2016. Andy King ha vissuto una stagione da favola nel Leicester: cresciuto nel settore giovanile delle Foxes, ha vinto una storica Premier League e ha contribuito, pur entrando spesso dalla panchina, con 25 partite, 2 gol e 2 assist, e lanno prossimo potrà coronare il sogno di giocare in Champions League. Anche nel Galles King non parte titolare, ma può dare fiato ai centrocampisti con quantità e qualità, e inserimenti nellarea avversaria. NellIrlanda del Nord scegliamo invece Niall McGinn: si tratta di un ventottenne che può ricoprire tutti i ruoli del fronte offensivo (di base è un esterno sinistro). Ha segnato 10 gol con lAberdeen in questa stagione, soprattutto ha distribuito 12 assist; giocatore che sa mandare in campo i compagni, in nazionale è chiuso da Dallas ma in questo ottavo di finale potrebbe avere il suo spazio e decidere la qualificazione.

Quali sono i calciatori diffidati nelle formazioni dellottavo di Euro 2016? Quattro giocatori dellIrlanda del Nord hanno ricevuto unammonizione nel corso della prima fase, e dunque sono già in diffida (il provvedimento scatta al primo cartellino giallo). I difensori Jonny Evans e Craig Catchart, il centrocampista di sinistra Jamie Ward, lesterno Stuart Dallas: questi i giocatori di Michael ONeill che rischiano la squalifica in un eventuale quarto di finale. Nel Galles invece a rischiare sono soltanto due giocatori: il difensore centrale Ben Davies (nel Tottenham gioca a sinistra, qui comanda la difesa davanti a Hennessey) e lattaccante Sam Vokes. Chris Coleman trattiene il fiato soprattutto per il primo, considerato una pedina fondamentale nelleconomia della sua nazionale.

sempre più vicina: nelle probabili formazioni, se cercate chi potrebbe fare la differenza, il nome di spicco sarà inevitabilmente quello di Gareth Bale, che ha già segnato tre gol nella prima fase di Euro 2016 e dal quale dunque dipendono la gran parte delle fortune della Nazionale gallese. Attenzione però a ridurre al solo Bale il Galles, che ha anche un certo Aaron Ramsey a disposizione per aumentare il tasso di qualità: un gol per lui finora nella manifestazione, e sono andati già a segno anche Hal Robson-Kanu (che però dovrebbe partire dalla panchina) e Neil Taylor. Discorso diverso per l’Irlanda del Nord, che certamente ha meno qualità a disposizione e francamente ha già fatto un capolavoro qualificandosi per gli ottavi: merito dei gol segnati da Gareth McAuley (che però è un difensore) e Niail McGinn contro l’Ucraina per il 2-0 che ha deciso l’inclusione dell’Irlanda fra le migliori terze.

Michael ONeill ha le idee piuttosto chiare sulla formazione che oggi cercherà di fare la storia del suo Paese, nella partita degli ottavi di Euro 2016. LIrlanda del Nord ha cambiato poche volte la sua formazione e la partita di oggi non dovrebbe fare eccezione; sostanzialmente ci sono due dubbi. Uno riguarda la difesa, dove Jonny Evans (di fatto il leader di questa nazionale) potrebbe tornare al centro, destinando così Shane Ferguson sulla fascia sinistra e rubando il posto a uno tra Catchart e McAuley, i due centrali a protezione di McGovern. Laltro punto di domanda è sullattacco: stranamente ONeill non si è affidato a Kyle Lafferty nelle ultime due partite, preferendogli Conor Washington che non è una prima punta e aiuta maggiormente la squadra in fase di impostazione e ripiegamento. Oggi però servono necessariamente gol, e dunque Lafferty, che con le sue reti ha trascinato di peso lIrlanda del Nord alla fase finale degli Europei, potrebbe essere in campo per concretizzare il sogno di tutto un popolo che spera nella qualificazione ai quarti di finale.

Abbiamo già parlato dei dubbi che attanagliano la mente del CT dei Dragoni Chris Coleman. Come giocherà il Galles? Il modulo rimarrà lo stesso, i punti di domanda riguardano in modo particolare il giocatore che dovrà affiancare Gareth Bale nel reparto offensivo. Se la giocano presumibilmente in due: Robson-Kanu è stato titolare nella seconda partita del girone (unica sconfitta del Galles), Vokes invece ha giocato contro la Russia e si è divorato un gol a tu per tu con Akinfeev. Uno di loro due sarà in campo; presumibilmente è Robson-Kanu a partire in vantaggio. Anche a centrocampo potrebbe esserci una staffetta: sicuri del posto Joe Allen e Ramsey, attenzione a Andy King che potrebbe rubare la maglia da titolare a Ledley. Il centrocampista è stato una pedina importante nel titolo di Premier League del Leicester e adesso reclama spazio nella sua nazionale, Coleman in questa partita così importante glielo potrebbe concedere.

, interessante derby britannico a Euro 2016, è una partita tra due squadre che adottano moduli molto simili, e che fanno della densità in mezzo al campo il loro punto di forza. Come base i moduli sono diversi: è 4-5-1 per lIrlanda del Nord e 5-3-2 per il Galles. Nei fatti però le due nazionali sono messe in campo quasi specularmente: viene lasciata una punta a fare da riferimento (Bale si muove a tutto campo pur essendo lattaccante gallese) e si punta sulla zona mediana del campo, provando a impedire di sviluppare il gioco avversario e ampliando il campo con luso delle corsie laterali. I terzini del Galles spingono maggiormente ma la difesa è comunque impostata a cinque; più fantasia nei Dragoni con la presenza dello stesso Bale e di Ramsey. Sarà interessante capire quale delle due formazioni riuscirà a sviluppare il gioco, visto che spesso e volentieri le squadre in campo oggi puntano su difesa e contropiede.

Si gioca alle ore 18 di oggi, come ottavo di finale di Euro 2016; al Parco dei Principi si gioca una sfida inedita tra le due nazionali britanniche che non erano mai arrivate a questo punto in Europeo. Una delle due sarà addirittura ai quarti di finale, contro la vincente di Ungheria-Belgio; ecco perchè questa gara riveste grande importanza. Andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Galles-Irlanda del Nord.

Le quote Snai per Galles-Irlanda del Nord, valida per gli ottavi di finale degli Europei 2016, ci dicono che il segno 1 per la vittoria del Galles vale 2,00; il segno X per il pareggio vale 3,10 mentre il segno 2 per la vittoria dellIrlanda del Nord vale 4,50 volte la somma che deciderete di giocare. 

Lo schema di Chris Coleman rimane il 5-3-2 che ha portato a due vittorie e sei gol segnati nel girone; ruoterà tutto – o quasi – intorno a Gareth Bale, capocannoniere insieme a Morata di questa edizione degli Europei. Il reparto arretrato è lo stesso di sempre: Gunter e Neil Taylor sugli esterni, Ben Davies a comandare il reparto con Chester e capitan Ashley Williams che gli danno una mano. A centrocampo cè ancora qualche dubbio su quale giocatore completerà il reparto: sicuri del posto ovviamente Joe Allen, che ricopre un ruolo di grande importanza tattica, e Aaron Ramsey che si è sbloccato nella terza partita del girone, avviando la goleada contro la Russia. Al momento il favorito resta Ledley, ma anche Andy King avanza la sua candidatura per iniziare questa partita. Per quanto riguarda lattacco, a fare da spalla a Bale sarà uno tra Vokes e Robson-Kanu; il primo, ammonito lo scorso lunedì, potrebbe tornare in panchina dando spazio al giocatore del Reading, ma è un dubbio che probabilmente Coleman scioglierà solo allultimo istante.

LIrlanda del Nord ha trovato la sua conformazione tattica in un 4-5-1, nel quale rimane il dubbio sulla prima punta: il titolare sarebbe Lafferty, cannoniere delle qualificazioni, ma le ultime due partite le ha giocate Conor Washington e dunque non è ancora certo chi sarà a stare davanti a tutti nellottavo contro il Galles. Meno dubbi per quanto riguarda il resto della squadra, che anzi dovrebbe essere già formata: i terzini sono Aaron Hughes e Jonny Evans (che in nazionale spesso si allarga a sinistra), in mezzo invece ci saranno Catchart e McAuley a protezione di McGovern, per distacco il migliore in campo nella partita contro la Germania. A centrocampo invece capitan Simon Davis parte dalla mezzala destra, lasciando a Corry Evans il compito di fare da vertice basso della linea; laltro interno sarà occupato da Norwood mentre sulle corsie, anche in questo caso senza sorprese, i titolari dovrebbero essere Jamie Ward e Dallas. Poche le soluzioni alternative; Niall McGinn e Magennis sono le prime ipotesi per una modifica della formazione, ma a conti fatti anche questa volta dovrebbero partire dalla panchina.

 

 1 Hennessey; 2 Gunter, 5 Chester, 4 B. Davies, 6 A. Williams, 3 N. Taylor; 16 Ledley, 10 Ramsey, 7 J. Allen; 11 Bale, 9 Robson-Kanu

A disposizione: 12 O. Williams, 21 D. Ward, 15 J. Richards, 19 Collins, 8 A. King, 22 Vaughan, 17 Cotterill, 14 D. Edwards, 20 J. Williams, 13 G. Williams, 23 Church, 18 Vokes

Allenatore: Chris Coleman

Squalificati: –

Indisponibili: –

 1 McGovern; 18 Hughes, 20 Catchart, 4 McAuley, 5 J. Evans; 19 J. Ward, 8 S. Davis, 13 C. Evans, 16 Norwood, 14 Dallas; 10 Lafferty

A disposizione: 12 R. Carroll, 23 Mannus, 2 McLaughlin, 22 Hodson, 15 McCullough, 17 McNair, 3 S. Ferguson, 6 Baird, 7 McGinn, 21 Magennis, 11 Washington, 9 Grigg

Allenatore: Michael O’Neill

Squalificati: –

Indisponibili: –

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori