FANTACALCIO EURO 2016/ FantaEuropeo: formazioni, i giocatori da schierare. Focus: Germania-Slovacchia (ottavi di finale, oggi 26 giugno)

- La Redazione

Fantacalcio Euro 2016: FantaEuropeo, formazioni e Top 11. Tra sabato 25 e domenica 26 giugno 2016 si giocano sei partite valide per gli ottavi di finale degli Europei francesi

bale_robsonkanu
(INFOPHOTO)

Passiamo ora ad analizzare Germania Slovacchia. Sono diversi i nomi dei tedeschi sui quali fare affidamento, ma quello che spicca maggiormente è quello del portiere Neuer: si tratta di una scelta indispensabile se si vuole avere la certezza nei propri pali, visto che superarlo rappresenta una vera e propria impresa. Passando ai giocatori di movimento Ozil si potrebbe anche lasciare in panchina, per far spazio ad un centrocampista (o trequartista) più prolifico. Aggrapparsi all’esperienza di Muller vuol dire riuscire ad ottenere tantissimi punti, mentre Goetze è la vera e propria arma sorprendente che potrebbe essere in grado di esplodere da un momento all’altro. Jerome Boateng, come ben noto, è l’elemento che riesce a creare quel muro difensivo tanto temuto dagli avversari tedeschi, che garantisce punti a non finire nella formazione. Tornando al centrocampista prolifico di cui sopra, il nome di Hamsik dovrebbe fare al caso vostro, visto che il giocatore del Napoli tende a non stoccare con la sua nazionale. Pekarik è invece l’anello debole della formazione slovena: se non in forma, i suoi errori difensivi possono essere fatali alla formazione di casa. Durica è invece l’asso sul quale basare la propria formazione in difesa: evita errori e soprattutto aiuta i propri compagni durante la fase di pressing sugli avversari. Parlando della sorpresa e del giocatore affidabile, i nomi sui quali puntare sono rispettivamente quello di Hubochan, che in centrocampo svolge un lavoro praticamente impeccabile, e quello di Kucka, che riesce spesso ad accompagnare l’azione d’attacco.

Si gioca oggi alle ore 15.00 Francia-Irlanda, gara di sicuro impatto fisico ed emotivo che ci vedrà costretti nelle nostre scelte per il fantacalcio. Tra i calciatori che in questa manifestazione hanno dimostrato sicura affidabilità c’è l’esterno d’attacco del West Ham e ha realizzato due reti in questa competizione di grandissimo spessore tecnico. Ovviamente non si possono dimenticare i due fenomeni di casa Antoine Griezmann e Paul Pogba. In Germania-Slovacchia come non pensare a un calciatore di grande spessore tecnico che in questa manifestazione non si è ancora sbloccato ma lo farà presto, Thomas Muller. Nell’ultima gara invece Ungheria-Belgio attenzione a Romelu Lukaku, attaccante di grande esperienza e di ottima propensione a buttare sempre la palla dentro.

La giornata di domenica 26 giugno si apre con la partita tra Francia ed Irlanda, che si gioca dalle ore 15:00 al Parc Olympique Lyonnais. Transalpini nettamente favoriti sulla carta, anche se le motivazioni e la tradizionale grinta irlandese sono elementi da non sottovalutare, specie in una partita ed eliminazione diretta in cui, come si suol dire, può succedere di tutto. Passando ai consigli per il fantacalcio degli Europei attenzione a Moussa Sissoko: il centrocampista in forza al Newcastle ha buone chance di partire titolare nel reparto a tre di Deschamps; le attenzioni extra riservate a Pogba e i compiti difensivi a carico di Kanté dovrebbero lasciare a lui una maggiore libertà d’inserimento negli ultimi metri avversari, chissà che non possa regalare un gol al suo paese. Da schierare naturalmente Dimitri Payet, qualche dubbio in più su Antoine Griezmann; non tanto per l’indiscutibile valore assoluto, quanto piuttosto per la capacità che avrà di entrare velocemente in partita. Passando all’Irlanda i centrocampisti Jeff Hendrick e Robert Brady agiscono sempre nel cuore della manovra; per i bonus a sorpresa provate a puntare su James McClean, che potrebbe creare grattacapi alla difesa della Francia se troverà spazi per allungare la corsa. Da evitare i difensori centrali anche se una partita sulla difensiva potrebbe saltare le loro qualità di combattenti.

Il centrocampista gallese Joe Allen si sta mettendo in ottima evidenza, coordinando le azioni dei suoi e provando anche qualche sortita offensiva di tanto in tanto. Non è un produttore costante di bonus ma rimane sempre nel cuore della manovra del Galles: tante azioni dovrebbero passare dai suoi piedi. Senza dimenticare naturalmente Aaron Ramsey, centrocampista col vizio del gol e sempre partecipe alla manovra offensiva della sua squadra, che sia l’Arsenal oppure il Galles. Gareth Bale non è più un consiglio ma una certezza, mentre sulla fascia destra il terzino Gunter potrebbe regalare sorprese. L’Irlanda del Nord poggia la sua difesa sull’esperienza di Jonny Evans, chiamato a non tradire in una partita così importante. Da schierare il capitano Steven Davis che sicuramente darà l’anima in campo per trascinare i suoi compagni ad un altro risultato storico. Da rischiare Kyle Lafferty che potrebbe esaltarsi nella sfida dal sapore british contro i ‘cugini’ gallesi.

Lo svizzero Rodriguez si è dimostrato molto preciso in difesa, visto che ha coordinato i suoi uomini nel bloccare la maggior parte delle azioni offensive dei rivali. Xhaka ha invece dato un’ottima impressione nel centrocampo svizzero, dato che è riuscito a realizzare diverse buone iniziative offensive seppur molte di esse non siano andate a buon fine. Interessante anche Shaqiri, vera minaccia della Svizzera e potenziale fonte di assist e gol pur non essendo ancora andato a bonus. Behrami ha invece dato l’ennesima buona prova in campo, visto che è stato solido in difesa e reattivo in centrocampo, mentre Djourou sembra meno affidabile a livello di rendimento. Dalla Polonia, col suo dribbling irresistibile, spunta il nome di Blaszczykowski: veloce, attento e preciso, questo giocatore è l’asso nella manica della formazione, soprattutto se utilizzato nella seconda frazione di gioco. Più a rischio invece Zielinski, che potrebbe non far parte dell’undici titolare. Kaputska, in attacco, sarà un altro giocatore sul quale tenere gli occhi aperti, visto che si è dimostrato pronto a punire una difesa disattenta degli avversari. A centrocampo la certezza è Krychowiak, a rischio cartellino per la posizione nevralgica in cui gioca ma sempre positivo o quasi per quanto riguarda il voto in pagella. 

Sabato 25 e domenica 26 giugno 2016 si disputeranno 6 delle 8 partite che comporranno i quarti di finale di Euro 2016, dei match che saranno certamente all’ultimo sangue, essendo da “dentro o fuori”, e che vedranno protagoniste tutte squadre rimaste agli Europei con la sola eccezione di Italia, Spagna, Inghilterra e Islanda, che giocheranno lunedì 27. Questo il programma di sabato 25: ore 15:00 Svizzera-Polonia, alle 18:00 Galles-Irlanda del Nord e alle 21_00 Croazia-Portogallo. Domenica 26 invece Francia-Irlanda alle 15:00, Germania-Slovacchia alle 17:00 e Ungheria-Belgio in prima serata (21:00). Di seguito ipotizziamo una Top 11 degli ottavi di finale di Euro 2016, relativa alle partite del week-end.

Per chi opta per questo modulo in porta scegliamo il campione del mondo Neuer e come riserva il portiere croato Subaic. In difesa due francesi che fino ad ora hanno fatto molto bene, ovvero Evra e la sorpresa Rami, cui affianchiamo Srna, colonna della Croazia, e lo svizzero Lichtsteiner, uno dei nomi più importanti della Svizzera; per la panchina, il centrale difensivo tedesco Boateng. A centrocampo c’è solo l’imbarazzo della scelta, e noi optiamo per Pogba, campione che deve ancora “esplodere” in questo Europeo, il tedesco Kroos, uno dei più talentuosi della squadra, il romanista Nainggolan, in gol nell’ultima partita del Belgio, e un altro “italiano” ovvero Marek Hamsik, già autore di una rete pregevole. In panchina Khedira, che ha fatto davvero molto bene fino ad ora. Per la coppia d’attacco un posto spetta di diritto a Bale, campione indiscusso che ha letteralmente trascinato il suo Galles alla qualificazione, e Cristiano Ronaldo, che dopo i primi due match sfortunati si è rifatto con una doppietta. Per la panchina il francese Grienzmann: da lui ci si aspetta di più, ma gode di massima fiducia da parte del ct Deschamps.

Optare per un modulo così offensivo è molto vantaggioso nel fantacalcio, scopriamo dunque la formazione ideale per chi intende utilizzarlo. In porta massima fiducia a Manuel Neuer della Germania e al croato Subaic come riserva, il quale ha fatto molto bene con la sua squadra, per la difesa scegliamo invece Rami ed Evra, tra i più positivi della Francia, e Lichtsteiner: il terzino della Juve, oltre ad essere un ottimo giocatore, non è affatto nuovo ad assist e reti, e ciò non può essere secondario per chi gioca a fantacalcio. In panchina, per i difensori, scegliamo il croato Srna, giocatore molto rappresentativo della nazionale con la maglia a scacchi. Il centrocampo non può che essere molto “italiano”: il romanista Nainggolan merita senza dubbio un posto, lo stesso Marek Hamsik del Napoli che ha trascinato alla qualificazione la sua Slovacchia, a completare il reparto due campioni indiscussi quali Kroos della Germania e Pogba, il quale deve peraltro rifarsi delle sue prime uscite, non particolarmente entusiasmanti. Il tridente dei sogni in attacco è composto da Bale, straordinario nelle prime tre partite del Galles, Cristiano Ronaldo, che si è rifatto alla grande dopo i primi match insipidi del suo Portogallo, e Grienzmann: la Francia punta tantissimo sulla sua vena realizzativa per sconfiggere l’Irlanda. Panchina per il polacco Lewandowski.

Anche il modulo 4-3-3 è sempre molto gettonato da chi gioca a fantacalcio, proviamo dunque a proporre una formazione ideale per chi sceglie tale schieramento. In porta Neuer, anche in considerazione del fatto che la Germania non affronta certo un avversario irresistibile, e in porta il croato Subaic, sempre molto affidabile. Per la difesa, spazio allo juventino Lichtsteiner, non solo per la sua classe, ma anche per il fatto di essere un difensore piuttosto offensivo, Evra e Rami, i quali hanno saputo garantire ottima solidità alla difesa francese, e Srna, vero simbolo della Croazia; come riserva Boateng, centrale della Germania che non dovrebbe avere grosse difficoltà contro la Slovacchia. A centrocampo, tra tantissimi calciatori interessanti, scegliamo Nainggolan, che sembra in netta crescita con il suo Belgio, Pogba, campione indiscusso, ma da cui ci si attende di più in questi ottavi, e Hamsik: chi sa che il suo piede caldo non possa rivelarsi fruttuoso in zona gol. Per la panchina relativa al centrocampo, scegliamo Toni Kroos. In attacco tridente delle meraviglie con Bale, il quale è riuscito a far qualificare il suo Galles quasi da solo, Ronaldo, che ha subito zittito le critiche con una doppietta nella sfida decisiva contro l’Ungheria, e Grienzmann, che i francesi vogliono assolutamente in gol contro l’Irlanda. In panchina un altro giocatore dall’immenso potenziale, ma che fino ad ora ha un pò tradito le attese e deve dunque rifarsi: Lewandowski.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori