Mohamed Ali / Louisville, in attesa dei funerali liberate le farfalle “simbolo” di Cassius Clay (oggi 9 giugno 2016)

- La Redazione

Muhammad Alì news, ultime notizie al 9 giugno 2016. Aggiornamenti in diretta, la figlia del pugile pubblica sui social le ultime foto del padre: videochiamate private dei suoi ultimi giorni.

muhammad_ali
Muhammad Ali (Infophoto)
Pubblicità

L’attesa a Louisville è moltissima per i funerali di Mohamed Alì che domani terreno collegato il mondo intero in visione con l’arena nel Kentucky dove si terranno le esequie e momento di preghiera per il grande campione pugile morto pochi giorni fa sfiancato dalla malattia. Ci saranno moltissime persone comuni che affollano le strade già da questa mattina: tenete conto che l’evento andrà in scena domani alle 13 ore americane, ore 20 italiane, giusto per capire l’affetto e l’emozione che ancora oggi Mohamed Ali, o Cassius Clay suo vero nome, suscita nei tifosi dentro o fuori dal ring. La città si prepara all’accoglienza di questo ultimo, estremo saluto con un gesto che nelle ultime ore ha fatto molto parlare e in positivo: in piena Louisville sono state liberate tantissime farfalle per ricordare le sue parole famose in tutto il mondo, “vola come una farfalla e pungi come un’ape”. Mohamed Alì, era anche questo.

Pubblicità

Un uomo, una leggenda: Mohamed Ali, o Muhammad, a seconda della scritta araba. Domani ci saranno i funerali a Louisville, un appuntamento per tantissimi tifosi immancabile dove salutare per l’ultima volta il grande campione di boxe che ha emozionato il mondo intero lungo la sua carriera da pugilato e da simbolo contro le disparità e le malattie. Mentre ai affollano le strade attorno all’arena Kfc Yum per i tantissimi spettatori che domani vorranno entrare ai funerali di Cassius Clay, arriva una notizia importante da New York. Il sindaco Bill De Blasio ha dedicato e intitolato una strada nella grande Mela, accanto al luogo dove Mohamed Ali ha ottenuto immensi successi, il Madison Square Garden. «Si chiamerà Muhammad Ali Way e sarà nel cuore della città: si merita questo onore e molto di più». Una leggenda che ora tutti i cittadini newyorkesi potranno ricordare ogni giorno passando nel centro della grande città delle luci.

Pubblicità

Domani l’evento mondiale della settimana: si celebrano i funerali di Muhammad Ali, il pugile più grande di sempre morto nei giorni scorsi dopo una lunghissima malattia che lo ha resto uno dei personaggi simbolo della lotta al Parkinson e alle malattie degenerative. Una forza che aveva sul ring e che aveva anche fuori, il “più grande di sempre” come viene definito in America verrà salutato nella Kfc Yum Arena di Louisville, con ospiti e giornalisti accreditati che sono già più di 2mila. Un evento planetario per uno degli sportivi più famoso della storia: il grande Cassius Clay, una volta convertito all’Islam diventato poi Muhammad Ali, verrà salutato da moltissimi capi di stato, da Erdogan presidente turco, il re di Giordania, Abdullah II, ma anche l’ex presidente Usa Bill Clinton e molti altri ancora. Proprio per questo motivo il portavoce della famiglia Ali ha detto che nessun capo di stato leggerà il discorso funerario per evitare problemi di opportunità politica: l’unico che non ci sarà è Barack Obama che per motivi familiari, c’è la cerimonia del diploma della figlia Malia, ha dovuto rinunciare. Manderà una persona vicina alla Casa Bianca, Valerie Jerret, che leggerà una lettera personale di Michelle e Barack Obama. Il tutto verrà chiuso poi da Bill Clinton che invece chiuderà la funzione con il discorso di ringraziamento e chiusura finale.

La morte di Muhammad Ali ha lasciato un grande vuoto dentro a tutti i suoi fan e a chi amava il suo sport. Il morbo di Parkinson ha vinto la sua battaglia contro il pugile più forte dei nostri tempi e la figlia Hana ha deciso di condividere con tutti gli ultimi momenti del padre. Una dei suoi nove figli, proprio Hana, aveva già rilasciato alcune immagini sui social network che ritraevano il padre in compagnia di Prince o mentre era impegnato in un ring ma queste ultime sono molto più intime, con screenshot durante una videochiamata tra padre e figlia datata 22 maggio. Nella prima foto si vede infatti un Muhammad molto provato dalla malattia, con la didascalia: “La mia ultima foto del mio bellissimo padre…qui è mentre gli dicevo ‘Ti voglio bene'”. Nella seconda invece Muhammad sta aspettando che gli venga portato un pezzo di torta mentre guarda un film Western. Sono foto davvero intime che la figlia di Alì ha deciso di condividere su Twitter per immortalare gli ultimi momenti del grande pugile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori