PAGELLE/ Galles-Belgio (3-1): Fantaeuropeo, i voti della partita (Euro 2016 quarti)

- La Redazione

Pagelle Galles-Belgio (3-1): Fantaeuropeo, i voti della partita che si è giocata allo stadio Pierre Mauroy. Ci si giocava la semifinale di Euro 2016. (1 luglio 2016)

Bale_figlia
Gareth Bale, 3 gol a Euro 2016 (Foto LaPresse)

Ecco le pagelle di Galles-Belgio a fine gara, con il dettaglio dei voti per tutti i giocatori della partita. 

Il Belgio parte fortissimo e mette alle corde il Galles con alcune giocate in velocità devastanti. Al 7′ tripla occasione con Carrasco, ed Hazard che si fanno ribattere sulla linea le proprie conclusioni. Al 10′ lancia un segnale Bale, che riparte a velocità supersonica e calcia sull’esterno della rete. Al 13′ arriva il gran gol di Nainggolan che rompe il ghiaccio ma sveglia il Galles, che domina nei successivi venti minuti. Al 26′ è già grande occasione per Taylor, mentre 5 minuti dopo è la volta di Williams, che di testa segna il gol dell’1-1.

Prestazione straordinaria per la squadra di Coleman per intensità, concentrazione e voglia di vincere. Dopo un inizio in sofferenza, domina la gara fino al termine contro una squadra più quotata.

Bisogna ammettere che il Galles ha fatto qualcosa di fuori dall’ordinario, ma questo Belgio non può essere ritenuto esente dalle proprie colpe. L’allenatore Wilmots non ha saputo dare un’anima alla squadra che gioca solo col talento dei singoli: l’eliminazione è meritata ed era prevedibile.

Gara non molto difficile, ma alcuni episodi sono dubbi, soprattutto nella ripresa.  

La posizione aiuta molto i tifosi dei Diavoli Rossi: a Lille siamo davvero a pochi passi dal Belgio ed i sostenitori sono giunti in massa, affollando l’intero stadio nonostante la pioggia. Ottimo il tifo della macchia gallese, sempre presente in questi Europei al sostegno della formazione di Coleman.

Prima frazione di gioco molto spettacolare: entrambe le squadre giocano a viso aperto e danno il meglio di sé. Il Galles parte in sordina e vacilla fino al gol dello svantaggio, ma poi si sveglia e prende il controllo della gara soprattutto in mezzo al campo. L’1-1 di Williams restituisce fiducia ai britannici, 

Galles

Hennessey 6,5: sicuro nelle uscite e solido, pur se mai seriamente messo alla prova.

Gunter 6.5: calciatore molto apprezzato dal tecnico, è attento pur se penalizzato dal confronto con grandi attaccanti.

Chester 6: prestazione di sostanza del difensore gallese, che insieme ai compagni di reparto rende la vita difficile agli attaccanti avversari.

Williams 7: pur soffrendo le avanzate del Belgio, il capitano gallese firma il gol dell’1-1 ed è un pericolo ogni volta che mette piede in area belga.

Davies 6: nel primo tempo è quello che soffre di più le ripartenze del Belgio, pur non essendo pessimo in campo. Meglio nella ripresa, nonostante l’ammonizione che gli fa saltare la prossima. 

Taylor 6,5: anche lui inizia in sofferenza, ma poi si riprende e va vicino al gol con un ottimo inserimento in area. 

Allen 6: leader a centrocampo, sa gestire la palla e fare filtro, i tifosi apprezzano e gli dedicano il solito coro. 

Ledley 6: solita sostanza e corsa per Ledley, che assolve sempre il suo compito in campo, pur con gli appannamenti in fase di costruzione. (78′ A. King 6: fa il suo come il compagno sostituito, aiuta la squadra a tenere botta)

Ramsey 6,5: dopo il primo quarto d’ora prende le chiavi del centrocampo con Allen- Nella ripresa moltiplica le incursioni in area avversaria e fornisce a Robson-Kanu la palla del vantaggio. (90′ Collins S.V.) Peccato per l’assenza in semifinale.

Bale 6,5: giocatore sempre temuto, che quando si accende sa prendere in mano la squadra.

Robson-Kanu 7: fa valere il suo fisico possente sui difensori gallesi, ma nel primo tempo non è fra i migliori. Nel secondo tempo illumina la scena con una giocata fantastica e regala il 2-1 al Galles. (80′ Vokes 7: entra come meglio non poteva chiudendo la gara sul 3-1, peraltro con un gol fantastico di testa)

Belgio

Courtois 6,5: grande intervento su Taylor nel primo tempo, rimane fra i migliori della sua squadra.

Meunier 6,5: il neo-difensore del PSG concentratissimo nella prima frazione, limita tutti gli attacchi sulla sua zona e nel secondo tempo è fra i pochi a salvarsi in un contesto non positivo. 

Alderweireld 5,5: più difficoltà per lui con una difesa del tutto nuova,

Denayer 4,5: in grande imbarazzo il difensore belga, che soffre un feeling scarso con i compagni ed è anch’egli colpevole di entrambi i gol subiti

J.Lukaku 5: come Denayer Jordan Lukaku è in difficoltà nella prima frazione, nonostante una forma fisica positiva. Nel secondo tempo continua a soffrire ed è perciò sostituito. (75′ Mertens 5,5: trova un contesto sicuramente non ottimo, ma non fa niente per risollevare i suoi).

Witsel 5,5: nella prima frazione è quasi l’ombra di sé stesso. 

Nainggolan 7: il calciatore della Roma è ormai un pezzo pregiato fra i centrocampisti e lo conferma con un gol straordinario. 

De Bruyne 5: nel primo tempo non si vede mai, nella ripresa si accende solo dopo lo svantaggio ma invano. 

Hazard 5,5: il leader della squadra sa di avere grandi responsabilità ma fallisce l’appuntamento per portare la squadra alle semifinali.

Carrasco 5,5: sbaglia la palla del vantaggio al 7′, poi scompare come tutti gli attaccanti del Belgio (46′ Fellaini 6: entra nervoso in campo e si becca subito l’ammonizione, ma ci mette grinta)

Lukaku 6: parte bene, servendo un ottima palla per Carrasco al 7′ ed andando vicino al gol su corner, nella ripresa non è sufficiente. (83′ Batshuayi S.V.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori